Browsing Category

Motori

Eventi e spettacolo Motori

The Classics Forum: il summit globale dell’auto d’epoca nel cuore della Motor Valley che si apre al pubblico

The Classics Forum rappresenta una piattaforma globale dedicata a far progredire e consolidare il settore dell'auto da collezione. AssetClassic, nota per il suo fondo di investimento dedicato alle auto d'epoca e per la sua attività a livello di analitica, dati e divulgazione nel settore, co-gestirà le sessioni del sabato insieme a McKinsey. Queste sessioni approfondiranno temi chiave come l'innovazione digitale, la sostenibilità e l’introduzione dei nuovi carburanti ecologici e l’importanza delle competenze manifatturiere necessarie per il futuro sviluppo del settore.
I Partner includono Carrera Eyewear, Breitling, Pirelli e Cars&vintage, oltre a P1 Fuels come Sustainability Partner impegnato a garantire l’adesione dell'evento a un futuro sostenibile nel settore delle auto d'epoca, attraverso l’utilizzo di carburante ecologico per le manifestazioni dinamiche e l’uso di auto e aerei. Canossa, Azienda internazionale con riconosciuta leadership nella realizzazione di eventi motoristici, sarà presente come Experience Partner di The Classics Forum.
La giornata di domenica 2 Giugno, dedicata al pubblico, sarà caratterizzata dall’esposizione di alcune delle auto più importanti e ricercate al mondo e da un’esibizione dinamica lungo un percorso tracciato sulle strade della Tenuta, di auto storiche e da rally. Un momento saliente sarà rappresentato dall’esibizione di volo della pattuglia “Charlie TwentySix” con aerei alimentati da P1 Fuels, per minimizzare l’impatto ambientale.
Per ulteriori informazioni e iscrizioni, si invita a visitare il sito web dell'evento: www.theclassicsforum.com.
Contatto stampa: info@theclassicsforum.com
Motori

Magica, l’app iOS che semplifica la vita degli automobilisti nella gestione del proprio veicolo

L'app vuole essere una rivoluzione nel mondo automotive, offrendo agli utenti iOS una soluzione all'avanguardia per la gestione semplificata del proprio veicolo. Magica permette, con un'interfaccia user-friendly, ai propri utenti il monitoraggio dei chilometri, la gestione delle spese, la manutenzione e l'ottimizzazione dei costi operativi.  

L'applicazione è scaricabile gratuitamente da App Store ed è dedicata a tutti coloro che utilizzano un'automobile, sia per lavoro che per passione. 

È stata realizzata da Dimitri Giani, sviluppatore di applicazioni iOS e Android che opera nel settore sin dalla nascita di iPhone. Dimitri si occupa di progettare e realizzare prodotti mobile per le aziende e le start-up, cioè prodotti basati sulle applicazioni per smartphone e tablet.

«Con Magica ho voluto creare la soluzione definitiva alla digitalizzazione delle auto, infatti con Magica è possibile tenere sotto controllo il proprio mezzo sotto ogni punto di vista, è il computer di bordo che mancava» afferma Dimitri Giani.

È molto facile da utilizzare: una volta avviata è sufficiente definire il tipo di veicolo posseduto, inserendo i suoi dati basici o selezionandoli dall'ampio database e a tutto il resto ci pensa l'applicazione. Magica infatti è in grado di riconscere automaticamente quando l'automobile si sposta, e, per i più esigenti, è inoltre possibile configurare l'app con il Bluetooth dell'auto o con un dispositivo BLE esterno.

Il riconoscimento dei viaggi permette di tenere traccia di molti dati del veicolo, come i consumi medi e le distanze percorse. E proprio grazie ai dati registrati è possibile avere un'analisi dettagliata mediante le statistiche fornite. Attraverso la semplice analisi dei dati sui viaggi percorsi è possibile comprendere dove e quando ciascun utente spende di più con la propria auto.   

Magica offre, inoltre, tante altre funzionalità utili sia a chi con un mezzo ci lavora, sia a chiunque possegga un'auto.  

Prima fra tutte la gestione dei rifornimenti. L'app è in grado di riconoscere quando ci si ferma ad un distributore o ad una colonnina elettrica, e automaticamente richiede di inserire i dati del rifornimento o della ricarica. Questo è utile per tenere traccia di queste spese e, specie per chi lavora, poterle scaricare velocemente inviando al proprio commercialista il PDF generato dall'app con tutti i dati necessari.  

La gestione delle scadenze e della manutenzione. Magica permette di inserire tutte le spese e le manutenzioni passate e future e analizzarle per fornire le statistiche necessarie. E per le scadenze, avvisa per tempo l'utente affinchè non si dimentichi.  

Come ultima funzionalità, l'applicazione è anche un dispositivo anti-abbandono. Attivando questa funzionalità, ogni volta che si esce dal veicolo e si finisce un viaggio, Magica avvisa l'automobilista con un suono ben evidente, anche su Apple Watch se lo possiede, in modo tale da ricordargli di non dimenticare nessuno in auto.  

È anche compatibile con Car Play, dove fornisce informazioni utili sul veicolo e sul viaggio in corso.  

L'app è disponibile per il download su iOS App Store gratuitamente ed è possibile utilizzarla in tutte le sue funzionalità (compreso come dispositivo anti-abbandono) con poche limitazioni. Si possono sbloccare tutti i limiti con un abbonamento mensile o annuale (con 7 giorni di prova gratuita) o per chi non ama gli abbonamenti, è possibile acquistare la versione Lifetime.

Per informazioni visitare il sito ufficiale o l'App Store.

Motori

SUMMANO VEICOLI INDUSTRIALI: INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DI BRENDOLA (VI)

Sabato 28 ottobre a partire dalle ore 10:00 si terrà l’inaugurazione della nuova sede di Brendola (VI) di Summano Veicoli Industriali, un’importante occasione per condividere insieme a partner e clienti i traguardi raggiunti nel corso di questi primi cinquant’anni di attività.

Situata a soli pochi minuti dall’uscita autostradale, in via Einaudi 16, la sede si estenderà su una superficie pari a circa 10.000 mq, e sarà interamente dedicata alla vendita e all’assistenza di mezzi commerciali, industriali e per il trasporto persone. Lo scopo? Offrire servizi a 360° dedicati ai veicoli MAN e ai loro conducenti.

Fondata nel 1969, infatti, la Summano Veicoli Industriali ha da sempre perseguito l'obiettivo di fornire ad aziende e professionisti un servizio tempestivo, competitivo e all’avanguardia; lo stesso che, nel corso degli anni, l’ha portata ad imporsi come vero e proprio punto di riferimento per le aziende del territorio.

A sottolinearlo anche la levatura degli ospiti che prenderanno parte all’evento, come il Primo Cittadino di Brendola e una delegazione MAN Truck & Bus Italia che parlerà di alcuni tra i più innovativi mezzi e servizi della gamma, tra cui l'attesissimo veicolo elettrico.

Grande l’aspettativa per quella che si preannuncia una giornata carica di emozioni: oltre alla nuova sede operativa, la ditta guidata dai fratelli Dalle Carbonare coglierà l’occasione per festeggiare - sebbene con un po’ di ritardo - il proprio 50° anniversario, la cui ricorrenza era stata da tempo rimandata.
Motori

Motoreto sarà la prima startup spagnola a partecipare al Dealerday a Verona, la fiera automobilistica più grande d’Europa

I giorni 16, 17 e 18 di maggio la città di Verona riunirà i principali attori del settore automobilistico e della mobilità in quella che è diventata la fiera d’Europa più importante del settore, l’Automotive Dealerday.

Il tema centrale dell’evento, che cambia ogni anno, sarà la sostenibilità, elemento centrale che darà vita alle differenti soluzioni e servizi che saranno in testa alla trasformazione dell’attività della mobilità.

Durante questi giorni, vari concessionari e dealer, fornitori e tutte le aziende della catena che opera nell’industria saranno protagoniste del Dealerday; di fatto, tutti i player del settore.

Saranno presenti anche alcune tra le piattaforme tecnologiche più dirompenti del settore automobilistico, come nel caso di Motoreto, che si erge come la prima azienda spagnola ad essere eletta per partecipare all’evento. Tenendo in conto l’elemento della sostenibilità che sarà il fulcro delle diverse giornate, Motoreto, che conta già 900 concessionari italiani sulla sua piattaforma, ha appena ricevuto un investimento dal primo strumento di finanziamento ad impatto che esiste in Spagna (First Drop VC), considerando che il suo modello aziendale e le soluzioni hanno come obiettivo l’attuazione, in diverse aree, degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS).

In questo modo, il Dealerday rappresenta un’occasione di incontro tra tutti i player del settore, con l’obiettivo di cercare e proporre nuove opportunità di innovazione e crescita del settore. 

"L'Italia è un Paese molto importante per il suo potenziale di mercato, con oltre 4 milioni di auto vendute attualmente, il triplo del mercato spagnolo, quindi crediamo che Motoreto sarà la soluzione All in One che si adatterà alle esigenze dei concessionari italiani", aggiunge Marco Conde, CEO di Motoreto.

L’evento sarà diviso in diverse aree, che rientrano nell’ambito dell’area Business, Meeting in Sinergia, Area Startup e Startup Generation Awards, dove tutti gli attori della catena del settore automobilistico potranno esporre la propria attività e soluzioni, e che aumenteranno il network e gli scambi per lavorare in sinergia.

Motoreto è stata la prima azienda spagnola ad avere la possibilità di uno spazio proprio in fiera e a competere per il Startup Generation Award.

Nel 2022, durante l’edizione passata, hanno partecipato circa 5000 attori del settore; tuttavia, quest’anno ci si aspetta di superare gli 8000 dealer, ai quali si devono aggiungere altri player dell’industria.

Motori Startup e innovazione

Autosupermarket: compra la tua auto online con l’aiuto dell’intelligenza artificiale

Autosupermarket è agli albori di una nuova era. Nuovo look, più accattivante ed attuale, e lancio del sito web con una grande novità: l'integrazione dell'intelligenza artificiale basata sul modello ChatGPT-4, che la rende di fatto la prima piattaforma di auto usate a mettere a disposizione l'IA per la ricerca. Un’azione rivoluzionaria, che ha come obiettivo quello di offrire agli utenti un’esperienza di acquisto e vendita di automobili online senza precedenti, basata su tecnologie d'avanguardia e soluzioni personalizzate.

La missione di Autosupermarket è quella di rendere il processo di compravendita ancora più personalizzato, offrendo suggerimenti estremamente accurati e basati su un'ampia gamma di parametri come prezzo, prestazioni, affidabilità e consumo di carburante. In questo modo, anche gli utenti meno esperti possono essere certi di ricevere proposte che rispecchiano realmente le loro esigenze e preferenze. L’intelligenza artificiale è inoltre in grado di apprendere dalle azioni e dalle domande degli utenti, migliorando costantemente la precisione delle proposte fornite e adattandosi progressivamente alle esigenze specifiche di ciascun cliente, elaborando e confrontando una grande quantità di dati in tempo reale.

Il tutto è potenziato dalla nuova interfaccia, migliorata per facilitare la ricerca e il confronto tra i diversi annunci di auto disponibili e concepita per offrire un'esperienza di navigazione intuitiva e coinvolgente, oltre che facile da utilizzare.

L’intelligenza artificiale non è, tuttavia, l’unica rivoluzione introdotta da Autosupermarket: sul nuovo portale dealer e privati potranno infatti inserire i propri annunci in modo totalmente gratuito e illimitato, con la facoltà, in base alle esigenze, di acquistare successivamente dei pacchetti pro con funzionalità aggiuntive.

Il nuovo portale di Autosupermarket è raggiungibile a questo sito:
www.autosupermarket.it

Dal 1990 ad oggi, Autosupermarket si è sempre evoluto per adattarsi alle nuove tendenze ed esigenze del mercato delle automobili, passando dall’iconica edizione cartacea al portale online con oltre 125.000 annunci e, infine, all’integrazione dell'intelligenza artificiale. Questa costante attenzione all'innovazione e alla qualità del servizio offerto ai clienti rappresenta uno dei principali punti di forza di Autosupermarket, che, dopo il restyling, vuole affermarsi ancora una volta tra le principali realtà del settore.
Motori Natura e ambiente Startup e innovazione

Next Design Innovation tra le finaliste del prestigioso Plastics Recycling Awards Europe 2023

Next Design Innovation è stata selezionata per il prestigioso Plastics Recycling Awards Europe 2023, per il vassoio di movimentazione composto da polipropilene espanso riciclato quasi al 100%.

"È con grande orgoglio che abbiamo appreso di essere tra i finalisti del prestigioso concorso Plastics Recycling Show Europe. Con questa nomina viene riconosciuto a livello internazionale l'impegno di un'azienda delle nostre dimensioni che, in pochi anni, si è fatta strada in un mondo di giganti, ritagliandosi un ruolo di tutto rispetto nel mondo dell'innovazione tecnica; portando avanti i nostri valori, primo fra tutti quello della Sostenibilità Economica, Ambientale e nel Lavoro. Ringrazio i miei collaboratori, il designer Roberto Brambilla, il progettista tecnico Lorenzo Caprasecca, la responsabile della comunicazione Alessandra Valorosi, ingegnere meccanico JSP-ARPRO Carlos Alquezar, il direttore di produzione Alberto Rigamonti e tutto lo staff" ha dichiarato Manuele Lucisano, Direttore Generale di Next Design Innovation.

"Con il programma di sostenibilità GRETA® abbiamo sviluppato un nuovo concetto che parte dall'analisi dei problemi dei nostri partner, per garantire un'azione mirata che tenga conto dell'intero processo produttivo e offra una filiera chiusa a emissioni zero e infinitamente rinnovabile."

I vincitori dei Plastics Recycling Awards Europe 2023 saranno annunciati l'11 maggio, durante la seconda giornata del Plastics Recycling Show Europe che si terrà presso RAI Amsterdam (Exhibition and Convention Centre). Aperto a organizzazioni e persone di tutta Europa, coinvolti nel riciclo dei materiali plastici, il Plastics Recycling Awards Europe è organizzato congiuntamente da Plastics Recyclers Europe (PRE) e Crain Communications, organizzatori del Plastics Recycling Show Europe.
www.prseventeurope.com



*****
NEXT DESIGN INNOVATION
Next Design Innovation è una società del Gruppo IES che si concentra sullo sviluppo di soluzioni uniche per risolvere qualsiasi problema in modo innovativo.
Nella foto allegata Manuele Lucisano General Manager
Motori Natura e ambiente

AUTO AZIENDALI PIU’ VERDI, MA I DUBBI RIMANGONO

GR ADVISORY, leader nelle ricerche di mercato e nella consulenza in ambito corporate mobility, insieme a A.I.A.G.A. (Associazione Italiana Acquirenti e Gestori Auto Aziendali) ha realizzato l’indagine conoscitiva L’IMPRONTA VERDE DELLA FLOTTA AZIENDALE. Erogata in modalità web nel periodo 9-20 febbraio e articolata in 23 domande specialistiche, la survey ha raccolto la partecipazione record di 622 aziende. Il progetto è stato realizzato grazie a 5 aziende leader nella mobilità sostenibile: Alphabet, Continental, GuardOne, Volkswagen e Zucchetti.

Le diverse alimentazioni a basso impatto ambientale sono oggi ampiamente diffuse nelle aziende: Plug-In 52%, Mild Hybrid 50%, Full Hybrid 38% ed Elettrico 36%. Tre quarti delle aziende dichiarano di aver intrapreso azioni concrete per ridurre le emissioni, tra le quali l’introduzione di alimentazioni alternative rappresenta quella più seguita (58%) e ormai ha superato la policy con limite massimo di CO2 (38%) mentre l’obiettivo “Net Zero 2030” è stato accolto solo dal 13% delle aziende. Solo il 18% dei Fleet Manager dichiara di non avere nemmeno un veicolo ad alimentazione “green” in flotta.

Il 54% dei Fleet Manager che hanno acquisito veicoli elettrici o Plug-In riscontrano una diminuzione effettiva di consumi ed emissioni, ma il maggior effetto positivo, secondo il 62% degli intervistati, è costituito dal netto miglioramento dell’immagine aziendale. Tra gli aspetti critici emerge il rifornimento di energia per le vetture elettriche e ibride plug-in: il 55% delle aziende possiede colonnine di ricarica nei parcheggi aziendali, ma solo il 22% ha dotato i driver di eCard per ricarica pubblica e solo il 9% wallbox installate dall’azienda a casa dei dipendenti. Chi invece non ha ancora intrapreso la strada della mobilità green giustifica le sue scelte con il costo dei veicoli ancora troppo alto, a fronte di una scelta di modelli limitata per le proprie esigenze, oltre ai timori legati al rifornimento elettrico e alla copertura geografica delle colonnine. La scarsità di modelli adatti alle car list aziendali (46%) e le difficoltà di rifornimento (56%) sono gli aspetti negativi segnalati anche dal campione che ha già adottato auto elettriche e Plug-In. 

Non solo i veicoli, anche i pneumatici devono essere sostenibili: oltre il 70% dei Fleet Manager gli attribuisce grande importanza nella riduzione delle emissioni attraverso la misurazione della rolling resistance. Ancora minoritario l’utilizzo di software di gestione flotta per misurare l’impronta verde: appena il 15% dei rispondenti dichiara di utilizzarlo, mentre oltre il 18% elabora la reportistica a supporto del “green” senza utilizzare un software specifico. Sebbene il numero sia cresciuto negli ultimi due anni, solo il 30% delle aziende realizza il Piano Spostamenti Casa-Lavoro.

La transizione green delle auto aziendali è ben lontana dalla sua piena realizzazione – sottolinea Davide Gibellini, CEO & Managing Partner GR ADVISORY – e dovrà essere attentamente monitorata da qui al fatidico 2035 anche a fronte del recente stop della decisione UE di proibire la vendita di motori termici. Il ridotto numero di aziende che offrono corsi ai driver aziendali (appena 15%) dimostra che non si è ancora capita l’importanza dei comportamenti di guida, sia per diminuire emissioni e consumi, sia per condurre correttamente le auto ibride ed elettriche e aumentare la sicurezza”.

GR ADVISORY è leader nella consulenza e nella ricerca di mercato in ambito mobilità aziendali. Con sedi a Milano e Roma, ha assistito oltre 300 fra le più importanti aziende italiane private e pubbliche nella realizzazione di benchmarking, ottimizzazione costi e livello di servizio, implementazione di mobility plan sostenibili grazie a specifiche conoscenze dei processi di mobilità e a strumenti proprietari (software FlottaSemplice®).

Economia e finanza Eventi e spettacolo Motori Natura e ambiente Startup e innovazione

ANCHE ALPHA MOBILITY HA PARTECIPATO ALLE INTESA SANPAOLO NEXT GEN ATP FINALS DI MILANO

Milano – La crescita di Alpha Mobility non si ferma: a poco più di un anno dalla nascita inizia ad instaurare importanti partnership che consolidano ulteriormente l’azienda e le permettono di posizionare le proprie stazioni di ricarica in punti strategici. Una delle partnership che l’azienda può vantare è sicuramente quella con la Federazione Italiana Tennis.

Tale collaborazione è caratterizzata da un obiettivo comune: la sostenibilità ambientale, come avvenuto in occasione delle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals con i migliori otto Under 21 del circuito ATP. Un evento di spessore internazionale grazie al quale si scoprono i nuovi talenti del tennis: quest’anno a trionfare è stato il giovane statunitense Brandon Nakshima.

La partenership tra Alpha Mobility e la FIT per tale avvenimento non ha solo lo scopo di fornire le stazioni di ricarica per i veicoli elettrici usati per trasportare i giovani talenti, ma anche quello di dimostrare che le nuove generazioni sono il futuro della sostenibilità. I giovani sono sempre più attenti all’ambiente e ne comprendono l’importanza impegnandosi dal semplice riciclo alla mobilità elettrica.

"Il futuro sono proprio le nuove generazioni" sostiene Massimo Ferrarin CEO di Alpha Mobility "vogliamo sostenere le nuove generazioni ad arrivare ad un futuro sostenibile in maniera più semplice possibile."

Per tutti i trasporti degli atleti durante le Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals sono stati utilizzati veicoli elettrici e durante tutti e cinque i giorni due stazioni di ricarica di Alpha Mobility sono state allestite presso il parcheggio dell’Allianz Cloud erogando ben 1600 kW, circa 160 ore di lavoro.

È solo il primo degli eventi in cui Alpha Mobility offre le proprie colonnine alla Federazione Italiana Tennis, un test riuscito alla grande. Siamo già pronti al prossimo!

Alpha Mobility
Alpha Mobility è una start up innovativa, rappresenta un’azienda giovane e dinamica che opera nel settore della mobilità elettrica; nasce nel 2020 da un team di imprenditori e ingegneri con un’esperienza decennale nel settore della automazione industriale. Alpha Mobility ha l’obiettivo di integrare perfettamente principi ambientali, sociali e di buona governance sviluppando il proprio core business noleggiando e vendendo stazioni di ricarica con un sistema di gestione unico al mercato. Nel corso del 2021 e 2022 ha una crescita esponenziale che le consente di sviluppare importanti e durature partnerships.
Motori Startup e innovazione

Nasce Spondee la prima startup che, grazie ad un algoritmo, calcola e offre garanzie guasti complete per i possessori un’auto usata

Livorno - Lo scenario post pandemia, nel quale il consumatore per ovvi motivi legati a logiche di mercato e una contingente indisponbilità di auto nuove ed usate nei piazzali dei rivenditori, si è sempre di più rivolto al mercato del privato, soprattutto su uno dei tanti marketplace on line.  Qui sorge il problema dell’utente: se acquisto un’auto da un privato come posso tutelarmi da eventuali problemi futuri legati alla qualità dell’auto? E se l’auto che ho acquistato avesse un guasto, sarei pronto a far fronte al costo di un ripristino importante? 

Spondee risponde esattamente a questi problemi: dà la possibilità all’utente di accedere ad un servizio di garanzia guasti che tutela lui e la sua auto da eventuali guasti meccanici/elettronici futuri. In seguito all’acquisto dell’auto da privato, con l’attivazione di una garanzia guasti Spondee, l’utente puo essere certo che di fronte ad un guasto sul 95% dei componenti dell’auto,  Spondee risolverà il problema rimborsando direttamente l’officina meccanica, compreso tutti i costi di manodopera. 
Tutto questo fino alla durata di 36 mesi e se il cliente lo desidera, potrà acquistare il servizio di garanzia pagandolo mensilmente tramite carta di credito o conto corrente grazie alla joint venture che abbiamo stipulato con la piattaforma di split ePayment Soisy.

La piattaforma di Spondee si basa su una tecnologia proprietaria alla cui base è stato posto un algoritmo che definisce in maniera univoca il costo e l’eventuale rischio che la garanzia richiesta può sopportare. Le tariffe non sono fondate su “step chilometrici” o su “variabili legate all’anzianità del veicolo” ma è l’algoritmo che definisce, in funzione dello storico pregresso, dell’esperienza che i responsabili vendita hanno portato in struttura e della targettizzazione dell’utente il reale costo e soprattutto definisce se un utente è interessante o meno all’algoritmo stesso. 

"Con la garanzia Spondee bypassi tutto e decidi tu quando e come proteggerti dai rischi che potresti affrontare in futuro” afferma Simone Biondi l’amministratore del gruppo. Spondee è frutto di uno sviluppo immaginato in uno dei periodi commercialmente “più oscuri” dell’ultimo decennio, adesso entra sul mercato con un servizio innovativo che storicamente è già presente da anni sul mercato inglese (warranty direct) e americano: non solo rivolto al “Business to Business” ma concentrato sullo sviluppo della realtà “Business to Consumer”. 

“Appena avviata la struttura nel 2020, ci siamo legati a partner commerciali volti alla proposizione del servizio verso rivenditori e concessionari di auto usate, ma la riduzione del volume di mercato dei concessionari ci ha fatto pensare che il focus dovesse essere un altro. Abbiamo ritenuto necessario dare una svolta al mercato delle garanzie guasti con un tono di voce diverso dal solito, disruptive, adottando un linguaggio più “young oriented” e maggiormente schietto, senza dover necessariamente usare un’impostazione incravattata e corporate. Il metodo comunicativo incentrato sull’utilizzo di tutte le piattaforme social e la cura nella ricerca di nuovi trend ha fatto sì che Spondee iniziasse a parlare non più al “padre che acquista l’auto per il figlio” ma direttamente “al figlio” che per la prima volta si trova di fronte all’acquisto della sua nuova auto” afferma Gabriele Bucchioni, Chief Marketing Officer di Spondee.

“Comunicare all’utente giovane (considera che le nostre garanzie sono acquistate da utenti la cui media età non supera i 30 anni) è per noi anche un modo di abituare fin da subito i giovani come noi ad acquistare un’auto usata senza dover necessariamente incorrere in rischi non calcolati o dover pagare l’auto ad un costo maggiore presso un rivenditore e allo stesso tempo, educare i nuovi acquirenti di auto ad un’autotutela maggiore rispetto ad ora. Uno dei prossimi obiettivi di Spondee è affacciarsi al mondo fintech legato alle crypto… chissà che in questo modo non si riesca ad abbracciare un target di riferimento ancora più specifico e maggiormente tech” conferma l’amministratore Simone Biondi. 

“Inoltre se ci segui sui social, non troverai alcuna scontistica ricorrente nella proposizione commerciale del servizio perché crediamo più interessante promuovere costantemente un servizio economicamente accessibile e tecnicamente più sicuro e certo.” afferma Gabriele Bucchioni, Chief Marketing Officer di Spondee.

La startup nasce da vroomauto.it. “Vroom è nata quasi 10 anni fa e la trasformazione che la struttura ha avuto negli ultimi 3 anni ha permesso una crescita esponenziale consentendo la creazione di relazioni commerciali su tutto il territorio nazionale. Vroom, franchising di intermediazione automobilistica, conta ad oggi più di 50 negozi/filiali su tutto il territorio nazionale e più di 120 persone che operano quotidianamente nello sviluppo del marchio sul fronte locale e nazionale. Chiaramente questa struttura preesistente ha favorito la sua crescita, ma Spondee è come una “nana bianca”, che come wikipedia ci insegna è una stella di piccole dimensioni, con una bassissima luminosità ma che nonostante le sue ridotte dimensioni possiede una massa simile o lievemente superiore a quella del Sole; è quindi un oggetto molto compatto, dotato di un elevatissima consistenza e attrattività".
Moda e lifestyle Motori Viaggi e tempo libero

Il fenomeno “Therealgleidygram”, influencer con 3 lauree, 9 masters e 62 corsi di specializzazione, sfiora i 100.000 followers

Non di soli balletti e sciocchezze si nutrono i canali più seguiti sui social network. Lo dimostra “Therealgleidygram“, influencer italo-brasiliana con all'attivo 3 lauree, 9 master certificati, 62 corsi di specializzazioni e un quoziente intellettivo di 130. Decisamente una marcia in più che le ha permesso di scalare in poco tempo la classifica degli influencer più seguiti raggiungendo oggi l’ottavo posto nella classifica italiana delle donne Influencer in campo "Auto/moto". 

“Therealgleidygram” nasce come content Creator e Influencer; inizia il suo viaggio per gioco, per moda, con l’obiettivo di ottenere popolarità e visibilità su uno dei social fotografici più popolari. Il suo nome prende spunto da “therealhunzigram”, uno dei suoi personaggi televisivi più amati, più naturali e più divertenti.   

Nasce nel 2017 e in pochissimi mesi guadagna popolarità e copertura posts unica giungendo al conteggio di 10.000 followers. Appare come il profilo della ragazza della porta accanto, semplice, non famosa, ma esteta ed amante del bello, tra paesaggi mozzafiato, indossatrice di abiti dai brand nati a livello worldwide (Elisabetta Franchi, Versace, Pinko, Roberto Cavalli) nelle più splendide località di vacanza.   

Nel 2019 conta 40.000 followers e la sua scalata non si arresta fino a raggiungere gli attuali 85000 followers. La sua visibilità si muove anche su Tiktok con visualizzazioni fino a 100.000 utenti, considerandolo la nuova piattaforma con potenzialità enormi a sostegno del Customer journey con piani editoriali frizzanti ed emozionanti che spaziano anche fra i popolari di LinkedIn.   
Nel 2022 crede che il metodo “e4”, ideato dalla stessa founder di “therealgleidygram” possa essere utile.

“E4” è il metodo innovativo ideato dalla Dott. Ing. Gleide Maria Ottavis (Project Manager certificato con metodologie Agile e Quality System) che, a partire dalle analisi tecnico-ingegneristiche, coadiuvate da sofisticati algoritmi, gestisce gli schemi comportamentali della natura umana in ottica aziendale, con il supporto dei capisaldi del Quality System delle realtà manifatturiere.

Il brand “therealgleidygram” si fonde, quindi, con il brand “e4”, un matrimonio che ha sancito di fatto la nascita della prima influencer "nerd" e "secchiona" al servizio della creatività digitale.