Cronaca

SICUREZZA SUL LAVORO: TROPPI MORTI! ACCADEMIA XFIRE OFFRE 100 CORSI PRO-BONO PER LA FORMAZIONE OBBLIGATORIA.

Accademia XFIRE elargisce 100 corsi di formazione generale lavoratori oppure di aggiornamento specifico, obbligatori per tutti, per consentire di provare una formazione efficace, che ha lo scopo di sensibilizzare e non di sanzionare. I corsi sono pro-bono perché sono per il bene di tutti. La sicurezza sul lavoro riguarda la comunità intera, siamo tutti lavoratori con il diritto a salvaguardare la nostra salute sui luoghi di lavoro. La formazione per la sicurezza sul lavoro è spesso percepita solo come un adempimento, un obbligo, un costo per l’azienda e una perdita di tempo per il lavoratore. Ma quali sono i motivi di tanta disaffezione nei confronti di un tema così importante? E’ tutta colpa delle aziende? Accademia XFIRE è solita sottoporre ai discenti un test pre-corso sulle aspettative della formazione e, grazie ad un’esperienza decennale e ai tanti test raccolti, siamo in grado di capire che, per lavoratori e aziende, le tecniche tradizionali usate per la formazione sono desuete, inefficaci, talvolta addirittura favoriscono una reazione di rifiuto delle regole. I test somministrati al termine della formazione con Accademia XFIRE invece, danno risultati decisamente confortanti! I discenti sottolineano l’empatia cognitiva dei nostri docenti, l’utilità dei contenuti, lo stile di comunicazione fresco, nuovo, accattivante, gli strumenti tecnologici innovativi, uno su tutti i visori con la realtà virtuale. Di qui la decisione di far provare sul campo una formazione disruptive, che sovverte la vecchia comunicazione tradizionale e promuove l’ascolto attivo, incoraggia la partecipazione e la diversità di opinioni, con l’obiettivo di fare davvero cultura della sicurezza.

Marco Vacca, CEO di XFIRE, spiega così la sua posizione: “Quelli del marketing e i grandi marchi parlano di BRAND ACTIVISM - attivismo di impresa: dare voce al cambiamento facendosi promotori di una determinata causa di stampo sociale, ambientale, politico o economico. Io penso che l’attivismo si debba tradurre in azioni concrete ed è quello che voglio fare con Accademia XFIRE: erogare 100 corsi gratuiti validi ai fini della formazione obbligatoria, con certificato, per far provare a 100 lavoratori di 100 aziende diverse, la formazione XFIRE”.  

Ogni azienda interessata potrà contattare Accademia XFIRE e iscrivere gratuitamente un solo lavoratore a partire da Giugno e fino a Dicembre 2024, per un massimo di 100 posti disponibili. L’offerta è valida sia per il corso di formazione generale lavoratori, sia per l’aggiornamento della formazione specifica. Il programma completo del corso è disponibile alla pagina https://xfire.it/corso-formazione-lavoratori/ e sarà possibile seguirlo in presenza o in videoconferenza sincrona su piattaforma dedicata, come stabilito dalla normativa. Per i partecipanti in aula è incluso il coffee break, per tutti è incluso l’attestato valido ai fini della formazione obbligatoria.
Economia e finanza

Il Dr. Gianmarco Del Prete Trasforma la Clinica San Paolo di Aversa (Caserta) in un Centro di Eccellenza e Viene Riconosciuto come Top Manager Under 35

Il Dr. Gianmarco Del Prete, manager della Clinica San Paolo di Aversa, ha trasformato la struttura sanitaria in un centro di eccellenza nazionale ed è stato recentemente inserito nella selezione di una rinomata rivista americana come top manager under 35 nel campo della salute.

Il Dr. Del Prete, classe 91, è laureato in Medicina e Chirurgia e si è specializzato in Anestesia e Rianimazione all’Università Federico II. Ha dimostrato fin da giovane un'incredibile dedizione e competenza, diventando uno dei più giovani anestesisti in Italia, grande appassionato e studioso della tecnologia, della gestione dell'impresa e dell'economia in generale.

La clinica, situata nella provincia di Caserta, è passata dall'essere una media struttura di provincia a diventare un vero e proprio centro di rilievo e di eccellenza. Sotto la sua direzione, vanta ora una delle migliori organizzazioni strutturali e logistiche volte al servizio del paziente, una delle migliori piastre endoscopiche digestive della regione, un laboratorio di analisi all'avanguardia, un servizio di chirurgia dell'insufficienza renale che collabora con i migliori medici e molto altro.

Di particolare orgoglio e nota è sicuramente la trasformazione in un centro specializzato per il trattamento dell'Endometriosi, patologia definita da molti esperti del settore una delle più complesse della sfera femminile. La clinica è l'unica struttura in Campania che, in convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale, offre diagnosi e trattamento medico-chirurgico per le donne affette da questa condizione.

"Entrare a far parte di questa selezione di giovani manager è per me un onore immenso. Questo riconoscimento non solo premia il mio impegno, ma anche il lavoro instancabile di tutto il team della Clinica San Paolo," ha dichiarato il Dr. Del Prete.

Il Dr. Gianmarco Del Prete continua a dimostrare che con dedizione, sacrificio ed innovazione è possibile trasformare la sanità locale in un esempio di eccellenza a livello nazionale. La sua leadership e la sua visione stanno portando notevoli benefici alla comunità, migliorando significativamente la qualità delle cure sanitarie in tutto il territorio Nazionale.

Scienza e tecnologia Startup e innovazione

FoolFarm Spa annuncia la costituzione dell’Advisory Board e l’obiettivo IPO entro il 2028

FoolFarm Spa, leader italiano e tra i maggiori in Europa nel Venture Building specializzato nella creazione di startup nel settore dell'Intelligenza Artificiale e delle tecnologie deep-tech, con sedi a Milano e Lecce, annuncia la costituzione di un Advisory Board.  

Il nuovo Advisory Board vede l’ingresso di figure esterne di grande prestigio che supporteranno lo sforzo del management nella fase di sviluppo, crescita e consolidamento sul mercato italiano ed internazionale. In particolare, entrano a far parte dell'Advisory Board Riccardo Ruggiero, ex CEO di Infostrada, Telecom/Tim e Tiscali, che ne assumerà la presidenza, il Prof. Carlo Alberto Carnevale Maffè dell’Università Bocconi, Massimo Castelli (Presidente del CdA di FoolFarm Spa) e l'avv. Marisa Marzo. Questo comitato strategico affiancherà il Consiglio di Amministrazione e il CEO Andrea Cinelli nell'esecuzione del piano industriale 2024-2028, con l’obiettivo di portare FoolFarm Spa alla quotazione in borsa entro il 2028.  

Parallelamente, FoolFarm Spa ha lanciato un aumento di capitale di 9 milioni di euro, destinato a finanziare lo sviluppo di 20 nuove società nel settore dell’intelligenza artificiale e l’apertura della prima sede negli Stati Uniti, con il closing previsto entro l’estate.   

Questo riflette l'interesse del mondo industriale italiano ed internazionale verso la metodologia innovativa di venture building di FoolFarm, la prima “Fabbrica di Startup nell’AI in Italia” che si distingue dai modelli di incubazione e accelerazione per il suo ruolo di cofondatore e la creazione da zero di ogni startup, dotando sempre ogni newco di proprietà intellettuale (brevetto) internazionale e partendo sempre da TRL 0 con investimenti in ogni startup fino a 250k.  

Il piano di FoolFarm è di creare entro il 2028 venti nuove startup nell'intelligenza artificiale, con una primaria specializzazione nell'AI generativa. Negli ultimi anni, FoolFarm ha creato cinque startup da zero (Voiceme, IIO, Fragmentalis, Adimask e Snaproof), depositato sette brevetti e sviluppato un programma di Venture Building per le università, denominato Foolers Village, che supporta la trasformazione delle tesi e delle ricerche degli studenti STEM in startup durante il percorso di tesi. Questo programma si è già diffuso in oltre cinque università italiane, tra cui Lecce, Sassari e Roma Sapienza, con prossime aperture a Bari e Cosenza.  

Recentemente, FoolFarm ha potenziato la propria capacità di sviluppo di progetti imprenditoriali lanciando la prima community di Venture Building digitale, Foolers Village, che conta già centinaia di utenti e aspiranti startupper, con l'obiettivo di creare quattro nuove società solo quest'anno. A tal fine, dall'inizio del 2024, FoolFarm ha lanciato un aumento di capitale di 9 milioni di euro, che consentirà di proseguire nella crescita e negli investimenti in venti nuove società nell'AI e di espandersi ulteriormente in altre università, con un target di dieci università collegate entro il 2028. Inoltre, FoolFarm sta creando partnership per aprire una prima sede negli Stati Uniti e consolidando collaborazioni industriali per sviluppare la propria offerta di corporate venture building sul mercato.  

Commento del CEO Andrea Cinelli: "Sono entusiasta della nascita dell'Advisory Board. Grazie a questo nuovo comitato, possiamo contare su un solido supporto per lo sviluppo del nostro ambizioso piano industriale, volto a creare una nuova Big Thing dell'innovazione nell'IA europea made in Italy. Attraverso il nostro programma universitario, Foolers Village, valorizzeremo il genio dei nostri studenti universitari, trasformando le loro tesi e ricerche in startup di successo".  

Commento di Riccardo Ruggiero: "Sono felice di essere stato chiamato a far parte di questo Advisory Board e di poter partecipare in prima persona al progetto FoolFarm in cui credo fortemente. L'Advisory Board avrà appunto l'obiettivo di supportare lo sviluppo del piano e consolidare il ruolo di FoolFarm attraverso il suo sviluppo sul mercato".  



FoolFarm SpA (www.foolfarm.com)  
FoolFarm SpA, leader europeo nel Venture Building, è stata fondata nel luglio 2020 da Andrea Cinelli, figura di spicco nel panorama digitale italiano (ad es. Libero.it). Focalizzata su Intelligenza Artificiale e tecnologie deep-tech, FoolFarm ha raggiunto traguardi significativi in soli due anni, raccogliendo 5,6 milioni di euro in due round di finanziamento e raggiungendo una valutazione di 30 milioni di euro. Dal 2020, FoolFarm ha 5 Startup. Tra gli investitori di rilievo figurano IBL Banca, SAPA, KPMG e Crif. Con sede nel cuore di Milano, nelle FoolFarm Industries, un hub di innovazione di oltre 1.500 metri quadri, FoolFarm vanta un team di oltre 40 professionisti altamente specializzati. La sua metodologia produttiva semi-industriale combina Venture Building e Open Innovation, accelerando l'innovazione per le imprese con soluzioni ad hoc. 
CONTATTI CON LA STAMPA: press@foolfarm.com
Eventi e spettacolo Motori

The Classics Forum: il summit globale dell’auto d’epoca nel cuore della Motor Valley che si apre al pubblico

The Classics Forum rappresenta una piattaforma globale dedicata a far progredire e consolidare il settore dell'auto da collezione. AssetClassic, nota per il suo fondo di investimento dedicato alle auto d'epoca e per la sua attività a livello di analitica, dati e divulgazione nel settore, co-gestirà le sessioni del sabato insieme a McKinsey. Queste sessioni approfondiranno temi chiave come l'innovazione digitale, la sostenibilità e l’introduzione dei nuovi carburanti ecologici e l’importanza delle competenze manifatturiere necessarie per il futuro sviluppo del settore.
I Partner includono Carrera Eyewear, Breitling, Pirelli e Cars&vintage, oltre a P1 Fuels come Sustainability Partner impegnato a garantire l’adesione dell'evento a un futuro sostenibile nel settore delle auto d'epoca, attraverso l’utilizzo di carburante ecologico per le manifestazioni dinamiche e l’uso di auto e aerei. Canossa, Azienda internazionale con riconosciuta leadership nella realizzazione di eventi motoristici, sarà presente come Experience Partner di The Classics Forum.
La giornata di domenica 2 Giugno, dedicata al pubblico, sarà caratterizzata dall’esposizione di alcune delle auto più importanti e ricercate al mondo e da un’esibizione dinamica lungo un percorso tracciato sulle strade della Tenuta, di auto storiche e da rally. Un momento saliente sarà rappresentato dall’esibizione di volo della pattuglia “Charlie TwentySix” con aerei alimentati da P1 Fuels, per minimizzare l’impatto ambientale.
Per ulteriori informazioni e iscrizioni, si invita a visitare il sito web dell'evento: www.theclassicsforum.com.
Contatto stampa: info@theclassicsforum.com
Food Viaggi e tempo libero

Dalla tecnologia alla tradizione, Virginia Gallucci da ex web developer vola a Brooklyn per insegnare l’arte della pasta fresca

Calestano, 21 maggio 2024 - Dopo una carriera di successo come web developer, Virginia Gallucci ha compiuto una svolta coraggiosa e radicale nella sua vita: ha lasciato il mondo della tecnologia per seguire la sua vera passione e condividere con il mondo l'arte della pasta fatta in casa.  

Questo viaggio straordinario l'ha portata a trasformare la sua casa in un laboratorio culinario a Calestano (Parma), un piccolissimo borgo quasi sconosciuto. Calestano, una gemma nascosta nel cuore della food valley italiana, offre ai turisti un'esperienza unica e autentica. Partecipare, quindi, alle cooking class di Virginia significa non solo imparare i segreti della pasta, ma anche scoprire un angolo d'Italia ricco di tradizione e bellezza, lontano dalle mete turistiche più conosciute.    

In un solo anno, più di 1200 persone hanno visitato Calestano per prendere parte ad una delle masterclass offerte da Virginia, dimostrando, così, l'enorme successo e l'attrattiva dei suoi corsi.    

Ogni lezione è un viaggio nella sua memoria poiché insegna le ricette che l'hanno accompagnata dall'infanzia fino ad oggi. Ogni piatto racchiude i suoni, gli odori e i sapori della sua infanzia, strettamente legati a sua mamma Nadia. Attraverso queste ricette, Virginia condivide non solo una tecnica culinaria, ma anche una parte intima della sua storia e delle sue radici.    

Questa avventura ha superato ogni aspettativa, permettendole di combinare il suo amore per la cucina con la gioia di incontrare e connettersi con persone di diverse culture. I suoi corsi sono diventati un punto di riferimento non solo per chi desidera apprendere nuove tecniche di cucina, ma anche per coloro che vogliono scoprire un luogo autentico ed incontaminato al di fuori del caos delle grandi città.    

Ora Virginia annuncia l'apertura di un pop-up dedicato all'arte della pasta a Brooklyn, New York, previsto per novembre 2024. Questo nuovo spazio temporaneo sarà un'estensione della sua cucina, dove gli appassionati di pasta potranno continuare a imparare e gustare le sue creazioni. Il pop-up offrirà workshop interattivi, dimostrazioni dal vivo e degustazioni, permettendo ai partecipanti di immergersi completamente nell'esperienza culinaria italiana. 

«Aprire un pop-up a Brooklyn è un sogno che si realizza», afferma Virginia Gallucci. «Non vedo l'ora di condividere la mia passione per la pasta fatta in casa con la vibrante comunità newyorkese e di creare nuovi ricordi insieme a persone di tutto il mondo. È un'opportunità incredibile per portare un pezzo della mia Italia a New York e continuare questo straordinario viaggio culinario».   

Per Virginia, il passaggio dallo sviluppo di siti web alle cooking class a Brooklyn rappresenta molto più di un semplice cambiamento di carriera. È stato un viaggio di autodiscovery, una trasformazione radicale che ha portato la sua passione per la cucina dallo sfondo al centro della sua vita. L'apertura del pop-up a New York sarà il culmine di questo viaggio straordinario, un'opportunità di condividere la sua passione con gli appassionati del mondo food anche oltreoceano.  



Virginia Gallucci
Virginia Gallucci è nata a Figline Valdarno, in provincia di Firenze, da madre toscana e padre campano. Questo mix di origini ha fatto sì che Virginia abbia un background culinario ricco di tradizioni che vanno oltre i confini di Parma, città che l'ha adottata da più di 15 anni. Durante la prima pandemia ha iniziato a lavorare come web developer, ma, nonostante il successo professionale, la sua vera passione è sempre stata la cucina, in particolare l'arte della pasta fatta in casa, tramandata nella sua famiglia da generazioni. Nel 2022 Virginia ha deciso di seguire il suo cuore e ha trasformato la sua casa a Calestano in un laboratorio culinario. Le sue masterclass hanno attirato l'attenzione di appassionati di cucina da tutto il mondo, consolidando la sua reputazione come esperta nell'arte della pasta. Oggi Virginia si prepara a portare la sua passione oltreoceano con l'apertura di un pop-up dedicato alla pasta a Brooklyn, New York.

Musica Scuola, istruzione e lavoro

L’Università di Foggia si prepara ad accogliere il FRU 2025

Foggia, 19 maggio 2024 – Con grande successo si è conclusa l'edizione 2024 del Festival delle Radio Universitarie (FRU), ospitata quest'anno dall'Università “La Sapienza” di Roma. Questo importante evento nazionale, che celebra il mondo della radiofonia tradizionale e digitale, vede ogni anno la partecipazione di oltre 35 emittenti universitarie e più di 300 operatori dei media universitari italiani, tutti riuniti sotto l'egida di Raduni, l'associazione degli operatori radiofonici universitari italiani.

La manifestazione, che si è svolta dal 16 al 18 maggio, ha offerto un ricco programma di conferenze, workshop, tavole rotonde e momenti di networking, fornendo a studenti, ricercatori e professionisti del settore un'importante piattaforma per condividere idee, esperienze e innovazioni nel campo della radiofonia. L'evento ha visto la partecipazione di illustri ospiti e relatori, che hanno contribuito con il loro sapere e la loro esperienza a rendere il festival un appuntamento formativo e stimolante per tutti i partecipanti. Ma uno dei momenti clou del FRU 2024 è stato l'annuncio ufficiale che l'edizione del prossimo anno si terrà presso l'Università di Foggia. L'ateneo pugliese, attraverso la sua Web Radio Unifg, coordinata dalla prof.ssa Giusi Antonia Toto, è pronto ad accogliere con entusiasmo il FRU nel maggio 2025. L'Università di Foggia sta già lavorando per organizzare un evento memorabile, all'insegna dell'innovazione e della condivisione, promettendo di continuare la tradizione di eccellenza e creatività che ha caratterizzato il festival negli anni.  

"È un onore per noi ospitare il FRU 2025," ha dichiarato il Rettore dell'Università di Foggia, il prof. Lorenzo Lo Muzio. "Siamo estremamente entusiasti di accogliere i colleghi e i partecipanti provenienti da tutta Italia per il FRU 2025. Questo evento rappresenta un'opportunità unica per contribuire allo sviluppo della radiofonia universitaria, creando uno spazio dedicato al confronto, alla crescita professionale e alla condivisione di idee innovative. La nostra Web Radio Unifg è pronta a diventare il fulcro di questa esperienza, offrendo una piattaforma vibrante e all'avanguardia per tutti gli operatori del settore. Siamo impegnati a garantire un ambiente stimolante e inclusivo, dove ogni voce possa essere ascoltata e valorizzata, promuovendo l'eccellenza e l'innovazione nel panorama della radiofonia universitaria italiana. Non vediamo l'ora di collaborare con tutti voi per rendere il FRU 2025 un evento memorabile e di grande impatto".  

Emozionati per esser stati scelti come sede del prossimo Festival delle Radio Universitarie, siamo certi che l'Università di Foggia, con la sua dedizione e visione innovativa, saprà elevare ulteriormente il FRU 2025 a nuovi livelli di eccellenza. Grazie all’impegno di tutto lo staff della Web Radio Unifg e di tutto il Team del LSi, siamo convinti che la prossima edizione sarà ancora più ricca di contenuti di qualità, innovazioni all'avanguardia e opportunità di crescita professionale per tutti i partecipanti. L'entusiasmo e la passione che caratterizzano la squadra di Foggia ci rassicurano che il FRU 2025 sarà un evento memorabile, capace di ispirare e formare la prossima generazione di operatori radiofonici universitari. Non vediamo l'ora di collaborare come Università di Foggia per portare avanti questa straordinaria iniziativa e contribuire insieme allo sviluppo e al successo della radiofonia universitaria in Italia, consolidando il ruolo centrale di questo mezzo di comunicazione nella formazione e nella promozione della cultura tra i giovani”, queste le parole cariche di emozione della prof.ssa Giusi Antonia Toto, ordinaria di Didattica e Pedagogia Speciale presso l’Università di Foggia, delegata del Rettore alla Formazione Insegnanti e all’Orientamento, coordinatrice oltre che della Web Radio e Web Tv Unifg anche del centro di ricerca Learning Sciences institute.  

Un evento come il FRU sottolinea l'importanza della radio universitaria come strumento di comunicazione, formazione e inclusione, confermando il suo ruolo centrale nel panorama mediatico contemporaneo. Un successo quello di ospitare il festival a Foggia reso possibile grazie all'impegno di quanti ogni giorno lavorano e contribuiscono a creare un'atmosfera dinamica e collaborativa.  

Siamo onorati e entusiasti di ospitare il FRU 2025 presso l'Università di Foggia. Questo evento rappresenta un'opportunità unica per mettere in luce il potenziale della radiofonia universitaria come strumento di formazione, comunicazione e crescita professionale. Con la nostra dedizione alla didattica innovativa e al placement, siamo convinti che il FRU 2025 sarà un'occasione straordinaria per tutti i partecipanti di acquisire nuove competenze, scambiare idee e costruire reti professionali solide. Il nostro impegno è volto a creare un ambiente stimolante e inclusivo che favorisca l'innovazione e il dialogo tra studenti, ricercatori e professionisti del settore. La Web Radio Unifg sarà al centro di questa iniziativa, offrendo una piattaforma dinamica e all'avanguardia per tutte le attività del festival. Non vediamo l'ora di collaborare con Raduni e con tutti i partecipanti per fare del FRU 2025 un evento indimenticabile, capace di lasciare un segno significativo nel panorama della radiofonia universitaria italiana”, aggiunge il prof. Giorgio Mori, delegato al Placement e alla Didattica presso l’Università di Foggia.  

Siamo estremamente entusiasti di ospitare il FRU 2025 presso l'Università di Foggia. Questo evento rappresenta un'importante occasione per mettere in risalto l'importanza della radiofonia universitaria non solo come mezzo di comunicazione, ma anche come strumento educativo e di crescita personale per gli studenti. Il nostro obiettivo è di garantire che ogni partecipante si senta accolto e valorizzato, offrendo un ambiente stimolante e inclusivo che favorisca lo scambio di idee e l'innovazione. La nostra attenzione è rivolta a fornire servizi di alta qualità che supportino il percorso formativo e professionale degli studenti. Siamo convinti che il FRU 2025 sarà un'opportunità straordinaria per tutti i partecipanti di sviluppare nuove competenze, fare rete e approfondire la propria passione per la radiofonia. La Web Radio Unifg sarà una protagonista chiave di questo evento, mettendo a disposizione una piattaforma moderna e interattiva per tutte le attività del festival. Non vediamo l'ora di collaborare con Raduni e con i giovani operatori radiofonici per fare del FRU 2025 un evento memorabile e di grande impatto, capace di ispirare e formare le future generazioni di professionisti della radiofonia universitaria”, conclude la prof.ssa Cristiana Simonetti, delegata ai Servizi agli studenti e ADISU.  

Con l'entusiasmo per l'edizione appena conclusa, il mondo della radiofonia universitaria guarda ora con grande attesa e ottimismo al prossimo appuntamento a Foggia, sicuro che sarà un'altra occasione straordinaria di crescita e condivisione.  

Per ulteriori informazioni sul Festival delle Radio Universitarie e sui prossimi eventi, visitare il sito ufficiale di Raduni all'indirizzo www.raduni.org o scrivere a webradio@unifg.it.
Eventi e spettacolo

“NOTTEBLU” SUL LAGO DI COMO

Un sottofondo di musica lounge, minicorsi, uscite a vela in notturna e la possibilità di brindare sotto la luce della luna. Questo è l’affascinante mix che Marvélia propone per festeggiare i vent’anni dalla sua fondazione. NotteBlu, sabato 1 giugno a partire dalle ore 19.00, gli istruttori Marvélia saranno lieti di accogliere velisti e neo-velisti nello splendido contesto della base di Dongo sul Lago di Como. Una serata offerta da Marvélia, che darà a tutti l’opportunità di scoprire, in modo amichevole e informale, il clima che si respira a bordo di un’imbarcazione a vela che naviga sotto le stelle. Ascoltando la musica della dj-session, i partecipanti potranno imparare a fare una “gassa d’amante”, una virata, oppure provare l’emozione di un’uscita in notturna sul lago. Una splendida occasione per chi ha sempre pensato di avvicinarsi alla vela, per chi non ne ha mai avuto la possibilità o semplicemente per chi desidera passare una serata diversa dal solito.

Vi aspettiamo alla “NotteBlu” di Marvélia sabato, 1 giugno 2024 a partire dalle 19.00 Dongo. Località Bersaglio (Co) – Lago di Como

Per partecipare è necessario confermare la propria adesione tramite mail all’indirizzo info@marvelia.it oppure contattare la segreteria Marvélia (039.23.28.833) dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18

Il Contesto: la base nautica si trova a Dongo sulla sponda nord-occidentale del Lago di Como, a circa 80 Km da Milano. Lo splendido paesaggio offerto dalle Alpi comasche e dal Lario fanno da sfondo a una delle più apprezzate e rinomate mete turistiche degli appassionati di vela e sport acquatici.

Cosa si trova in Marvélia?
Marvèlia è una libera associazione senza fini di lucro, membro della Fiv (federazione italiana vela), della UISP (unione italiana sport per tutti) e del CONI. Negli oltre 15 anni di attività ha consolidato una presenza significativa sia nell'ambito delle attività legate al mare e alla navigazione d'altura sia nel panorama più ampio dello sportivo velico. Con l'acquisizione della base di Dongo Marvèlia implementa ulteriormente le attività agonistiche e l'organizzazione di regate ed eventi anche di portata internazionale, aggiungendo gli Skiff, le derive acrobatiche plananti, alla propria didattica.

Marvèlia organizza annualmente eventi quali: regate zonali, nazionali, internazionali e campionati europei, eventi innovativi ed unici come lo Waszp Game e il nazionale Moth. Presso la base si tengono corsi di vela per tutte le età, di tutti i livelli e su tutti i tipi di barche: dalle derive, ai cabinati, fino al kitesurf/foil. Particolare è l'attenzione verso l'attività sportiva giovanile. Attraverso il Progetto Vela Scuola della FIV vengono avvicinati alla vela oltre 800 ragazzi ogni anno. La scuola vela estiva dedicata ai giovanissimi conta ogni estate più di 300 corsi vela, windsurf e kitesurf e ci regala di anno in anno nuovi giovani atleti che vanno ad arricchire le nostre 2 squadre agonistiche. Optimist, Laser, Kitefoil e Wing composte da circa 50 atleti.

La nostra passione per la vela cresce di anno in anno, di stagione in stagione, grazie ai soci, vera e propria anima del circolo, agli oltre 50 istruttori e ai risultati che vengono conquistati nelle attività giovanili. Questo movimento ci riempie di voglia di fare e ci spinge ad investire sempre di più nella base, nelle barche e soprattutto sui giovani.

Sul sito www.marvelia.it sono disponibili i programmi aggiornati delle attività.
Per informazioni:      Armando Miraglia - tel. 039 23.28.833 – a.miraglia@marvelia.it

Scuola, istruzione e lavoro

Edu&fun per i bambini

Edu&fun è uno studio in zona eur laurentina che riserva particolare attenzione ai bambini dai 4 ai 13 anni, fascia d'età caratterizzata da passaggi di crescita importanti e significativi che segnano il cambiamento di status da bambino a preadolescente.

É risaputo che in alcune situazioni il bambino può trovarsi in difficoltà nel rispondere adeguatamente alle richieste dei contesti quotidiani per ragioni che possono dipendere da caratteristiche innate (difficoltà cognitive, di apprendimento, tratti temperamentali) o dalla particolare situazione familiare o scolastica in cui si trova. 
Situazioni di disagio, queste, a volte transitorie ma che possono richiedere una consulenza, in modo tale da aiutare il bambino e i suoi genitori a individuare il tipo di difficoltà e ad attribuirgli un significato, inserendolo in un percorso guidato da esperti che possa ricostruire una situazione di equilibrio.

Edu&fun nasce proprio per aiutare i bambini con percorsi educativi mirati e specifici come soluzione ideale per tutte le famiglie che necessitano di trattamenti su misura. Tante le attività che attendono i bambini, dal gioco terapeutico alla musicorlterapia, dal tutoraggio DSA alla pedagogia teatrale, tutte volte al recupero di quell'equilibrio precario fonte di preoccupazione soprattutto per la famiglia del bambino.

Lo studio si trova in Via Bruno definetti 156 A 2 a fonte Laurentina.
Scuola, istruzione e lavoro

Università telematiche: una soluzione moderna per l’educazione superiore

Negli ultimi dieci anni, l'Italia ha visto un incremento significativo del numero di studenti universitari, in gran parte grazie alle università telematiche. Dal rapporto dell'Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario (ANVUR), emerge che il numero di immatricolati è cresciuto da 1.767.008 a quasi 2 milioni, con le università telematiche che hanno visto un aumento da circa 40.000 a oltre 220.000 iscritti. Questo trend dimostra chiaramente come l'istruzione a distanza sia diventata una componente cruciale del sistema educativo nazionale.  

Le università telematiche offrono una vasta gamma di corsi di laurea in campi molto richiesti come Ingegneria, Informatica, Economia, Giurisprudenza e Psicologia. Questa diversità assicura che quasi ogni studente possa trovare un percorso di studi che corrisponda alle sue aspirazioni professionali e personali.

L'istruzione universitaria sta infatti vivendo una rivoluzione digitale significativa, rappresentata in Italia dalle undici università telematiche riconosciute dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR). Queste istituzioni offrono un'opportunità formativa essenziale per chi cerca flessibilità e innovazione nei propri studi.  

Il decreto del 17 aprile 2003 ha stabilito i criteri rigorosi che le università telematiche devono soddisfare per ottenere il riconoscimento ufficiale. Questo garantisce che la qualità della didattica e i titoli di laurea ottenuti online siano pari a quelli delle università tradizionali. Gli studenti possono quindi sentirsi sicuri che la loro formazione sarà riconosciuta e rispettata nel mondo del lavoro e nell'ambito accademico.

Elenco delle università telematiche riconosciute in Italia:
Università Online Guglielmo Marconi, Roma. Una delle prime istituzioni a offrire corsi online, promuove una formazione innovativa e accessibile a tutti.
Università Online eCampus, Novedrate. Nota per il suo approccio moderno e pratico all'istruzione, con una forte enfasi sull'apprendimento digitale.
Università Online San Raffaele Roma, Roma e Milano. Combina eccellenza e flessibilità, offrendo corsi che sono contemporaneamente accessibili e di alta qualità.
Università Online Mercatorum, Roma. Unica nel suo genere, fondata dalle Camere di Commercio italiane, è focalizzata sull'innovazione e il business.
Università Online Internazionale Uninettuno – UTIU, Roma. Leader nell'educazione digitale, offre una vasta gamma di corsi in molteplici lingue.
Università Online Unitelma Sapienza, Roma. Supportata dalla prestigiosa Università di Roma La Sapienza, garantisce un'istruzione di livello mondiale.
Università Online Pegaso, Napoli. Conosciuta per la sua versatilità e le proposte formative orientate al futuro del lavoro.
Università Online IUL, Firenze. Si distingue per i suoi programmi innovativi in educazione e formazione.
Università Online Giustino Fortunato, Benevento. Offre un ambiente di apprendimento personalizzato e supporto continuo agli studenti.
Università Online Niccolò Cusano, Roma. Pone un forte accento su tecnologia e didattica interattiva.
Università Online Leonardo Da Vinci, Torrevecchia Teatina. Si impegna a fornire un'istruzione di alta qualità con un approccio personalizzato.  

Inoltre, dopo la Convenzione di Lisbona, nel 1999, molte più porte si sono aperte per gli studenti internazionali, inclusi gli italiani che scelgono di frequentare università all'estero. In particolare, le istituzioni svizzere hanno guadagnato una notevole popolarità, grazie alla loro reputazione di eccellenza nell'ambito dell'istruzione a distanza.  

Tra le università telematiche Svizzere l’unica che offre percorsi di studio in lingua italiana è Unitelematica Leonardo da Vinci (UNI LDV) con sede a Zugo. Si distingue per il suo approccio innovativo e per la qualità dell'offerta formativa. Questa istituzione non solo gode delle certificazioni ISO 21001 e 9001, che garantiscono la qualità e la standardizzazione dei percorsi formativi a livello internazionale, ma offre anche una piattaforma all'avanguardia che permette agli studenti di studiare e interagire con i professori online in qualsiasi momento. Moltissimi degli studenti che si rivolgono ad essa, apprezzano particolarmente la certificazione ISO 21001, riconosciuta in 164 nazioni nel mondo. Si tratta di una norma specifica per la “progettazione ed erogazione di percorsi professionali in ambito universitario”, quest’ultima apre le porte ad una qualifica di eccellenza per chi desidera promuoversi nel mondo professionale lavorativo.

Ogni studente di UNI LDV beneficia del supporto continuo di un tutor personale, che lo accompagna per tutta la durata degli studi. L'istituto è altresì noto per l'alta qualità della sua docenza, con professori attentamente selezionati e preparati a fornire un'esperienza formativa di primo livello. UNI LDV anche se telematica è attiva nel campo della ricerca, partecipando a progetti europei e collaborando con istituti internazionali per la mobilità di studenti e docenti.  

In sintesi le università telematiche rappresentano una scelta valida e progressista per l'istruzione superiore in Italia, offrendo flessibilità, accessibilità e un'istruzione di qualità che risponde alle esigenze di un mondo in continuo cambiamento. Con il loro approccio innovativo e la vasta offerta formativa, queste istituzioni sono perfettamente attrezzate per preparare gli studenti alle sfide del futuro, garantendo loro una preparazione completa e riconosciuta a livello internazionale. Sono la risposta ideale per coloro che cercano di bilanciare studio e impegni lavorativi, offrendo opportunità senza precedenti per l'apprendimento e lo sviluppo professionale nel contesto globale odierno.
Startup e innovazione

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Il rapporto, pubblicato oggi dal produttore digitale Prolotabs, sottolinea come la velocità sia fondamentale nell'attuale processo di sviluppo del prodotto, con oltre l'80% dei 767 intervistati che dichiara di essere alla ricerca di modi per essere ancora più veloci. 

Protolabs ha intervistato 767 ingegneri, progettisti e sviluppatori di prodotti attivi in tutte le fasi di sviluppo del prodotto, dalla prototipazione iniziale alla produzione in corso passando per la prototipazione avanzata e la produzione a breve termine. I settori rappresentati sono in prima linea nell'innovazione come l'aerospaziale, lo sviluppo di dispositivi medici e l'elettronica di consumo. 

Circa due terzi (65%) degli intervistati hanno citato la concorrenza come principale motivazione alla base della necessità di accelerare lo sviluppo del prodotto. I vincoli temporali sono stati citati più di ogni altra sfida che influenza lo sviluppo del prodotto durante la fase di prototipazione. Infine la qualità è stata messa in primo piano una volta che il prodotto è passato alla produzione corrente.  

Lo strascico della pandemia non è ancora concluso, in particolare relativamente alla carenza di materiali e all'interruzione della catena di fornitura. Quasi il 70% degli intervistati dichiara che la carenza di materiali ha avuto un effetto significativo sul raggiungimento degli obiettivi di prototipazione nell'ultimo anno. Quando è stato chiesto se la carenza di materiali avrebbe avuto lo stesso impatto nei prossimi cinque anni, solo il 33% è convinto che sarà ancora un problema. Analogamente, il 74% degli intervistati ha riferito che le interruzioni della catena di approvvigionamento hanno influito sulla produzione dell’ultimo anno; solo il 44% prevede che avranno un impatto significativo nei prossimi cinque anni. La tendenza alla diminuzione è stata prevalente in tutte le fasi di sviluppo per entrambi i temi. 

Gli intervistati hanno anche specificato quali fattori influiranno (o meno) sui tempi di sviluppo dei prodotti nei prossimi cinque anni, vediamoli:
· L'aumento delle richieste dei clienti avrà l'impatto maggiore, secondo il 78% degli intervistati in tutte le fasi di sviluppo;
· L'evoluzione del lavoro e della forza lavoro, come la carenza di manodopera e il divario di competenze, continuerà a rappresentare una sfida (65% degli intervistati);
· Il 35% ha dichiarato che l'intelligenza artificiale influenzerà la velocità di sviluppo dei prodotti nei prossimi cinque anni;
· Più di un terzo (37%) prevede che gli obiettivi ambientali/sostenibilità influenzeranno i tempi di sviluppo futuri.

«In qualità di produttore che assiste i clienti dalla prototipazione alla produzione, abbiamo un punto di vista privilegiato da dove poter osservare quali aziende riescono a portare più velocemente che mai i propri prodotti sul mercato, mettendo in campo le nostre capacità per superare le tante sfide che lo sviluppo di prodotto deve affrontare», ha dichiarato Luca Mazzei, Strategic Growth Officer di Protolabs.

«Mentre queste sfide continuano ad evolversi, siamo molto contenti di metterci al fianco di chi sviluppa prodotti spingendo il ritmo dell'innovazione oltre ciò che la maggior parte pensava fosse impossibile», conclude. 

Il report è disponibile al seguente link: https://www.protolabs.com/it-it/risorse/white-papers/sviluppo-di-prodotto-le-ultime-tendenze/


Protolabs
Protolabs è il servizio di fabbricazione digitale più rapido e completo al mondo. Le fabbriche digitali producono pezzi in volumi medi e ridotti in pochi giorni lavorativi, mentre Protolabs Network sblocca capacità avanzate e prezzi di volume attraverso i suoi partner di produzione preventivamente selezionati. Il risultato è un'unica fonte di produzione, dalla prototipazione alla produzione, per gli sviluppatori di prodotti, gli ingegneri e i team della supply chain di tutto il mondo.