All Posts By

Ecosistema Startup

Startup e innovazione

L’isola sostenibile secondo DIS – Pitti Immagine Uomo, 14-17 Giugno 2022

Dal 14 al 17 giugno 2022 si svolgerà il Pitti Immagine Uomo a Firenze. Per Pitti Uomo, l’isola è un luogo circoscritto in cui sperimentare, riflettere e rigenerarsi. PITTI_ISLAND, tema guida dell’estate 2022, sarà un’isola immaginaria che non si isola, ma che si rapporta con la terra ferma in uno scambio continuo, dove ognuno è chiamato a reinterpretare la propria isola secondo i valori della propria filosofia di brand.  DIS introduce Sustainable Island, un luogo in cui l’ambiente fisico e quello virtuale si incontrano per dare vita a collezioni realizzate con materiali innovativi e biodegradabili, con l’obiettivo di restituire alla terra le risorse che vengono prese in prestito.

La sneaker “Terra” è realizzata a filiera corta, grazie alla collaborazione di aziende e fornitori di semilavorati che si trovano in un raggio di appena 10 Km fra le province di Macerata e Fermo, per una produzione 100% made in Italy. Terra viene realizzata in pellame di vitello metal free certificato, la sua suola è in una speciale mescola di gomma che, grazie ad un enzima presente al suo interno, si degrada quasi completamente, mentre il sottopiede è composto da fibra di mais e lana. Tutti i componenti interni della calzatura sono certificati biodegradabili, e l’incollaggio è eseguito ad acqua. Tutto questo permette alla scarpa di biodegradarsi già al 90% dopo 180 giorni una volta smaltita. Durante l’utilizzo, la scarpa resta intatta: è infatti l’ambiente batterico della discarica a rendere possibile l’attivazione del processo di degradazione.  Sarà inoltre presentata una Limited Edition con grafiche realizzate dall'artista Benito Macerata acquistabile esclusivamente sulla piattaforma B2B Fashion Blitz, che, in partnership con ABC Digital Transformation e ESC Group,  ha dato vita a un servizio innovativo per presentare le collezioni ai migliori negozianti italiani ed europei. DIS ha reinventato lo spazio fisico grazie ad un innovativo concept Made to Order che permette di sfruttare al massimo tutte le innovazioni in ambito retail, con un sistema omnichannel in cui il cliente è al centro dell’esperienza di acquisto. Il canale online viene supportato da quello offline con tre differenti soluzioni: tailor, corner e monobrand.  Il cliente vivrà un'esperienza d'acquisto coinvolgente, grazie al 3D viewer integrato sulla pagina web sarà infatti possibile apprezzare tutti i dettagli della calzatura, zoomando su di essi o ruotando la calzatura a 480 gradi,  infine con l'AR (Realtà Aumentata) sarà possibile visualizzare la calzatura nello spazio circostante. 

Durante i giorni della manifestazione sarà allestita al Padiglione Centrale Salone Alfa presso lo stand 11 del brand DIS una postazione per il “Virtual Try On” (indossato virtuale): sarà infatti possibile indossare virtualmente ai piedi le calzature grazie alla realtà aumentata  prima di acquistarle.   Presentare la collezione di calzature in 3D, significa risparmiare sui costi di realizzazione di campioni fisici. Disegnato il modello è infatti possibile realizzare infinite varianti di materiale/colore dell’articolo, visto l’alto livello di fotorealismo raggiunto oggi da questa tecnologia. Tutto questo è stato possibile grazie alla piattaforma sviluppata da Future Fashion

L'adozione di queste nuove tecnologie rende l’industria della moda più sostenibile, in linea con l’ideologia del brand DIS, per la salvaguardia del futuro del nostro pianeta. Oggi DIS ha un catalogo virtuale di 60 milioni di calzature fruibili digitalmente grazie al configuratore 3D, realizzabili su ordinazione in soli 10 giorni grazie alla digitalizzazione di tutta la filiera produttiva. Oltre 35 punti vendita nel mondo hanno scelto DIS, riducendo l’invenduto, dando più servizio al cliente attraverso la personalizzazione e riducendo le emissioni di CO2. Welcome to our Sustainable Island


www.dis.shoes
Pitti Immagine Uomo Fantastic Classic 
Padiglione Centrale, Salone Alfa - 11

Contatti Pr 
Sara Maglianesi - Omnichannel Manager
sara@dis.shoes
www.dis.shoes

Startup e innovazione

Future Fashion presenta la Piattaforma che rivoluziona il mondo della moda con 3D e AR

Il 15 giugno 2022 torna Viva Technology, uno dei più importanti eventi internazionali nel settore dell'innovazione e dell'alta tecnologia. La manifestazione, giunta alla sua sesta edizione, si svolgerà in formato ibrido, in presenza a Parigi e online. Tre giorni intensi che vedranno protagoniste startup, investitori, gruppi internazionali e ospiti di fama mondiale. Future Fashion salirà sul palcoscenico dell’innovazione per una delle più grandi challenges mondiali che ogni anno connette startup di tutto il mondo. Dopo esser entrata nel portafoglio di Startup Wise Guys, Future Fashion si presenta alle porte di Versailles con la sua piattaforma, per aiutare i brand della moda a digitalizzare e personalizzare le proprie collezioni, riducendo i costi di produzione del campionario e migliorando la customer experience. Tutto questo è possibile grazie all’utilizzo della tecnologia 3D, tematica che verrà approfondita durante l’evento da Andrea Carpineti, CEO di Future Fashion.

La piattaforma permette ai brand di caricare foto prodotto (o file CAD) e generare modelli 3D low poly altamente fotorealistici, tali da sostituire il campione fisico. Una volta generato il modello 3D di un articolo si possono realizzare infinite varianti materiale/colore fino a digitalizzare tutta la collezione e tagliare  del 70% i costi di campionario.
Il 3D dell’oggetto è integrabile facilmente in qualsiasi sito web tramite 3D viewer dotato di realtà aumentata (AR) con cui è possibile visualizzare l’articolo nello spazio circostante, aumentando l’interazione del cliente con l’oggetto e migliorando del 60% la conversione in vendite.

La piattaforma è versatile e genera in autonomia contenuti multimediali come animazioni, GIF e Video; sempre a partire dal modello 3D si possono generare render in .jpeg ad altissima risoluzione che simulano le viste di un articolo e sostituiscono la fotografia tradizionale di prodotto.   Infine il modello 3D può divenire oggetto di personalizzazione grazie a un configuratore 3D di ultima generazione che Future Fashion mette a disposizione dei propri clienti. Tool real-time, provvisto di realtà aumentata e di un backend che consente la gestione end-to-end di tutto il ciclo del bene, dalla personalizzazione alla spedizione fisica del bene, passando per il controllo degli stadi di avanzamento della produzione.  

Sarà possibile toccare con mano la tecnologia al Viva Tech di Parigi e ancor prima a Expo Riva Schuh & Gardabags, dall’11 al 14 giugno Padiglione D - Stand A19, dove Future Fashion ha già vinto il premio Innovation Village Retail dell’ultima edizione.
Per gli amanti della moda, Future Fashion collabora già con brand come Armani o Testoni e porterà la propria tecnologia anche al Pitti, applicata al brand DIS, Design Italian Shoes, al Padiglione Centrale, Salone Alfa - 11. 

DIS produce calzature personalizzate e si presenta alla #sustainableisland con la sneaker “Terra”, realizzata a filiera corta e biodegradabile al 90% in 180 giorni. Durante i giorni della manifestazione il brand allestirà una postazione per il “Virtual Try On” - indossato virtuale - e sarà possibile indossare virtualmente ai piedi le calzature prima di acquistarle grazie alla realtà aumentata fornita da Future Fashion.    
Viva Technology Parigi

Pitti Immagine Uomo
Padiglione Centrale, Salone Alfa - 11 Expo Riva Schuh & Gardabags
Padiglione D, Stand A19


--------------------
Contatti Pr 
Eros Annessi - Business Development Manager  
eros@futurefashionsolution.comwww.futurefashionsolution.com
Architettura e design Arte e cultura

Extravega invita a cena in fabbrica, tra bellezza, arte e design

“Cena in fabbrica celebrando la bellezza, l’arte e l’essere umano”: è il tema dell’evento organizzato martedì 7 giugno da Extravega Architectural Fabrications in occasione della Milano Design Week. L’azienda milanese, attiva a livello mondiale con le sedi di Londra, New York, Dubai e Sydney, ospita presso il quartier generale di Paderno Dugnano una selezionata platea di ospiti italiani e internazionali, in rappresentanza del mondo dell’architettura e del design, per comunicare il proprio impegno come società benefit e inaugurare uno splendido murales di oltre 100 metri di lunghezza creato - sui muri esterni della sede - dall’artista milanese Federico Massa a.k.a. Iena Cruz e dedicato al tema della sostenibilità e della salvaguardia della natura. 

Il murales affronta tematiche culturali, valori e note ambientali cui Extravega è più sensibile: una vocazione imprenditoriale votata al bene comune e un’economia produttiva rispettosa della natura e delle risorse ambientali. Il murales, realizzato con vernici speciali anti-smog particolarmente efficaci in un territorio  a forte impatto d’inquinamento, sviluppa due scenari diversi ma complementari, che raccontano in parallelo la dimensione di creatività, lavoro e di cultura in Extravega. Sul muro di destra è rappresentato un mix tra terra e spazio abitato da un branco di lupi in movimento, che simboleggia la corsa delle idee che “entrano” in azienda per prendere vita e diventare opere architetturali esclusive e oggetti d’interior unici.

«Come nella vita del branco ogni lupo ha un compito da assolvere, così in azienda si condividono valori e obiettivi comuni per procedere forti e compatti verso il futuro», spiega Iena Cruz. Il muro di sinistra presenta un panorama freddo e tagliente, come i materiali – acciaio e vetro – spesso usati da Extravega. «Un posto sperduto in cui si cela un messaggio subliminale sulla preservazione delle specie protette e le problematiche ambientali, come lo scioglimento dei ghiacciai, e un grido d’aiuto lanciato da un orso polare».

«Vogliamo mantenere e rafforzare la nostra presenza dinamica in questo percorso di sviluppo e innovazione continua, integrato dai criteri della sostenibilità ambientale e sociale, coerenti con il nuovo oggetto sociale che ci qualifica come società benefit», aggiunge Antonio Rillosi, CEO di Extravega, che oggi occupa direttamente e nella filiera delle imprese partner quasi un centinaio di addetti. «Spargere bellezza ovunque nel mondo come segno di un bene più grande per tutti: questa è la fiamma che alimenta il nostro lavoro, dall’attenzione alla qualità dei dettagli di opere architetturali e di interni, alla soddisfazione che proviamo durante la fase dell’installazione, fino alla consegna nelle mani del cliente di quello che abbiamo realizzato a regola d’arte per lui».


Fondata nel 1985 come carpenteria metallica, dopo oltre trent’anni di attività e più di 4 mila progetti realizzati, Extravega è oggi un gruppo che opera in tutto il mondo nei settori dell’architettura e del design, specializzata in esclusive lavorazioni artigianali (su legno, vetro, metalli) e aggrega altre entità come Extravega Construction Management e TIS The Italian Sign rivolto al mondo office. La natura eclettica di Extravega ha portato a sviluppare numerosi produzioni in collaborazione con architetti e designer di fama mondiale, realizzando progetti su misura con differenti livelli di complessità tecniche e produttive: costruzione di opere architetturali, di allestimenti di spazi fieristici, oggetti di arredamento, opere d’arte e di design.

--------------------------------------------------
Info e contatti stampa:
Jolyne Marcato
+39 3312756440
jolyne.marcato@extravega.com

Architettura e design Economia e finanza

Quando la sostenibilità sposa la bellezza: il murales e la fabbrica di design

Milano - Martedì 7 giugno sarà inaugurato il murales realizzato dall’artista milanese Federico Massa a.k.a. Iena Cruz, che ha rappresentato in uno story board lungo oltre 100 metri, sui muri perimetrali dello stabilimento, le tematiche culturali e ambientali cui Extravega è più sensibile: una vocazione imprenditoriale votata al bene comune e un’economia produttiva rispettosa della natura e delle risorse ambientali. 

Il murales, realizzato con vernici speciali anti-smog particolarmente efficaci in un territorio  a forte impatto d’inquinamento, sviluppa due scenari diversi ma complementari, che raccontano in parallelo la dimensione di creatività, lavoro e di cultura in Extravega. Sul muro di destra è rappresentato un mix tra terra e spazio abitato da un branco di lupi in movimento, che simboleggia la corsa delle idee che “entrano” in azienda per prendere vita e diventare opere architetturali esclusive e oggetti d’interior unici.

«Come nella vita del branco ogni lupo ha un compito da assolvere, così in azienda si condividono valori e obiettivi comuni per procedere forti e compatti verso il futuro», spiega Iena Cruz. Il muro di sinistra presenta un panorama freddo e tagliente, come i materiali – acciaio e vetro – spesso usati da Extravega.

«Un posto sperduto in cui si cela un messaggio subliminale sulla preservazione delle specie protette e le problematiche ambientali, come lo scioglimento dei ghiacciai, e un grido d’aiuto lanciato da un orso polare». «Vogliamo proseguire e impegnarci sempre di più in questo percorso integrato, di sviluppo e innovazione continua con criteri di sostenibilità ambientale e sociale, coerenti con il nuovo oggetto sociale che ci qualifica come società benefit», aggiunge Antonio Rillosi, CEO di Extravega, che oggi occupa direttamente e nella filiera delle imprese partner quasi un centinaio di addetti. «Spargere bellezza ovunque nel mondo come segno di un bene più grande per tutti: questa è la fiamma che alimenta il nostro lavoro sin dal 1985, dall’attenzione alla qualità dei dettagli di opere architetturali e di interni, alla soddisfazione che proviamo durante la fase dell’installazione, fino alla consegna nelle mani del cliente di quello che abbiamo realizzato a regola d’arte per lui».


Info e contatti stampa:
Jolyne Marcato
+39 3312756440
jolyne.marcato@extravega.com

Eventi e spettacolo

IL TALENTUOSO PROFESSOR LOMBARDI DAI BANCHI DI SCUOLA ALLA TV

Alberico Lombardi, professore talentuoso dell’istituto Carlo Levi di Portici, già noto alle cronache campane per essere promotore e ideatore di tanti eventi benefici e di solidarietà, spesso legati al mondo della disabilità, è sbarcato in queste settimane con grande successo nel mondo della tv.  Raggiunto alla vigilia dell’ultima puntata di AperiAlbeshow format da lui ideato nato inizialmente sul web e approdato da aprile negli studi di tele A, ci racconta con entusiasmo questa sua ultima avventura, dove conduce e canta accompagnato dal maestro Mautone.  

A vederlo sullo schermo non sembra la sua prima esperienza televisiva, per quanto “buchi il video” mescolando una non comune empatia e simpatia supportate da una dialettica importante che gli permette di affrontare gli argomenti più disparati. In due mesi di trasmissione Alberico ha trasferito tutto il mondo in cui vive quotidianamente e i valori in cui crede, parlando anche di bullismo e disabilità dando voce direttamente ai protagonisti di emozionanti storie. Se lui ci racconta di dovere tutto per quest’occasione tv alla sua partner, l’inossidabile Lorenza Licenziati, vera e propria regina delle tv private fin dagli anni 90 di cui tesse le lodi, e di come questo programma sia stato per lui un’ancora di salvezza in un momento privato molto difficile, guardando la trasmissione, ascoltandolo cantare con coinvolgente intensità e vedendolo interloquire con il pubblico a casa che numerosissimo ha seguito il programma decretandone il successo, ci si accorge di come il palcoscenico televisivo sia sicuramente un luogo congeniale all’eclettico professore napoletano.

Una parentesi o un nuovo inizio? Il prof Lombardi non si sbilancia, e ci risponde scherzosamente con le parole di Battisti “ lo scopriremo solo vivendo”. Un appuntamento certo con lui è invece quello con un evento dal vivo, la nuova edizione di “insieme per il cuore di Andrea” il 29 giugno in quel di Portici nella splendida cornice di villa Mascolo, una serata per raccogliere fondi per l’acquisto di defibrillatori.
Startup e innovazione

Il business advisor My Draco registra un record di fatturato 2021 (+150%) nel segmento Startup (Martech e Adtech)

Posizionandosi come interlocutore privilegiato e specializzato tra le startup e il mondo dei Fondi, Venture Capital, delle Agenzie Digitali e alcune Corporate My Draco ha raggiunto un track record di tutto rispetto con 30 startup clienti, 5 partecipate, 1 Exit conseguito e la gestione di operazioni straordinarie (fundraising e M&A) per circa 9 milioni e oltre 2 Milioni di new business generato per le startup clienti.

La mission aziendale è quella di accompagnare e guidare le startup già in go to market in un percorso che parte dalle operazioni di fundraising, passando per l’accelerazione commerciale e il posizionamento di mercato, per arrivare all'exit entro il quinto anno di vita.

I principali servizi di consulenza strategica proposti da My Draco alle startup sono prevalentemente la gestione delle operazioni straordinarie di M&A e Fundraising, l'ottimizzazione del posizionamento di mercato e l'accelerazione commerciale.

La strategia aziendale futura prevede di aumentare il numero di startup clienti, sia nel contesto di specializzazine (Martech e Adtech) che nelle nuove frontiere Blockchain, NFT e Metaverso, oltre ad aumentare le partecipazioni nelle startup; ad oggi sono state fatte 5 partecipazioni ma l'obiettivo è quello di arrivare a raggiungere le 15 partecipazioni in startup made in Italy ad alto potenziale nei prossimi 2 anni.

"Tutto questo è stato possibile - ha dichiarato Stefano Vendramini CEO e Founder di My Draco - grazie principalmente a 3 fattori; la scelta di specializzarsi prevalentemente nel settore delle startup digitali, ad avere integrato alle strategie Finanziare quelle di Marketing e ad un modello di vendita consulenziale success fee oriented".

Salute e benessere

Stimolacollagene.it: il nuovo portale scientifico sulla proteina anti-invecchiamento

Informazioni scientifiche e nuovi sviluppi contro l'invecchiamento dei tessuti: tutto su Stimolacollagene.it.
Cos'è il collagene? Che impatto ha sulla salute della nostra pelle e, più in generale, dei nostri tessuti? Che aiuto può darci nel rallentare il processo di invecchiamento? Stmolacollagene.it si occupa di rispondere a questi e altri interrogativi. Nato con l'obiettivo di produrre e diffondere informazioni scientifiche attendibili, fruibili su larga scala, il portale propone articoli di approfondimento redatti da autorevoli medici, che spiegano in dettaglio la vasta gamma di conoscenze relative ad una delle più importanti e sorprendenti proteine del nostro organismo: il collagene.

Il portale si articola in diverse sezioni, che trattando i diversi aspetti legati al collagene; nello specifico: COLLAGENE, BENEFICI, TRATTAMENTI, MAGAZINE, DOC, LOCATOR, CONTRIBUTOR SCIENTIFICI

Nella sezione Collagene vengono spiegati in dettaglio natura e ruolo del collagene, che rappresenta un quarto delle proteine dell’organismo e costituisce, di fatto, l’impalcatura dei tessuti, che proprio grazie al collagene si mantengono tonici ed elastici.  Sulla base di fonti scientifiche documentate, vengono poi illustrati alcuni degli utilizzi del collagene, con le relative implicazioni, anche di natura sociale e religiosa.

Nella sezione dei benefici, articoli scritti dai medici contributor del progetto approfondiscono alcune tematiche di interesse nel vasto mondo del collagene - dove si trova il collagene, e come può essere stimolato, ad esempio - sottolineando gli effetti che questa proteina ha sul nostro organismo in una serie di circostanze, come durante la menopausa, o in relazioni alle rughe e al processo di invecchiamento e deterioramento dei tessuti.

Nella sezione dei trattamenti, gli articoli dei medici affrontano le applicazioni che permettono di stimolare la produzione di collagene in zone specifiche del nostro corpo. Per il viso, tra i trattamenti più diffusi ci sono la biostimolazione, finalizzata a contrastare l’invecchiamento cutaneo e gli inestetismi della pelle. Di grande interesse anche il microneedling, che agisce sulla stimolazione dei fibroblasti ed è indicato per una vasta gamma di situazioni problematiche della cute e inestetismi. Stesso discorso vale per il laser, che vanta una vasta gamma di applicazioni.  Il PRP (trattamento con Plasma Ricco in Piastrine) rappresenta una nuova frontiera per la medicina estetica e permette ottimi risultati nella rigenerazione di cellule e tessuti, prestandosi a utilizzi anche in ambito ortopedico e post-operatorio.

Nella sezione magazine vengono proposti una serie di articoli in linea con le domande più frequenti riguardanti invecchiamento cutaneo, rughe e stimolazione di collagene. Il magazine viene arricchito costantemente con contenuti sempre nuovi.
Il doc locator rappresenta un servizio per gli utenti che vogliono avere maggiori dettagli circa i medici che hanno preso e prenderanno parte al progetto stimolacollagene.it: per ognuno sono presenti precisi riferimenti e una scheda di approfondimento, con informazioni professionali e contatti.

Nella sezione dei contributor scientifici viene espressa la vision del progetto, che è quella di diffondere la conoscenza medica in modo corretto e largamente accessibile, in quanto bene collettivo di primaria importanza. L’obiettivo è quindi quello di dare la possibilità ad ogni utente di poter contare su informazioni attendibili, per potersi informare in modo diretto e consapevole circa i temi del collagene e, più in generale, dell'invecchiamento dei tessuti.

Il portale è in continua evoluzione, grazie a nuovi articoli e a nuovi contributor, che si aggiungono costantemente al progetto, garantendo contenuti sempre più ricchi e specifici  su ciò che si muove intorno a questa sorprendente proteina del nostro corpo. 

Per ulteriori informazioni:
https://www.stimolacollagene.it
info@stimolacollagene.it

Natura e ambiente Scienza e tecnologia

La sostenibilità dei fanghi biologici in agricoltura nell’era dell’economia circolare e della resilienza

Le ultime crisi globali, da quella finanziaria del 2008 a quella pandemica del 2020-2021, ma soprattutto l’attuale conflitto russo-ucraino, ripropongono infatti con forza all’attenzione dell’opinione pubblica e dei decisori di tutto il mondo il tema dell’autosufficienza alimentare, intesa come autonomia e controllo nazionale delle risorse. Il tema ha profonde implicazioni economiche, politiche e sociali, ma anche di sostenibilità e responsabilità ambientali.

In questo scenario così complesso ed in rapida evoluzione, il costante progresso scientifico ha per di più portato ad una maggiore attenzione per i potenziali effetti tossicologici derivanti dall’impiego in agricoltura di matrici fertilizzanti al fine di garantire il corretto recupero di nutrienti e sostanza organica in una logica di promozione dell’economia circolare in agricoltura. Nonostante tali matrici fertilizzanti impiegate vengano già oggi sottoposte, costantemente, ad analisi di laboratorio, al fine di valutare il rispetto dei limiti di concentrazione delle sostanze inquinanti, così come previsto dalla normativa vigente, la ricerca condotta nell’ambito del progetto BIOMASS-Hub, si presenta come la prima ricerca scientifica che valuta l’effetto eco-tossicologico di un ampio ventaglio di matrici, comunemente utilizzate sui suoli, come fertilizzati organici, urea, compost da umido, digestati zootecnici e da fanghi, reflui suini, gesso di defecazione, Fango R10.

Lo studio si inserisce appunto nel più ampio progetto BiomassHub - BIOMetano per unA Società Sostenibile: sviluppo di un Laboratorio Italiano di Circular Economy dal biometano, uno dei 33 progetti ad altissimo tasso d’innovazione vincitori del bando di Regione Lombardia “Call Hub Ricerca e Innovazione” che prevede la creazione di una bioraffineria per la produzione integrata di biocombustibili, biometano, energia, fertilizzanti e biomateriali.  Un concreto esempio di HUB Tecnologico Integrato, in cui soggetti pubblico-privati con know-how, expertise e tecnologie complementari tra loro e che possono assicurare forti ricadute sul piano economico/sociale/ambientale, collaborano per la creazione e lo sviluppo di impianti tecnologici e biotecnologici altamente evoluti e competitivi, valorizzando il biometano e gli scarti della sua produzione in un’ottica di economia circolare.

L’incontro, moderato da Jacopo Giliberto – il Sole 24 ORE, ha previsto una sessione introduttiva dedicata alle politiche regionali per la sostenibilità ambientale con l’Assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia – Raffaele Cattaneo, nonché la presentazione dei risultati della nuova campagna di controllo straordinaria sull’attività di recupero dei fanghi in agricoltura con Anna Betto – Dirigente del Settore Tutela Ambientale, Promozione del Territorio e Sostenibilità della Provincia di Pavia.

A seguire la divulgazione degli esiti dell’importante Studio sull’eco-tossicità di suoli fertilizzati e relative matrici a confronto con il Prof. Marco Guida Professore Ordinario presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II che nel merito ha dichiarato : “Alla luce dei dati biologici ed eco-tossicologici ottenuti con le sperimentazioni effettuate presso il nostro dipartimento, si può affermare che l’utilizzo delle matrici fertilizzanti di origine biologica possono considerarsi, alle concentrazioni d’uso applicate, al di sotto di un rischio ambientale apprezzabile.”

Chiude la prima parte del Convegno dedicato ai temi della sostenibilità dei fanghi biologici recuperati in agricoltura il Prof. Fabrizio Adani Professore Ordinario presso l’Università degli Studi di Milano che ha intrattenuto i convenuti sul tema Fanghi ed Economia Circolare. “ Il recupero dei nutrienti e della sostanza organica dalle biomasse è prioritario per la sostenibilità delle produzioni agricole e la sostituzione dei concimi chimici di sintesi, se avviene in un contesto di Economia Circolare, ovvero, di proposta di modelli che vadano oltre il semplice riciclo di materia”, dichiara Adani.  

La seconda sessione del Convegno è stata dedicata invece al confronto fra gli stakeholder e si è aperta con l’intervista del Professor Stefano Masini Capo Area Ambiente di Coldiretti e del Vice Presidente Nazionale di Confagricoltura Matteo Lasagna sui temi attualissimi dell’autonomia alimentare e dell’agricoltura circolare, per proseguire con il dialogo – opinioni a confronto - sulle tematiche più specifiche dell’ innovazione e della sostenibilità con la Coordinatrice  del Settore Acque di Utilitalia –  Tania Tellini, il Responsabile del Reparto Suolo e Rifiuti ISS Roma – Eleonora Beccaloni, il Dirigente ARPA Lombardia – Sergio Padovani, il Responsabile Scientifico di Legambiente Lombardia – Damiano Di Simine e Giuseppe Croce – Agronomo, cda Ordine degli Agronomi e Forestali della Lombardia.  

I promotori del Convegno Gianmaria Visconti, CEO del Gruppo Visconti e Francesco Natta, CEO Gruppo Neorisorse hanno dichiarato altresì: “L’importante contributo scientifico che è stato presentato oggi, frutto dello sforzo congiunto fra pubblico e privato, voluto fortemente in questi anni da Regione Lombardia, ha fatto più chiarezza sul tema della sostenibilità del recupero della sostanza organica nei suoli, di cui i fanghi biologici di depurazione sono ricchi. I cambiamenti climatici in atto e l’obbiettivo di una sempre più urgente autosufficienza alimentare e di materie prime, impongono una forte presa di coscienza dell’importanza di tale attività, che deve essere condotta con la massima cura ed attenzione, a vantaggio dell’intera collettività”.
Startup e innovazione

Al via Crowdlegal: cause legali finanziate in crowdfunding (e aziende salvate dal fallimento)

Milano - Negli ultimi anni, le prospettive economiche sono divenute incerte e, con queste, sono cresciuti gli insoluti relativi a vendite a credito. Insomma, anche gli imprenditori più preparati sono alle prese con clienti che fanno resistenza, così da pagare il più tardi (e il meno) possibile. Vi sono poi problematiche per la tutela del marchio e, perché no, anche casi di concorrenza sleale, soprattutto dall’estero. Il risultato? L’aumento spropositato delle spese legali per tutelare tutto ciò che, secondo ogni logica, spetta a noi o alla nostra azienda. In questo contesto si inserisce però Crowdlegal®, portale di Legal Action Crowdfunding® ideato e realizzato da Opstart (in partnership con lo studio legale DWF) con l’obiettivo di raccogliere finanziamenti per azioni legali, il tutto tramite l’equity o il lending crowdfunding. Crowdlegal permette quindi a chi ha necessità di promuovere un’azione legale, non avendo attualmente le disponibilità economiche per farlo, di finanziarne tutti i costi.  Senza dimenticare che l’utilizzo del portale porta con sé l’eliminazione delle lungaggini burocratiche e una conseguente maggiore velocità nel reperimento dei capitali. Insomma, un grosso vantaggio, rispetto al canale “classico” degli istituti di credito.

Generalmente, in una controversia legale, la parte finanziariamente più forte ha maggiore facilità nella gestione della causa, non avendo problemi di spesa. Spesso, una delle strategie, è infatti quella di dilatare i tempi del pagamento, intraprendendo una causa legale, così da mettere alle strette la controparte. Il risultato? Spesso, capita di assistere al fallimento della parte finanziariamente più debole” ci dice Giovanpaolo Arioldi, CEO di Crowdlegal. “Con Crowdlegal, speriamo veramente di risparmiare, a molte aziende, importanti difficoltà economiche o, in casi estremi, il fallimento” conclude Arioldi.

Ma come funziona, Crowdlegal, nei particolari?
Ogni azione legale, proposta tramite il portale, viene sottoposta a due diligence dal team e da DWF, così da verificarne il rispetto dei requisiti di finanziabilità e di redditività, oltre che la probabilità di successo in tribunale. Qualora l’analisi dia esito positivo, si procederà quindi a pubblicare l’offerta di investimento sul sito, così da raccogliere i capitali utili a finanziare la causa. Come ultimo passo, i capitali raccolti saranno erogati alla società promotrice dell’azione legale, così da coprire le spese per la causa vera e propria. E, quale il ritorno sull’investimento, per i finanziatori? In caso di buon esito della questione (a seguito di una sentenza favorevole o di un accordo transattivo) i finanziatori riceveranno una parte delle somme riconosciute alla società finanziata.


Maggiori informazioni su Crowdlegal:
Crowdlegal è un marchio registrato di proprietà di Opstart. Opstart, società fondata nel 2015, nel corso degli anni ha realizzato più di 100 campagne di crowdfunding, con 16.000 investitori e oltre 70  milioni di euro in capitali raccolti (27 milioni solo nell’ultimo anno).
Arte e cultura Eventi e spettacolo Moda e lifestyle

Parità e rappresentazione di genere nell’industria video-musicale, il talk di Videoclip Italia Awards 2022

A pochi giorni dalla prima edizione di Videoclip Italia Awards gli organizzatori annunciano un incontro per discutere di rappresentazione di genere e sessismo nell’ambito del videoclip insieme ad alcune delle professioniste più attive in questa forma d’arte. L’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio alle 18.30 al club Monk a Roma, dove dopo il dibattito si terrà un incontro di networking, la cerimonia di premiazione di Videoclip Italia Awards e infine una festa aperta a tutti per celebrare i protagonisti dell’industria del videoclip. L’intero evento è gratuito per tutti.

Il panel Sex, Lies and Videoclip. Parità e rappresentazione di genere nell’industria video-musicale vedrà intervenire Giada Bossi (regista), Matilde Composta (aiuto regista e produttrice), Paula Ling Yi Sun (regista), Manu Mortera (regista) e Francesca Pavoni (direttrice della fotografia), tutte professioniste conosciute per il loro lavoro con artisti quali Mahmood, Blanco, Myss Keta, Ghemon, Gazzelle, Dark Polo Gang, Tutti Fenomeni, Lim, Mecna, Tiromancino, Cor Veleno, Take That, Boyz II Men e molti altri. A moderare l’incontro saranno la presidente di Women in Film, Television & Media Italia Domizia De Rosa e la critica Chiara Zanini, introdotte da Alessio Rosa, condirettore di Videoclip Italia Awards. Il panel affronterà uno dei temi più dibattuti all’interno della redazione di Videoclip Italia, web magazine dal quale è nata l’idea di Videoclip Italia Awards, il primo evento annuale che premia e fa incontrare in presenza i professionisti dell’ambito del videoclip.

Women in Film, Television & Media Italia è stata da subito coinvolta, perché come spiega la presidente Domizia De Rosa «Puntare un riflettore sulle zone d'ombra è quello che fa da sempre WIFTMI. Per questo abbiamo aderito con piacere a questa opportunità di illuminare le professionalità e le professioniste nel mondo del videoclip italiano, del quale troppo poco si parla in termini di industria dello schermo oltre che della musica. Con questo panel avviamo una conversazione che crediamo sia importante proseguire e che riguarda non solo le competenze ma anche e molto la rappresentazione».

Anche Alessio Rosa, condirettore del premio insieme a Nicola Marceddu, è dello stesso avviso: «Vogliamo che i Videoclip Italia Awards siano anche e soprattutto un momento di incontro e di dibattito, e in questo senso il tema della parità e della rappresentazione di genere è uno dei più urgenti. Quella del videoclip in Italia è un’industria molto informale, poco strutturata, ma al tempo stesso rilevante nella formazione dell’immaginario collettivo, perciò crediamo sia davvero necessario riflettere sul perché esista un gender gap e su come questo agisca quotidianamente. Per questo motivo oltre ad alcune protagoniste della scena video-musicale degli ultimi anni abbiamo voluto con noi anche Women in Film, Television & Media Italia, l’associazione di riferimento per chi nell’industria audiovisiva voglia darsi l’obiettivo della parità di genere».

Dopo il panel Sex, Lies and Videoclip. Parità e rappresentazione di genere nell’industria video-musicale la serata al Monk proseguirà con un aperitivo di networking e con la cerimonia di premiazione condotta da Luca Vecchi (attore e sceneggiatore, componente del gruppo comico The Pills) e Riccardo Salvi (filmmaker anarchico), nel corso della quale verranno assegnati premi per tutte le categorie professionali coinvolte nella realizzazione di videoclip in Italia, incluso un premio per il miglior video di animazione, uno per il miglior video low budget, più un premio per il miglior videoclip internazionale.

I finalisti sono stati selezionati da un’ampia giuria di esperti del settore, tra cui i registi Virgilio Villoresi e Francesco Lettieri e le direttrici della fotografia Daria D’Antonio e Francesca Amitrano. Verrà inoltre assegnato un premio per il videoclip più votato da una giuria formata da studenti di tre diverse scuole di cinema(Naba di Roma, Civica Scuola di cinema Luchino Visconti di Milano e Accademia di Belle Arti di Palermo). 

La giornata si concluderà con un after party affidato al dj set di Deep ‘n Dance (Narco Groove, House, Disco Funk), a partire dalle 23. 
L’evento è gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione è obbligatoria solo per la cerimonia di premiazione.
Per prenotare: www.videoclipitaliaawards.com/accrediti/ 



MATERIALI STAMPA
PROGRAMMA COMPLETO (dettagli su panel, networking, premiazione e after party): www.videoclipitaliaawards.com/programma-2022/ 

Link a tutti i materiali destinati alla stampa: https://docs.google.com/document/d/1UUNuJgZnXzP8ergpNED3Sx4a4tokMnWvqDnBlUuIIzg/edit


Per tutte le altre informazioni: www.videoclipitaliaawards.com
info@videoclipitaliaawards.com
tel. 3284574439