Browsing Category

Cronaca

Cronaca Economia e finanza Politica Scuola, istruzione e lavoro

Dai Revisori Legali: “pronti a qualunque azione sindacale a tutela della categoria professionale”

Roma - Già era stato denunciato alle Istituzioni, lo scorso 8 novembre 2022, un ulteriore tentativo di eliminare de facto l’unica categoria professionale a tutela dell'ordine pubblico economico e delle Istituzioni democratiche del nostro Paese - oltretutto prevista dalle norme e caratterizzata dall’indipendenza e terzietà tipica degli organi di controllo e, in tal senso, analoga alla Magistratura - attraverso un tentativo di riunificazione tra soggetti controllati e soggetti controllori, mistificati come entità separate ma con emblemi dello stesso colore.

Il Consiglio Nazionale (CN) dei Revisori Legali ha potuto ringraziare i colleghi per aver finalmente svelato il doppio gioco volto ad allearsi, per varie motivazioni, con gli organi sottoposti al nostro controllo, violando in tal modo, oltre il codice etico e le norme sulla revisione legale, anche i principi costituzionali sottostanti ad una democrazia avanzata in cui sia netta la separazione tra chi amministra e chi controlla.              

A tal fine ha convocato per il 16 dicembre 2022, in Via Veneto a Roma, la Consulta Nazionale dei Revisori Legali, nonché dei loro tirocinanti e di tutti gli organi di controllo, invitando le Istituzioni ed i rappresentanti di tutte le forze politiche affinché si possano condividere le seguenti evidenze:  
-          con l’avvento del D. Lgs. 39/2010, l’introduzione dell'esame di stato nonché la Formazione Permanente Continua (FPC) obbligatoria ed altro ancora, è stata di fatto sancita la professione regolamentata del Revisore Legale;
-          tuttavia al tavolo del MEF, inaudita altera parte, è stata cassata quasi tutta la FPC nelle materie non caratterizzanti la professione del Revisore Legale;
-          inoltre, è stata introdotta la Commissione Centrale dei Revisori Legali, in cui non sono state inserite importanti componenti delle parti sociali appartenenti esclusivamente alla categoria dei Revisori Legali non iscritti a casse previdenziali ma da noi rappresentati;
-          parimenti è accaduto nelle prime due Commissioni d'esami 2018 e 2019;
-          non è stato esperito l'esame di stato da oltre tre anni 2020-2021-2022 per la stessa categoria;
-          non ci è stata data la possibilità di formare i Revisori Legali degli EE.LL., sancendo de facto la costituzione d'una formazione monocratica e senza possibilità di formazione alternativa da entità analoghe alla nostra;  

la Consulta dei Revisori Legali chiederà pertanto
 

a tutti i Revisori Legali ed ai loro tirocinanti, che condividono i principi di una democrazia avanzata così come qui e già in precedenza delineata, di prendere le distanze dai succitati tentativi di riunificare professioni contrapposte per finalità e tutele e, per gli effetti, di aderire all’Unione Nazionale Revisori Legali (UNRL) per far sentire la propria voce come maggiormente rappresentativa;      

chiederà inoltre  

a tutte le Istituzioni democratiche di condividire tali principi ed unirsi per:  
-          sancire finalmente l'esame di Stato per i tirocinanti dei Revisori Legali con la partecipazione organizzativa gratuita e sotto l'egida dell'UNRL;
-          reinserire i Revisori Legali in tutte le Commissioni Istituzionali al fine di rappresentare gli interessi di coloro che non sono rappresentati attualmente, considerato il patto comune stipulato nelle attuali Commissioni, inaudita altera parte maggiormente rappresentativa;
-          rendere effettiva la professione del Revisore Legale, ripristinando tutte le materie non caratterizzanti della norma;
-          consentire una formazione plurima e differenziata anche per il settore dei Revisori EE.LL.;
-          istituire l’organo di autodeterminazione della categoria professionale, analogamente al Consiglio Superiore della Magistratura (C.S.M.), composto da un solo componente per portatore di interessi e non secondo il principio di proporzionalità, in quanto questo è contrario alle norme sugli organi di controllo ed alla stessa indipendenza e terzietà dei medesimi (escludendo chi si veste dello stesso colore).              

I Revisori Legali, riuniti nel Consiglio Nazionale, plenario, chiedono con forza di essere auditi dal Ministro della Giustizia, dal Ministro dell’Economia e Finanze, nonché dal Presidente della Consob, dal Governatore della Banca d’Italia e dalle altre Istituzioni interessate:              

Il Consiglio Nazionale ha anche confermato fermamente, tra le altre:  
-          il Piano offerta formativa 2023 per la formazione permanente, continua e obbligatoria;
-          il Piano offerta formativa 2023 per i tirocinanti Revisori Legali per l’esame di Stato;
-          la nascita della Fondazione Nazionale studi, ricerche ed università per i Revisori Legali, separando le attività associative da quelle di studi e ricerche;
-          la conferma delle quote associative per il prossimo 2023 ed aggiungendo altri servizi per la categoria (tra i quali non ultima la formazione gratuita oltre i 20 CFU acquisiti sia per gli associati che per i non associati).  

Il CN é certo della dovuta attenzione da parte delle Istituzioni, ma si è dichiarato pronto, in mancanza, ad attivare iniziative di forte sensibilizzazione a carattere nazionale.
Cronaca

Black Friday: gli acquisti iniziano già cinque giorni prima, prevalentemente da mobile, soprattutto moda. Identikit di un fenomeno rivelato nel report di SaleCycle

Compra da mobile il 60%. Soprattutto articoli di abbigliamento, in particolare t-shirt. Nelle fasce orarie delle 10 e delle 21.

È questo l’identikit del maniaco dello shopping del Black Friday 2021, che quest’anno cadrà il 25 novembre. Lo scorso anno in Italia è stato registrato un giro d’affari per circa 1,8 miliardi di euro.

Una corsa agli acquisti che ha visto per le aziende e-commerce un aumento delle vendite online del 62% nella settimana del Black Friday, soprattutto tramite dispositivi mobili (il 60%, con un aumento del 3% rispetto all’anno precedente) e in particolare nelle fasce orarie delle 10 e delle 21. Nel 2021 infatti si è assistito, tra il lunedì e la giornata del Black Friday, ad un aumento del traffico online pari al 38%; di conseguenza ad un aumento della quantità dei carelli creati e ad una diminuzione, non solo delle sessioni di navigazione abbandonate (il 85,29% il venerdì contro l’88% della settimana precedente), ma anche dei carrelli abbandonati (il 77,74% il venerdì contro il tasso medio di abbandono del mercato e-commerce in generale che è pari all’80,68%).

Tra i settori analizzati da SaleCycle spicca quello della moda che registra il maggior volume di traffico (58%), soprattutto per quanto riguarda il fast fashion, e quello del retail (37%). Più basso invece il traffico generato dal settore dei viaggi e del turismo (5%).

«Gli utenti che navigano su un sito web, esplorando diverse pagine prodotto e di categoria, mostrano di avere una forte intenzione di acquisto», afferma Brad Ward, search & content manager presso SaleCycle e autore dello studio.

Questi i dati principali evidenziati nel report su strategia, trend e statistiche dell’e-commerce per il Black Friday 2022 di SaleCycle, redatto a partire dall’analisi e monitoraggio di 49 milioni di carrelli creati e 409 milioni di sessioni online. Il report vuole, non soltanto offrire degli spunti per aiutare le aziende e-commerce a prepararsi al meglio per il Black Friday 2022, ma anche delineare intenzioni, abitudini a comportamenti d’acquisto degli utenti nel corso di questa ricorrenza.

Le vendite online: non solo di venerdì

Un dato particolarmente rilevante è che, come si evince dal report di SaleCycle, le vendite online aumentano già dal lunedì, per poi vedere un incremento progressivo fino al giorno del Black Friday stesso.

«È interessante osservare la crescita progressiva delle vendite online nel periodo che precede il Black Friday. Gli utenti, infatti, acquistano più attivamente e frequentemente rispetto alla media annuale nella settimana che precede la ricorrenza», spiega Brad Ward. «Tuttavia, in linea generale, il volume di vendite online aumenta progressivamente giorno dopo giorno fino al Black Friday stesso. Ciò significa che gli utenti diventano gradualmente più propensi a finalizzare l’acquisto già nei giorni precedenti alla ricorrenza».

I settori: la moda al primo posto

«Possiamo quindi ipotizzare che i settori e-commerce della moda e del retail realizzino molte più iniziative per il Black Friday, mentre il settore dei viaggi è forse più propenso a implementare sconti e promozioni sui periodi di gennaio e capodanno», conclude Brad Ward.

Altre categorie che hanno generato particolare interesse negli utenti del Black Friday 2021 sono quella dei gioielli, che ha generato un aumento del tasso di aggiunta al carrello del 10% dalla settimana precedente al Black Fiday; seguita da quella della prima infanzia e da quella della cosmesi, che hanno registrato rispettivamente un aumento dell’8% e del 6%. Così come il settore dell’elettronica di consumo e dell’editoria, che hanno entrambi registrato un calo del tasso di abbondono dei carrelli (del 10,75% per l’elettronica e del 7,55% per l’editoria).

È possibile scaricare il report qui.

 
 

SaleCycle

SaleCycle è un’azienda di marketing comportamentale fondata nel 2010 con uffici in Francia e nel Regno Unito. Specializzata in soluzioni data-driven di remarketing e recupero di carrelli abbandonati, da oltre 10 anni lavora con più di 500 aziende e-commerce in svariati settori – tra cui Mondadori Store, Valentino, Etro, OVS, Nespresso, Benetton, MSC Crociere e molte altre – aiutandole ad aumentare il tasso di conversione fino all’8,5%, incrementare le vendite online, fidelizzare i propri clienti e ad acquisirne di nuovi, garantendo un uplift del fatturato di oltre il 6%.

Cronaca

BASTA! Se sei un imprenditore protesta anche tu #NOBLACKFRIDAY! GT Ottica Modena e Ravarino chiuse per protesta il 25 Novembre 2022

Quale futuro ci aspetta nel settore degli ottici (e per gli imprenditori più in generale)
se non facciamo niente per farci sentire?
Il 25 Novembre - PROTESTA ANCHE TU #NOBLACKFRIDAY

Lo urla con forza l'imprenditore optometrista 45enne Alessandro Garau - titolare da 10 anni 
dei centri ottici di Modena e Ravarino.

"Veniamo da una pandemia, instabilità della guerra in ucraina, caro carburante e non facciamo altro che aspettare col fiato sospeso le svendite compulsive per acquistare prodotti di ogni genere di scarso utilizzo e reale bisogno? Siamo al paradosso dell'assurdo anche qui da Noi in Emilia per il martellamento costante all'acquisto in eventi come questo del blackfriday che non porta nulla di buono... nella sua girandola a ribasso. Ma dove è finito il rapporto con le persone? Si può mai sperare di colmare il silenzio, il vuoto emozionale che ha creato questo ultimo triennio con lo shopping compulsivo e ultrascontato? Sia chiaro le iniziative promozionali sono un sistema commerciale che se usate con metodo possono incrementare le vendite e accontentare quei clienti che cercano soluzioni di acquisto più competitive ma qui siamo al paradosso. On line si trovano ormai tantissimi prodotti che costano meno che all'esercente locale. E' assurdo! Dove son finite le regole? Chi gestisce e regolamenta in ambito commerciale perchè non dice e non si oppone e non fa niente? Perchè tutti stanno a guardare e poi contemporaneamente lamentano un crollo delle attività locali? Dove andremo a finire? Ci rendiamo conto che sotto una certa soglia di prezzo la qualità è zero? E che la durata dei prodotti sarà zero?"

Alessandro Garau 45enne sardo-emiliano titolare dei centri GT Ottica lancia l'iniziativa di protesta BASTA #NOBLACKFRIDAY il 25 Novembre 2022
terremo chiuso ed esortiamo tutti gli imprenditori ottici e non a partecipare.

"Non possiamo continuare a subire queste continue ondate negative e sperare che la situazione migliori senza far seguire alle parole i fatti - aggiunge poi - Ogni giorno assisto a dinamiche assurde che portano a dei finti rapporti tra professionista e cliente. Ci arrivano diverse richieste quotidiane di assistenza su prodotti presi online nel nostro caso di occhiali e accessori e siccome sono costati poco ogni volta chiedere anche una tariffa ridicola è diventata una lotta "eh sa l'ho preso a poco non è che mi fa pagare per una vitina vero? Mi son stancato di subire e basta! E' ora di cambiare direzione se non vogliamo che i centri abitati si trasformino in dormitori dobbiamo cambiare queste abitudini imposte dalle multinazionali che guardano solo al fatturato in barba ai veri bisogni delle persone..."

 

 

Cronaca

Alluvione Marche, il contributo dell’azienda Bufarini Servizi Aziendali

Ancona - Persone travolte dall’acqua, strade impercorribili, danni a strutture e ben 12 vittime. Questo è il riassunto di quanto successo nelle prime luci dell’alba del 16 Settembre, una data difficile da dimenticare per le Marche e per tutta Italia.

Ad oggi, a distanza di oltre un mese dal terribile alluvione che ha colpito le Marche, sono numerosi i volontari e gli addetti ai lavori scesi in prima linea per dare il proprio contributo ai soccorsi, alla ricerca dei dispersi e per liberare fango e detriti dalle strade.

Tra questi è opportuno menzionare l’azienda di servizi ambientali Bufarini, che è entrata da subito in azione mettendo a disposizione le proprie forze, richiamando amici e colleghi da tutta Italia, per aiutare in particolar modo il comune di Senigallia.

Capitanata da Giuliana Bufarini e dal figlio Matteo, l'azienda ha ospitato nel proprio piazzale tutti i mezzi degli spurghisti che ne hanno accolto l’appello e che si sono precipitati da fuori regione per dare il proprio contributo, collaborando fianco a fianco per amore di questa causa e per lasciarsi alle spalle il prima possibile questa terribile emergenza.

Tra le aziende che hanno partecipato all’iniziativa menzioniamo Eurospurghi Servizi Ambientali di Città di Castello (PG), Lupini Srl di Collazzone (PG) e Manente Spurghi di Salzano (VE).


Info e contatti sull’azienda:

Via Saline 22 - Falconara Marittima (AN)
Tel. 071 917 3596
info@bufarini.it
Facebook: https://www.facebook.com/www.bufarini.it

Cronaca

“L’evoluzione delle PMI del futuro”, l’evento dedicato a piccole e medie imprese organizzato da SiSolution al Centro Congressi Ville Ponti (Varese)

Negli ultimi anni piccoli e medi imprenditori hanno dovuto misurarsi con nuovi contesti economici, sociali e sanitari e di conseguenza mettere in atto dei cambiamenti sia a livello imprenditoriale che produttivo per mantenere stabile la loro presenza sul mercato.

Da qui l’evento “L’evoluzione delle PMI del futuro” organizzato da Sisolution che si terrà venerdì 18 novembre 2022 presso il Centro Congressi Ville Ponti (VA). Un appuntamento in cui fornire nuovi spunti di riflessione per il futuro delle PMI, sfruttando soprattutto la componente tecnologica e software per la gestione delle scorte, dei costi di produzione e della sicurezza dei dati.

SiSolution ha voluto questo evento che vuole da un lato far riflettere, e dall’altro proporsi quale fornitore affidabile per il cambiamento ormai ineludibile per le PMI, affiancando oltre alla componente tecnologica anche una parte consulenziale sui processi”, afferma il Direttore Generale di SiSolution Fabio Re Cecconi.

L’azienda vuole diventare il collante tra il presente e il futuro delle pmi, affiancandole nello sviluppo di nuove soluzioni informatiche (software e hardware) in base alle loro esigenze e all’evoluzione tecnologica del mercato. “Ottimizzare le scorte in funzione del servizio desiderato per i propri clienti, gestire digitalmente documenti e processi nonché prestare attenzione alla sicurezza dei dati, sono le ultime sfide che dobbiamo affrontare; senza parlare dell’intelligenza artificiale e della robotica. In questo contesto due sono gli elementi necessari: le risorse umane che diventano sempre più importanti all’aumentare della tecnologia, se non altro a livello di governo delle aziende; e la tecnologia nei suoi più svariati aspetti”, aggiunge il Direttore Generale di SiSolution Fabio Re Cecconi.

Ospite dell’evento sarà Enrico Pagliarini, giornalista economico de Il Sole 24Ore e capo servizio redazione GR24, che parlerà di PMI e modererà una tavola rotonda che vedrà la partecipazione di Centro Software, NTS Informatica, Abletech e ReeVo. Evoluzione delle PMI, soluzioni ERP/ERP2 e CyberSecurity saranno i temi principali dell’evento.

L’evento di terrà venerdì 18 novembre 2022 presso il Centro Congressi Ville Ponti (VA), dalle 9:00 fino alle 14:00. Per poter partecipare è obbligatorio registrarsi scansionando il QRCODE presente sulla locandina dell’evento. I posti sono limitati. Le iscrizioni termineranno il 17 novembre alle ore 13:00.

Per maggiori informazioni o supporto per la registrazione all’evento scrivere a:
MKTG@SISOLUTION.IT  

-----
SiSolution
SiSolution è un’azienda che da oltre 40 anni progetta soluzioni informatiche di qualsiasi natura per aiutare le aziende a gestire al meglio il proprio business. È specializzata nel mondo delle PMI e si occupa di ogni ambito informatico di natura software e hardware, garantendo un supporto di natura consulenziale, realizzativa e di ricerca e sviluppo.
Cronaca

WomenX Impact lancia il programma della prossima edizione del forum internazionale sull’empowerment e l’imprenditoria femminile (FICO Eataly World di Bologna, dal 17 al 19 novembre 2022)

Bologna – WomenX Impact, l’evento internazionale più atteso dell’anno sull’empowerment, la leadership e l’imprenditoria femminile, annuncia il programma completo dell’edizione 2022. 

Il palinsesto è in costante crescita ed evoluzione, ma già ricco di molti nomi e aziende autorevoli tra le quali Eni, Unilever, LinkedIn, Sky, Cisco, Meta (Facebook), Wella, Amazon Web Services, Nestlé, YouTube, Iveco, Benefit Cosmetics, Luxottica, Banca Mediolanum, Tik Tok e molte altre, pronte a raccontarsi e raccontare i propri progetti, casi studio e storie d’eccezione ad un pubblico altrettanto motivato a realizzare i propri.

La missione di WomenX Impact è infatti proprio quella di ispirare, formare e stimolare positivamente le donne (e  non solo) a realizzare i propri obiettivi di carriera ma anche a diventare persone migliori, ma anche quella di aiutare le aziende a migliorare i processi e le strategie interne di attrazione dei talenti, di gestione del gender e del salary gap e delle dinamiche relative al contesto Diversity & Inclusion a 360 gradi.   Per scoprire il programma completo e in costante aggiornamento sul sito ufficiale a questo link: https://www.womenximpact.com/programma-wxi-2022/

In arrivo da tutto il mondo (Sydney, Bruxelles, Parigi, Londra, Stati Uniti..) speaker di altissimo livello come Annalisa Muccioli, Chief Executive Officer di Eni Progetti, Chiara Longhi, Digital Innovation Lead di Amazon Web Services Cristina Macina, Corporate Communication Director di Nestlè ’UK & Ireland, Sara Panza, General Manager di GROM e Gaia Passerini, Head of Social Media di WINDTRE ; e poi ancora Milena Sgaramella, Head of Content a Luxottica, con uno speech su imprenditoria femminile e leadership, Eleanor Cavanagh-Lomas, VP for People & Communities, Cisco EMEA, che parlerà di lavoro ibrido ed empatia, Alice Taylor, HR & Communications Director Unilever Italy che racconterà il vero significato di lavorare con uno scopo.

“Sarà un importante momento di crescita, di riflessione e di stimoli per tutti. Ritengo che molte donne abbiano grandi potenzialità e grandi competenze, che troppo spesso non vengono valorizzate abbastanza oppure sono loro stesse ad autolimitarsi. Questa iniziativa ha dunque questa missione: riuscire a far partire un cambiamento che possa permettere a sempre più donne di ricoprire posizioni di leadership ma anche di riuscire a sentirsi soddisfatte imparando a mettersi in gioco e a tirare fuori dal cassetto quei sogni che per troppo tempo sono rimasti sepolti o sono stati trascurati anche solo per paura di uscire dalla comfort zone” aggiunge Eleonora Rocca - fondatrice e Managing Director dell’evento.

Anche le nuove generazioni saranno al centro del programma con Alessandra Mariani, Head of Brand Strategy SEU e co-Lead of Women TikTok EMEA che ispirerà il pubblico di WXI con storie e casi studio di chi oggi sta utilizzando questa piattaforma per lanciare business online e progetti innovativi oppure Lucia Cavaciuti, Account Manager & Lead of Women presso Amazon Web Services Italia che racconterà come colmare il gender gap nel tech per una cultura dell’innovazione e ancora Mattia Voltaggio, Head di Joule, School for Entrepreneurship & Head of Brand Communication di Eni che racconterà il dietro le quinte del progetto Joule ovvero la scuola di Eni per l'impresa che ha come missione quella di supportare la crescita di imprese sostenibili attraverso percorsi dedicati alla formazione di una nuova generazione di imprenditori e all’accelerazione di startup.

Non mancheranno le storie di successo, come quella di Claudia Mariani, Operations Director a Meta (Facebook) o quella di Tonia Cartolano, Vice Caporedattore & Anchor a Skytg24 e di Danila De Stefano, CEO and Founder di Unobravo.
Un focus importante poi sarà quello dato alla Comunicazione, con tra gli altri, gli speech di Bianca Arrighini e Livia Viganò Co-Founder di Factanza Media e Daniela Cerrato, Brand Manager Mass Market di Mondadori Media.

Ai keynote speech su main stage si alterneranno panel di approfondimento su moltissimi temi di ultima generazione - sostenibilità ambientale, sport, materie STEM, design thinking, social media, industria creativa, mondo dei dati, influencer marketing e molto altro - uniti da un unico filo rosso: dare voce al potenziale inespresso delle donne in questi settori chiave per il futuro e proporre soluzioni concrete per poter immaginare insieme un futuro migliore .

Sarà poi presente una Workshop Arena, dedicata a laboratori di formazione, grazie ai quali il pubblico avrà l’occasione di mettersi in gioco con esercitazioni pratiche al fine di ampliare le proprie competenze personali e professionali su quattro principali macroaree: risorse umane e percorsi di carriera, business e imprenditoria, marketing e comunicazione e infine, crescita personale e soft skills. Momenti di sperimentazione di nuove strategie aziendali e metodologie come quella della LEGO® Serious Play®.

Scopri il programma completo e in costante aggiornamento sul sito ufficiale.

Qui tutti i riferimenti per rimanere costantemente aggiornati sul mondo WomenX Impact:

➢Website: https://www.womenximpact.com
➢Facebook: https://www.facebook.com/womenximpact
➢Twitter: https://twitter.com/womenximpact
➢Instagram: https://www.instagram.com/womenximpact/
➢Startup Competition WXI 2022: https://www.womenximpact.com/startup-competition-2022/
➢Foto WXI 2021: https://drive.google.com/drive/folders/1yCLhiWU0WkE_ri8ueyjhN-abyyxZbmIJ
➢Video WXI 2021: https://drive.google.com/drive/folders/1i4W4xwflsQc05-KHfV-JfE5rhaLr58zE
➢Media Kit 2022: https://drive.google.com/drive/folders/1QExUM3gMgir-GTjLC3ZeVNsxISMbUyL7
➢LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/womenx-impact/
➢Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCBG4EEP_pWvDVSq-YZ7l5cg

WOMENX IMPACT:  Eleonora Rocca, Founder & Managing Director:  +44 7454222594 
eleonora.rocca@horizone.group

Ufficio Stampa 
L45 - corporate relations
Alessandro D’Angelo: +39 329 4139226
adangelo@l45.it

Hind Misbah: +39 3295425659
hind@l45.it

International media relations 
Alessandro Allocca:
mobile UK: +447999930115
mobile ITA: +393357121110
me@aleallocca.com
Cronaca Economia e finanza Politica

CANAPA: Le associazioni di settore esasperate dal caos normativo fanno ricorso. Il TAR accoglie le loro ragioni e chiede spiegazioni al MinSal.

Inserire le foglie e le infiorescenze non stupefacenti della canapa industriale sotto la legge 309/90 quindi il testo unico degli stupefacenti ci sembra assurdo” afferma Mattia Cusani, rappresentante istituzionale di Canapa Sativa Italia, l’associazione con il più alto numero di iscritti che ha lanciato il ricorso al TAR appoggiata subito dalle Associazioni Sardinia Cannabis e Resilienza Italia Onlus e successivamente anche da Federcanapa. "Queste disposizioni sono anche un’evidente restrizione dell’organizzazione del mercato comune europeo: limitando coltivazione e prima trasformazione dell’intera pianta che in diversi paesi europei (e non solo) sono già assodate, obbliga i consumatori, i commercianti e i produttori italiani a importare dall’estero. Questo ricorso è un intervento mirato a salvaguardare gli operatori attivi e operanti in Italia: lavorando con la pianta nella sua interezza e nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale, non dovrebbero subire alcun tipo di limitazioni nell’ambito delle loro attività.” continua Cusani.

Il testo del decreto impugnato è lo stesso che a giugno 2021 aveva trovato ferma opposizione da parte delle associazioni di settore e delle più importanti associazioni dell’agricoltura - tanto da persuadere il Ministro Patuanelli a optare per un rinvio. Da molto tempo esiste un tavolo di filiera della canapa presso il Mipaaf di cui le associazioni fanno parte assieme ad altre realtà ed enti pubblici. "Le disposizioni sulla canapa inserite all'ultimo dal Ministero della Salute nel decreto officinali già pronto da tempo sono in evidente contrasto con più fonti anche di rango superiore: con la legge 242 del 2016, con la single convention oltre che con le recenti sentenze della Corte Europea.Non comprendiamo come si possa approvare un decreto che fermerebbe il comparto per darlo in mano a pochissimi, senza alcun confronto o comunicazione al tavolo tecnico o con le parti. C’è ancora tanto lavoro da fare: la raccolta fondi per il ricorso e per gli studi a supporto non è ancora terminata, ma l’udienza di ieri è una prima vittoria che permetterà finalmente di affrontare il tema con le evidenze scientifiche anziché con i preconcetti e gli slogan politici. Questa pianta con i suoi molteplici principi attivi non stupefacenti ha numerose proprietà benefiche e un grande potenziale che all'estero si è compreso forse un po' meglio che da noi" conclude Mattia Cusani.

CSI ringrazia tutti gli operatori e le associazioni che hanno contribuito.
Coloro che volessero partecipare con una donazione libera possono farlo al conto corrente creato ad-hoc dalle associazioni intestato all’Avvocato Giacomo Bulleri (IBAN: IT62Z0846113900000010990089; Causale: Donazione Ricorso TAR – CSI).

Canapa Sativa Italia (C.S.I.) è l’associazione nazionale che unisce tutti gli operatori del settore della canapa dal mondo agricolo alla trasformazione fino alla distribuzione su tutto il territorio nazionale. Sui social network dal 2014 grazie all’unione di numerosi operatori di tutti i comparti della filiera, ha trovato concretezza quattro anni dopo -il 15 luglio 2018- diventando una realtà totalmente rappresentativa del settore: dai coltivatori ai commercianti, dai trasformatori al comparto analitico fino ai tecnici legali e ai professionisti delle attività collegate. Canapa Sativa Italia conta oggi un numero sempre crescente di realtà che si impegnano nella cooperazione e nello sviluppo del settore e siede al tavolo tecnico istituito presso il Mipaaf.
Cronaca

La morte di Valdir Segato, bodybuilder star di TikTok che gonfiava i muscoli con sostanze pericolose, commentata da Adriano Borelli di ISSA Europe

Lo scorso 2 agosto è morto il body builder brasiliano Valdir Segato, che con 1,7 milioni di follower su Instagram metteva in mostra bicipiti e pettorali costruiti, come ha sempre dichiarato, non solo con l'allenamento ma anche iniettandosi una miscela sintetica di olio, lidocaina e alcol benzilico: il Synthol.  

Sono state le dimensioni dei suoi muscoli ad attrarre i suoi follower sui social network. "Non posso criticare la voglia di una persona di modificare il suo profilo estetico", ha commentato Adriano Borelli, presidente della scuola per Personal Trainer più importante d'Europa, ISSA Europe, e amministratore dello Sporting Club Leonardo da Vinci Milano.

"Se piace stare così, bisogna dare adito e rispettare le esigenze di ognuno. Se poi purtroppo questi prodotti hanno effetti collaterali anche mortali, il ragazzo che ha coscienza di questo sa i rischi che sta correndo".  Quello che è successo è "una trasposizione di una malinformazione: la bellezza armonica viene sempre collegata all'aspetto salutistico. Anche le ricerche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ribadiscono che l'aumento della massa muscolare, anche in età adulta, combattendo la sarcopenia crea una situazione di bellezza armonica migliore". 

"C'è poi una situazione dovuta ai social network", ha continuato Borelli, "che hanno accentuato l'esigenza di fare delle manifestazioni per richiamare l'attenzione di milioni di persone che frequentano questi spazi. Ogni persona deve essere cosciente che ad ogni azione corrisponde una reazione, uguale e contraria. La scienza nella nostra cività deve essere un faro per migliorarci: l'obbiettivo principale in ISSA è di avere informazioni scientifiche, a volte molto complicate, che devono essere tradotte e divulgate ai Personal Trainer per arrivare alle persone che frequentano le palestre e lavorare per il loro benessere".  

L'intervento completo di Adriano Borelli è pubblicato sui canali social di ISSA Europe e Borelli è disponibile per interviste.
Cronaca

Sempre più Vip a Noto, Alessia Tresoldi influencer modella e attrice in vacanza nella città barocca.

Tanti volti noti quest’anno a Noto tra cui anche la bellissima Alefe24 influencer modella e attrice bergamasca di 23 anni che ha scelto Noto, in Sicilia, per trascorrere le sue vacanze.

Attraverso il suo seguitissimo profilo instagram ha pubblicato sulle sue storie, dapprima delle foto in costume poi una vista mozzafiato dal bar Alta Marea di Lido di Noto con una tipica granita alle mandorle. Ma è la foto di rito davanti alla Cattedrale di San Nicolò che ci ha tolto qualsiasi dubbio sulla location. Al momento l’influencer sembrerebbe soggiornare infatti nel centro storico della città.
Cronaca

Acquisti online, nel 2021 abbandonati 8 «carrelli» su 10: ecco il report dell’e-commerce globale

Otto acquisti su dieci abbandonati prima del check-out, con una corsa all’affare che esplode negli ultimi giorni del mese e un traffico da mobile che ormai è predominante fino al 70%. E il sabato, al contrario di quanto avviene nel mondo fisico, in rete nessuno fa shopping.

Sono alcuni dei dati emersi dal report globale su trend e statistiche dell’e-commerce per il 2022 di SaleCycle, realtà anglo-francese specializzata nelle attività di remarketing. Il report prende in considerazione un campione basato sugli e-commerce delle centinaia di aziende clienti dell’agenzia, e composto da 8,4 miliardi di percorsi di acquisto online, 178 milioni di e-mail inviate e 164 milioni vendite online nei settori del retail, della moda e dei viaggi e turismo.

I dati

Nel 2021 il culmine di vendite online, secondo SaleCycle, si è registrato nel mese di novembre, in corrispondenza delle ricorrenze promozionali del Black Friday e del Cyber Monday. Su base mensile il giorno che mediamente fa registrare il numero maggiore di vendite è il 26, in prossimità dei giorni in cui a molte persone viene accreditato lo stipendio. Il lunedì è, invece, il giorno della settimana in cui gli utenti acquistano maggiormente online, mentre il sabato le vendite sono regolarmente al minimo. Durante la giornata, gli orari di punta in relazione al volume di vendite online corrispondono alle 11 e alle 20. 

Sempre nel corso del 2021 il tasso totale di abbandono del carrello corrisponde all’80,68%, valore leggermente inferiore rispetto all’81,08% registrato nel 2020. La domenica sembra aver generato il tasso di abbandono più elevato, mentre il mercoledì il più basso.

«La pandemia ha contribuito ad accelerare il processo di trasformazione digitale, spingendo sia le aziende che i consumatori a ricorrere all’e-commerce per vendere e acquistare qualsiasi tipo di prodotti, dai beni di prima necessità ai regali», spiega Brad Ward, content manager di SaleCycle e autore dello studio. «Le modalità di interazione dei consumatori con i brand sono in continua evoluzione. Le persone si aspettano che siano in grado di creare delle esperienze di acquisto omnicanale, fluide e personalizzate».

Il boom del mobile

Particolarmente interessanti i dati legati ai dispositivi utilizzati. Il 71,23% del traffico online è generato da dispositivo mobile, mentre il 28,77% da desktop. Nel momento di effettuare l’acquisto, però, in molti si spostano sul computer: rispetto al volume di vendite, gli smartphone pesano per il 56%, mentre il desktop per il 44%.

«I trend legati al volume di vendite online sono sempre più influenzati e dettati dall’utilizzo dei dispositivi mobili», prosegue Ward. «L’innovazione tecnologica, l’arrivo di schermi più grandi e il 5G sono tutti elementi che hanno permesso agli e-commerce di creare delle esperienze di acquisto indimenticabili anche da smartphone. Questa tendenza non farà altro che continuare. Tutti quei retailer che stanno trascurando l’ottimizzazione della user experience da dispositivo mobile rischieranno quindi di non rimanere al passo con i cambiamenti nel comportamento di acquisto degli utenti».

I settori: moda batte retail

Tra i settori monitorati da SaleCycle, quello della moda ha generato il volume più elevato di vendite online (71 milioni), seguito dai settori del retail (66 milioni) e dei viaggi e turismo (14 milioni). Nel retail spiccano gli acquisti per gli alimentari, una conseguenza diretta della pandemia. Molto richiesti anche articoli di arredamento, sport, cosmetica e tecnologia. Per quanto riguarda il settore viaggi, a farla da padrona sono gli hotel, ma il noleggio auto ha registrato una crescita significativa.

«Monitorare i cambiamenti legati ai trend di navigazione e acquisto degli utenti – conclude Ward –  permette alle aziende di individuare opportunità e insight che altrimenti avrebbero ignorato, come ad esempio includere nella propria strategia nuovi canali di marketing digitale per acquisire nuovi clienti».

È possibile scaricare il report di SaleCycle a questo indirizzo.



SaleCycle

SaleCycle è un’azienda di marketing comportamentale fondata nel 2010 con uffici in Francia e nel Regno Unito. Specializzata in soluzioni data-driven di remarketing e recupero di carrelli abbandonati, da oltre 10 anni lavora con più di 500 aziende e-commerce in svariati settori – tra cui Mondadori Store, Valentino, Etro, OVS, Nespresso, TheDoubleF, Benetton, MSC Crociere e molte altre – aiutandole ad aumentare il tasso di conversione fino all'8,5%, incrementare le vendite online, fidelizzare i propri clienti e ad acquisirne di nuovi, garantendo un uplift del fatturato di oltre il 6%.