Browsing Category

Scienza e tecnologia

Scienza e tecnologia Startup e innovazione

Nasce Magusbet: la piattaforma che grazie all’Intelligenza Artificiale promette di rivoluzionare il mondo delle scommesse online

Dall'idea di tre professionisti del mondo del betting e dell'analisi dati nasce un nuovo strumento gratuito per analisi sportive efficaci e vincenti.

Magusbet permette di reperire, in pochi click, tutti i dati necessari per l’analisi completa di un evento sportivo. Utilizza statistiche sempre aggiornate e davvero utili per effettuare sintesi approfondite. 

Come ci riesce? Grazie all’Intelligenza Artificiale che analizza e raccoglie tutti i dati utili in maniera rapida e precisa. La vera forza di questo strumento è proprio l’oggettività delle analisi che esegue e che permettono all’utente di comprendere facilmente quali decisioni prendere. 

La piattaforma Magusbet aiuta gli utenti ad orientarsi nel vastissimo universo di informazioni presenti sul web grazie a Sentinel. Questa tecnologia scansiona e analizza oltre 100 siti web premium dedicati ai pronostici sportivi creando una tabella riepilogativa di semplicissima lettura con tutti i dati utili per elaborare i pronostici personali. 

Questo tool di analisi sportive è il primo che punta a creare una vera e propria Community. Ad ogni utente viene assegnato un punteggio chiamato Magusbet Authority, una metrica che esprime da 0 a 100 la reale bravura di ogni utente nell’indovinare pronostici. Al raggiungimento di buone soglie di Magusbet Authority si può anche diventare tipster professionisti e remunerare la passione rivendendo i tuoi pronostici privati agli utenti della community Magusbet.

Accedere a questo nuovo servizio è semplicissimo: non bisogna scaricare nessuna app, il login si esegue in pochi secondi e non si deve sostenere alcun costo. A questo punto l’utente accede alla sua Dashboard user friendly e super intuitiva. 

In pochi clic si possono generare i pronostici personali sugli eventi sportivi preferiti perché si hanno a disposizione statistiche aggiornate e recenti da confrontare. Tra i dati a disposizione: andamenti, performance, probabili formazioni, testa a testa, classifiche e quote. Tutto questo nella stessa interfaccia e aggiornato in tempo reale. 

Tra le altre funzioni più interessanti troviamo sicuramente le Statistiche Giocatori, analisi dettagliate delle performance di ogni giocatore, e la Comparazione Quote, un tool che permette di comprendere l’andamento del mercato delle quote di mercato e visualizzare sia le quote inerenti al Mercato Sharp e che quelle al Mercato Soft



Come nasce il progetto?

Il team Magusbet è formato oggi da 3 professionisti : Salvatore Fresta, Samuele Cottone e Renato Baldo, che contano un'esperienza più che decennale nel mondo del betting e dell'analisi dati.  

La piattaforma online Magusbet nasce dall'idea di Salvatore Fresta, senior developer e da sempre appassionato di scommesse, che nello sviluppare gli algoritmi che oggi sono alla base del funzionamento della piattaforma, ha capito come risolvere un problema reale per tutti gli appasionati come lui: reperire tutti i dati utili per studiare un match.
Il giovane team che ha ideato questo strumento spiega la mission di Magusbet in modo molto chiaro: “Questo strumento è nato per rivoluzionare il mondo delle analisi sportive ma anche con l'intento di creare una community forte e con grande passione per gli eventi sportivi. Magusbet nasce come uno strumento gratuito e lo rimarrà sempre, così da incentivare la partecipazione al progetto”.
Economia e finanza Scienza e tecnologia Startup e innovazione

Flazio.com è l’azienda Leader della Crescita 2023 per Il Sole 24 Ore

Flazio.com ha ottenuto il riconoscimento di Leader della Crescita 2023, premio che ogni anno vede competere le migliori PMI italiane, certificandosi come l’azienda italiana che ha avuto la crescita di fatturato più alta nell’ultimo triennio.
A certificare il risultato raggiunto dalla prima piattaforma no-code che permette di creare siti web e siti e-commerce anche a chi non ha competenze informatiche, sono stati il Sole 24 Ore e Statista, le due realtà che ogni anno monitorano la crescita di tutte le imprese italiane in maggiore espansione economica. Nata come start-up nel 2011 alle pendici dell’Etna con la triplice missione di combattere l’analfabetismo digitale, democratizzare il web e decentralizzare il mondo digitale, Flazio.com può contare su un fatturato che supera oggi i 2 milioni di euro e una forte espansione sui mercati internazionali.

Dati che hanno permesso di soddisfare, con ampi margini, i rigorosi criteri di selezione per l’accesso all'elenco delle imprese Leader della Crescita 2023. “Flazio.com fa da capofila nel processo di digitalizzazione delle attività imprenditoriali – commenta il CMO di Flazio.com Calogero Milazzooggi Flazio è infatti la piattaforma più utilizzata dalle imprese per realizzare il proprio sito web e gestire la propria presenza online tanto da contare oltre il milione di clienti sia italiani che stranieri.”

Dietro il progetto di Flazio.com c’è un team diversificato e internazionale in continua crescita, formato da più di trenta persone tra ingegneri informatici, programmatori, designer, copywriter e creativi. Una squadra in grado di accompagnare tutti gli utenti - anche quelli non proprio nativi digitali - in ogni fase. Non solo la creazione del sito, ma anche le necessità che vengono dopo, con strumenti per gestire e ottimizzare la propria presenza online. Da piccola dimensione allo status di impresa di successo, che punta a diventare leader del proprio mercato, è il percorso di Flazio.com, a dimostrazione del fatto che esiste un'Italia creativa e dinamica che attraverso innovazioni, nuovi prodotti e nuovi servizi, crea posti di lavoro e distribuisce ricchezza in tutto il territorio.

Salute e benessere Scienza e tecnologia

Le nuove opportunità della formazione medica: eventi in realtà virtuale

Dottore si fermi, purtroppo ha appena eseguito una manovra errata; abbiamo appena perso il paziente.
Mi dispiace Professore, farò più attenzione con la prossima operazione. Possiamo ricominciare?
D’accordo, preparo il tavolo operatorio.”  

Una conversazione simile, per quanto bizzarra e anticonvenzionale, potrebbe presto rappresentare la normalità all’interno delle aule e delle sale chirurgiche di numerose strutture ospedaliere ed universitarie; no, non si tratta di uno scenario fantascientifico basato su viaggi nel tempo né di un preoccupante scenario di estremo disinteresse verso la salute del paziente: si tratta del possibile futuro della formazione medica. Suona ancora strano e allarmante? Procediamo con ordine.

L’attuale pandemia ha rivoluzionato in maniera travolgente l’universo della sanità ed in particolare il settore della formazione medico-sanitaria, un ambito che per quasi due anni è stato costretto dal lockdown forzato e dalla necessità di isolamento ad affidarsi alle tecnologie di apprendimento da remoto; in queste circostanze, l’e-learning ha vissuto una decisa espansione ed una continua evoluzione e con esso anche le modalità di erogazione del processo formativo a distanza. Una delle tecnologie più rivoluzionarie nonché la più immersiva è la Realtà Virtuale (RV o RVI, Realtà Virtuale Immersiva), uno spazio virtuale originato dalla combinazione di dispositivi software e hardware che permettono all’utente di vivere diverse situazioni preimpostate all’interno di una simulazione tridimensionale interattiva: in poco tempo la RV ha trovato numerose applicazioni, dai videogiochi alla progettazione avanzata, dall’addestramento per figure professionali (piloti, militari, ecc.) al turismo a distanza (grazie alla fruizione virtuale di mostre e musei), finendo per estendersi anche all’ambito formativo e specialmente nel settore medico-sanitario. 

MICOM SRL è una società Provider ECM e Provider Europeo UEMS/EACCME®/EBAC che opera dal 1992 nel campo della progettazione ed organizzazione di congressi, eventi formativi e corsi di aggiornamento nel settore medico-sanitario, e che di recente ha iniziato ad investire con decisione sul settore tecnologico legato alla Realtà Virtuale e alle possibilità formative inerenti: «In MICOM abbiamo un solo obiettivo: fornire ai nostri clienti servizi sempre più all’avanguardia, perseguendo il business attraverso l'innovazione e la tecnologia » afferma Paolo Meggiorin, Business Development Manager presso l’azienda milanese « Per raggiungere questo goal ci impegniamo costantemente a garantire servizi di qualità che possano sviluppare le competenze dei partecipanti garantendo al contempo un’esperienza unica di apprendimento. È innegabile che stiamo vivendo in un periodo storico particolare dominato da un cambiamento radicale, alimentato anche dalla pandemia, determinato dall’avvento della Realtà Virtuale: basti pensare che IDC (International Data Corporation), la prima società mondiale specializzata in market intelligence, servizi di advisory e organizzazione di eventi nell’ambito digitale, prevede che gran parte della crescita degli investimenti in AR e VR sarà guidata dal settore commerciale e pubblico. Considerato il ruolo rivoluzionario della RV in numerosi ambiti, è chiaro che questa tecnologia rappresenta anche il futuro della formazione medico-sanitaria: è per questo motivo che noi di MICOM abbiamo voluto investire su questa tecnologia attraverso la progettazione e lo sviluppo per l’anno 2023 di diversi eventi formativi il cui svolgimento avverrà tramite Realtà Virtuale o all’interno di sale immersive allestite ad hoc ». 

Le possibilità di utilizzo della RV all’interno degli eventi formativi sono innumerevoli: attraverso dispositivi hardware quali visori, cyber-gloves e joypad gli utenti si immergono in ambienti tridimensionali ed interagiscono con i contenuti interattivi del cyber-verso; i partecipanti agli eventi potranno perciò effettuare operazioni chirurgiche virtuali o prendere decisioni critiche in situazioni simulate, saranno in grado di assistere virtualmente ad operazioni chirurgiche (registrate o in tempo reale) sfruttando webcam che trasmettono immagini a 360 gradi dall’interno della sala operatoria, potranno infine partecipare ad eventi formativi in realtà virtuale anche da remoto, collegandosi in tutta comodità dalla propria abitazione sfruttando particolari software. Diverse strutture del territorio hanno accolto la rivoluzione tecnologica attrezzandosi con sale immersive, ossia stanze in cui l’esperienza virtuale non richiede device dedicati: attraverso l’azione di videoproiettori e schermi disposti strategicamente intorno alla sala, gli utenti hanno la possibilità di assistere ad un evento formativo unico e coinvolgente.

« Ciò che ci chiede la maggior parte dei clienti, quando si parla di eventi formativi, è la novità » prosegue Meggiorin « il fattore dell’innovazione, unito alla possibilità di rendere l’evento interattivo e multisensoriale, ci permette di fornire un servizio unico ed efficace in grado di migliorare l’acquisizione di competenze del discente aumentandone il coinvolgimento e la concentrazione. Diversi clienti hanno condiviso la nostra visione, collaborando con noi allo sviluppo di progetti formativi innovativi che si svolgeranno in diverse strutture del territorio milanese ».

I vantaggi di organizzare un evento in RV sono numerosi: possibilità di partecipare da remoto senza rinunciare all’immersività; il beneficio del “learning by doing” (imparare facendo); il valore aggiunto dell’intrattenimento, che facilita il processo di apprendimento e mantiene alta la concentrazione dei partecipanti; l’appeal verso i giovani medici, i quali risultano più avvezzi all’utilizzo della tecnologia nelle sue svariate applicazioni. La Realtà Virtuale offre inoltre la possibilità di creare simulazioni di ambienti reali difficilmente riproducibili nella quotidianità, permettendo  ai partecipanti di affrontare situazioni critiche altrimenti raramente sperimentabili, in un contesto di totale sicurezza, potenziando il processo di valutazione ed autovalutazione dei processi decisionali all’interno di situazioni critiche.

« Il futuro è di chi lo fa » conclude Meggiorin « In MICOM abbiamo un’idea precisa di come la Realtà Virtuale sia in grado di aiutare i partecipanti a raggiungere gli obiettivi formativi desiderati: in base a ciò, siamo in grado di definire le piattaforme e la tecnologia di sviluppo più adatta a raggiungere il traguardo prefissato. Siamo orgogliosi ed emozionati di prendere parte in prima persona al processo di rivoluzione tecnologica legato al mondo degli eventi formativi e ci sentiamo più che mai pronti a rispondere alle esigenze di clienti e sponsor in maniera innovativa e tecnologicamente avanzata »

Il futuro della medicina e della formazione medica, dunque, si profila sempre più hi-tech e tanto i clienti quanto le aziende sentono il bisogno di stare al passo coi tempi; è solo questione di tempo prima che gli eventi immersivi in Realtà Virtuale, come quelli che MICOM ha progettato per l’anno venturo, sostituiscano in toto o perlomeno in gran parte gli eventi formativi a svolgimento tradizionale, sia in presenza che a distanza.
Economia e finanza Scienza e tecnologia

L’ultima indagine di Protolabs sull’elettronica di consumo rivela chi blocca l’innovazione del settore

In un momento in cui i produttori di elettronica di consumo devono affrontare la sostenibilità e le interruzioni della catena di fornitura, emerge che il 77% dei dirigenti ammette di aver “esitato in un momento cruciale” e di aver ritardato l’innovazione della propria azienda. Dei 210 intervistati nell'ultima indagine di Protolabs sull'elettronica di consum (per più di metà che lavorano in aziende con un fatturato maggiore di 150 milioni di euro) il 72% è convinto che i leader insistono su processi e controlli troppo farraginosi. 

Ancora più preoccupante è il fatto che solo il 33% afferma che negli ultimi due anni la propria azienda ha utilizzato l’innovazione per cogliere un’opportunità prima dei concorrenti. Emerge anche la preoccupazione per la mancanza di microchip che, per 7 italiani su 10, ha rappresentato un momento per pensare al modello di business e cercare di essere più innovativi. Per quanto riguarda la sostenibilità, lo studio dimostra che il settore deve prendere coscienza della crisi che sta affrontando: il 54% degli intervistati teme che la propria azienda possa fallire nel giro di pochi anni se non sarà capace di dimostrare la propria sostenibilità.

Nonostante questo, solo un intervistato su 5 (20%) crede che la sostenibilità possa diventare un’opportunità di crescita e differenziazione. La ricerca e il rapporto che ne è scaturito, redatto dalla società FT Longitude del Financial Times per conto i Protolabs, sottolineano come molti produttori del settore devono rivedere con urgenza la loro propensione e valutazione del rischio.

Peter Richards, direttore commerciale di Protolabs, aggiunge: "Per un settore notoriamente conosciuto per l'innovazione, i risultati sono particolarmente sorprendenti. In un'epoca di grandi cambiamenti, i produttori devono mettere in discussione la loro propensione al rischio, perché il business ordinario non è più sufficiente. E significa che i product manager e i progettisti devono ridurre il rischio dell'innovazione per aiutare i loro team senior a prendere decisioni più rapide.  Non nascondo che una delle soluzioni sia la prototipazione rapida, che consente di effettuare test in volumi piccoli e medi, soprattutto quando si possono ottenere i pezzi anche in un solo giorno lavorativo”.

Un ultimo dato emerso dall’indagine riguarda l’invecchiamento della popolazione che, per il 62% degli intervistati italiani, rappresenta più un’opportunità da cogliere che un rischio da affrontare.

Il rapporto, che include commenti di aziende che hanno trovato il modo di accelerare l'innovazione, può essere scaricato qui.
Salute e benessere Scienza e tecnologia

Conferenza EUROAPI. Ricerca e sviluppo nella filiera farmaceutica: miglioramento dei processi produttivi in relazione alle sostanze farmacologicamente attive.

Il Campus Universitario Ecotekne di Lecce ha ospitato l'evento conclusivo del Progetto "Studio e sviluppo di tecnologie innovative per il miglioramento genetico dei microrganismi produttori e dei processi di fermentazione, estrazione e purificazione di intermedi e principi attivi farmaceutici di interesse industriale". All'evento, gratuito ed aperto al pubblico, hanno partecipato gli studenti dei corsi di laurea in biotecnologie dell'Università del Salento, coordinati dal professor Tiziano Verri.

L'evento è stato presieduto da rappresentanti di EUROAPI Italia, con saluti istituzionali dell'Università del Salento. Dopo la presentazione dell'Azienda da parte del suo General Manager, Ing. Maria Rita Maresca, si è tenuto un approfondimento sui processi di produzione farmaceutica e la condivisione dei risultati del Progetto da parte della dott.ssa Valentina Inguscio, R&D Manager di EUROAPI Italia. L'evento è proseguito con una Lectio Magistralis dal titolo "Da dove vengono gli antibiotici in natura? Lezioni dalla ricerca e sviluppo di vecchi e nuovi antibiotici glicopeptidici", tenuta dalla Professoressa Flavia Marinelli dell'Università degli Studi dell'Insubria, dedicata a mettere in luce i successi della ricerca farmaceutica. Infine, si è svolta una sessione moderata dal Consorzio Italbiotec, con le presentazioni dei cinque ricercatori tirocinanti che hanno partecipato al Programma di formazione promosso e finanziato da EUROAPI nell'ambito del Progetto cofinanziato dalla Regione Puglia attraverso la misura "Contratti di Programma".

Il Progetto ha promosso la valorizzazione della filiera di ricerca e sviluppo di sostanze farmacologicamente attive di interesse industriale, nonché l'importanza della formazione in campo farmaceutico. Il Programma di formazione da parte sua, mirava invece a "migliorare i processi di produzione industriale di principi attivi farmaceutici da fonti naturali", di particolare interesse per lo stabilimento EUROAPI di Brindisi.

Lo stabilimento di Brindisi rappresenta una realtà trainante e strategica per il territorio in termini di collaborazione pubblico-privato, partnership con università e centri di ricerca, sviluppo di professionalità altamente qualificate e nuove competenze. Negli ultimi anni, la collaborazione con la regione Puglia e gli enti locali ha contribuito al rafforzamento del sito di Brindisi attraverso investimenti su nuove tecnologie e know-how per la ricerca industriale, aprendo così la strada a nuove molecole nella pipeline aziendale. Il Direttore dello stabilimento di Brindisi e General Manager di EUROAPI Italia, Ing. Maria Rita Maresca, ha espresso grande soddisfazione per l'evento e più in generale per i risultati dei progetti di ricerca e formazione, auspicando di proseguire la collaborazione con la regione Puglia e gli enti locali per rafforzare i benefici economici e sociali ricaduti sul territorio, utilizzando al meglio i fondi disponibili per la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione.



*********
EUROAPI
EUROAPI è focalizzata sul reinventare soluzioni di principi attivi per soddisfare in modo sostenibile le esigenze di clienti e pazienti a livello globale. È un'azienda leader nel settore dei principi attivi farmaceutici (API), con circa 200 prodotti in portafoglio, che offre un'ampia gamma di tecnologie d’avanguardia, sviluppando al contempo molecole innovative attraverso le sue attività di Contract Development and Manufacturing (CDMO). Agire per la salute, consentendo l'accesso a terapie essenziali, è la fonte di ispirazione delle 3.350 persone che lavorano ogni giorno per EUROAPI. Con forti capacità di ricerca e sviluppo e sei siti di produzione, tutti situati in Europa, EUROAPI assicura una produzione di principi attivi della massima qualità, servendo clienti in oltre 80 paesi del mondo. EUROAPI è quotata all’Euronext. Per saperne di più: www.euroapi.com

EUROAPI ITALIA
Lo stabilimento di EUROAPI Italia è un vasto sito produttivo con oltre 200 lavoratori, situato nella zona industriale di Brindisi con una storia che risale al 1966. EUROAPI Italia è specializzata nello sviluppo e nella produzione di principi attivi farmaceutici (API), tra cui antibiotici, corticosteroidi ed altri intermedi, tramite fermentazione su larga scala, estrazione, purificazione ed emisintesi. Il sito di Brindisi ha prodotto circa 250 tonnellate di molecole diverse nel 2021 ed ospita un centro biotecnologico di ricerca, sviluppo scientifico ed innovazione (DS&I). Il sito è approvato dalle principali autorità sanitarie e possiede certificazioni ambientali e di sicurezza sul lavoro.
Economia e finanza Scienza e tecnologia

La società ingegneristica friulana E4F presenta il piano di emergenza energetica per le medie e grandi imprese italiane.

Per aiutare le aziende in difficoltà a causa dell'emergenza energetica la società di ingegneria E4F ha lanciato un nuovo protocollo di intervento che prevede una riprogettazione a 360 di tutto il sistema di approvvigionamento e gestione energetico.


Le fasi del servizio sono quattro.
Come prima cosa entro una settimana dalla richiesta, si avvia l’attività finalizzata a recuperare presso il cliente tutti i dati e le informazioni, normalmente disponibili e facilmente disponibili nella maggior parte delle aziende, così da ottenere un quadro completo dello stato dell’azienda. L’attività di discovery si completa con un sopralluogo giornaliero in stabilimento da parte dei tecnici E4F che, accompagnati da un responsabile della produzione e manutenzione aziendale, rilevano le caratteristiche delle utenze energivore e le relative peculiarità di funzionamento.

Sulla base dei dati raccolti e delle esigenze produttive dell’azienda, si avvia poi la fase di analisi con lo scopo di individuare immediatamente eventuali sprechi e definire il profilo energetico dell’azienda, definendo le aree di intervento immediato, classificandole per priorità definite con il cliente.

Infine grazie all’esperienza maturata da E4F in diversi ambiti industriali, è possibile definire le soluzioni a breve termine più adeguate per gestire l’emergenza, tenendo in considerazione le varie esigenze di continuità produttiva e le peculiarità di ogni azienda. Tra gli interventi che possono essere immediatamente realizzabili e a costo contenuto ci sono i miglioramenti comportamentali come lo spegnimento di utenze in orari extra lavorativi o di fermi produzione, le modifiche dei parametri di climatizzazione individuando la soglia minima necessaria a garantire il rispetto dei parametri di legge, l’eliminazione di sprechi dovuti a consumi energetici superflui, perdite o malfunzionamenti.

Per chi fosse dotato di impianti di autoproduzione, come cogeneratori o impianti fotovoltaici, si analizza la necessità di interventi di manutenzione ordinaria ed eventualmente straordinaria al fine di massimizzare la produzione. O per chi ne fosse sprovvisto, l’implementazione di impianti di autoproduzione energetica con relative analisi dei costi, dei benefici e dei tempi di rientro dell’investimento.

Nelle industrie di produzione, una particolare attenzione viene prestata alla minimizzazione dei consumi modificando i set point degli impianti, garantendo comunque le esigenze della produzione. Infine, per chi poi volesse diversificare i vettori di approvvigionamento energetico, riducendo il rischio di interruzione delle forniture, E4F, forte dell’esperienza negli ambiti engineering, safety ed energy, è in grado di offrire una consulenza capillare e completa sulle ricadute in termini di sicurezza – tra cui la prevenzione incendi – richieste per eventuali modifiche impiantistiche, oltre agli eventuali adempimenti autorizzativi previsti.

L'ultimo step prevede infine l’installazione di un sistema di misura energetica fisso o l’avvio di campagne di misura spot verificando così i benefici effettivi degli interventi effettuati. Tale intervento è utile inoltre per attribuire i costi energetici ai prodotti ed individuare eventuali strategie produttive. E4F, grazie ai propri servizi energetici consolidati e certificati secondo la norma UNI CEI 11352, unita alla professionalità ed esperienza pluridecennale dei propri tecnici, supporta l’industria nella gestione dell’energia e nell’ottimizzazione dei consumi. Il sistema produttivo italiano, composto da piccole, medie e grandi imprese, si sta attrezzando con tutte le risorse disponibili per affrontare lo straordinario scenario che abbiamo davanti, dove la difficoltà di reperimento delle materie prime post pandemica, si innesta in uno scenario decisamente inflattivo e di probabile contrazione dei consumi. Il piano E4F di emergenza energetica ha proprio lo scopo di mitigare i rischi legati all’energia, volendo aiutare le medie e grandi imprese produttive a far fronte all’attuale situazione di emergenza. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.e4f.it


*****
E4F
E4F è una società di ingegneria con sede a Udine, nata nel 2014 che concentra le sue attività sugli ampliamenti industriali, l’ingegneria antincendio e la gestione efficiente dell’energia, sempre in ambito industriale. Operano in tutta Italia ed il team è composto da una ventina di persone, ognuna verticalmente esperta di un determinato ambito. E4F è il referente perfetto per un’azienda che vuole essere affiancata quando decide di ampliare il proprio stabilimento produttivo.
E4F è inoltre chiamata per gli aspetti legati alla progettazione della sicurezza antincendio, andando a collaborare con gli enti preposti in modo da trovare la soluzione più sicura a protezione dei luoghi di lavoro e delle persone.

Economia e finanza Food Scienza e tecnologia Startup e innovazione

LAB: il Prosciutto di San Daniele approda nel metaverso

LAB è il nuovo portale online del Consorzio del Prosciutto di San Daniele che funge da laboratorio digitale e raccoglitore di contenuti multimediali che, attraverso la totale immersione nel metaverso, permette di esplorare il mondo del Prosciutto di San Daniele DOP.

Il metaverso nasce dalla volontà di innovare e rivoluzionare il modo di raccontare il processo produttivo del San Daniele DOP, coniugando il sapere tradizionale che si cela dietro la lavorazione delle cosce di suino alla tecnologia più avanzata. L’obiettivo dello spazio del Consorzio è quello di esprimere i valori dell’eccellenza e della sostenibilità, raccontando, all’interno di un’ambientazione virtuale che riproduce fedelmente alcuni spazi di un prosciuttificio, il processo di produzione del San Daniele DOP, portando l’utente a vivere il brand in un modo totalmente nuovo, immersivo e coinvolgente.

L’utente, attraverso un avatar, può visitare un salone di stagionatura, interagire con l’ambiente circostante e accedere a una serie di video e slide che illustrano le varie fasi di produzione del Prosciutto di San Daniele DOP. Il portale sarà costantemente implementato con nuovi contenuti e lo spazio creato nel metaverso sarà continuamente aggiornato con nuove aree esplorabili: a breve, ad esempio, sarà possibile visitare una ricostruzione di “Vento”, l’installazione immersiva multisensoriale che il Consorzio ha presentato alla scorsa edizione del Fuorisalone, svoltasi a giugno a Milano.

Infine, durante gli eventi itineranti organizzati dal Consorzio sarà possibile provare l’esperienza del metaverso per mezzo di un visore di realtà virtuale. Il metaverso è il risultato del lavoro congiunto tra il Consorzio del Prosciutto di San Daniele e TechStar, azienda friulana fondata nel 2021 che sviluppa soluzioni e progetti basati su tecnologie di realtà aumentata e intelligenza artificiale per offrire servizi a supporto del business in differenti industry. Con questo nuovo progetto il Consorzio riconferma la propria volontà a dialogare concretamente con le giovani realtà del territorio.

LAB è fruibile all’indirizzo web https://lab.prosciuttosandaniele.it/. Video di presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=IkFKnCMoFIs
Scienza e tecnologia

Il provider globale di servizi di rete RETN raddoppia la sua presenza in Italia

RETN, il provider globale di servizi di rete, rafforza la sua presenza in Italia raddoppiando i suoi punti di presenza (PoP). Con i nuovi PoP a Padova, Milano e Roma, che si aggiungono ai 3 già operativi nell’area milanese, RETN estende la sua rete fino al Centro Italia, rafforzando allo stesso tempo la sua presenza al Nord.

Grazie ai nuovi PoP, RETN offre ai service provider l’accesso agli IXP (Internet Exchange Point) internazionali, consentendo loro di ridurre considerevolmente la latenza e migliorare il RTT (Round Trip Time). L’Italia riveste un ruolo centrale nella strategia di espansione di RETN per collegare Europa e Asia, essendo collocata in una posizione geografica che rappresenta un nodo nevralgico verso il resto dell’area mediterranea.

“Siamo particolarmente entusiasti di annunciare questa nuova espansione della nostra rete perché l’Italia è uno dei mercati di riferimento per RETN in Europa” ha dichiarato Alberto Naso, Key Account Manager di RETN per Italia, Spagna, Francia e Portogallo. “Continueremo a far crescere la nostra rete in Italia per fornire ai clienti servizi più affidabili di transito IP e capacità di banda.”

Per l’espansione su Roma, RETN ha collaborato con Namex, il principale hub Internet del Centro e Sud Italia. Maurizio Goretti, CEO di Namex, ha affermato: "Accogliamo con favore l’aumento della presenza e degli investimenti di RETN in Italia. È importante osservare come grandi operatori internazionali arricchiscano la connettività in Italia. Questo è solo l’inizio di una cooperazione fruttuosa, che porterà altri sviluppi.”

La crescita della rete di RETN in Italia e nel resto d’Europa non è passata inosservata: l’azienda è attualmente nominata come “Best Pan-European Wholesale Carrier” per i 2022 Global Carrier Awards. La cerimonia di premiazione, che avrà luogo a Londra il 19 ottobre, è la più prestigiosa nell’ambito delle telecomunicazioni e della connettività. Le sedi dei nuovi PoP di RETN: Roma: Namex Data Centre, Via dei Tizii 6/b, Roma, Italia, 00185 Padova: VSIX Data Centre, Galleria Spagna 28, bld. C, Padova, Italia, 35127 Milano: Data4 Data Centre, Via Monzoro, 101-105, Cornaredo (MI), Italia, 20007  

------
Informazioni su RETN
RETN è tra i provider indipendenti di servizi di rete in più rapida crescita, con risorse uniche per connettere Europa e Asia. Offre un’ampia gamma di servizi di connettività, come IP Transit, Ethernet e VPN, capacità dedicata, peering remoto fino ai grandi IXP, Colocation e Cloud Connect. La caratteristica distintiva di RETN è la sua rete proprietaria in fibra, estesa a livello globale. Con i suoi 120.447 km e 850 PoP, RETN ha il massimo controllo della sua rete fisica, basata su vendor del calibro di Infinera, Juniper e Ciena.
L’esclusiva soluzione RETN per connettere Europa e Asia si basa sulle sue due Network Platform DWDM e IP/ILMS e si estende attraverso l’Europa Occidentale, l’Europa Orientale, fino al confine con la Cina e all’Asia Sud-Orientale. RETN fornisce servizi di telecomunicazione su tutta la sua rete, con brevi tempi di risposta, uptime leader del settore e più livelli di ridondanza per i suoi 1500 clienti.

RETN
Eventi e spettacolo Scienza e tecnologia

IL TUO HOTEL NON È AL SICURO. Tutto quello che avresti dovuto sapere sulle normative e la sicurezza informatica del tuo hotel (ma che non hai mai osato chiedere)

Il timore di subire un attacco dagli hacker aumenta, anno dopo anno, esponenzialmente. La cybercriminalità sta incrementando a dismisura la sua azione attaccando chiunque: grandi organizzazioni e singoli cittadini, gruppi industriali e microimprese. Anche il settore alberghiero, purtroppo, viene preso di mira da questo pericoloso fenomeno. Il rischio è che milioni di dati sensibili vengano messi alla mercè di questi attacchi fraudolenti e che il nome e la credibilità del brand alberghiero subiscano un duro colpo, a volte irreparabile.

La tavola rotonda sarà moderata da Danilo Bellomo (Vice Presidente A.D.A. Associazione Direttori d'Albergo Lombardia & GM @STRAFhotel) che lancerà gli interventi di Alex Fenzl (Country Manager Wifirst Italia), Eugenio Galli (Co-Manager presso Agenzia Generali Lecco Manzoni) e dell’Avv. Alessandro Vercellotti (Founder Legal for Digital).  

Durante l'incontro si parlerà di sicurezza informatica da tre punti di vista differenti (tecnologico, legale e assicurativo): vedremo come creare un'infrastruttura di rete WiFi sicura e affidabile, quali sono le normative sulla privacy e a quali responsabilità civili, penali e amministrative va incontro l’albergatore che fornisce una connettività WiFi ai propri clienti. Inoltre, scopriremo cosa fare nello spiacevole caso di furto o perdita di dati sensibili, di quali soluzioni assicurative adottare e quale supporto e assistenza si possono avere successivamente ad un attacco hacker.

“Per Wifirst, società promotrice dell’evento, la sicurezza dei dati e’ un fattore importante, siamo sempre in prima linea nell’offrire soluzioni e innovazioni tecnologiche per tutelare la sicurezza informatica delle strutture alberghiere. Abbiamo pensato di organizzare questo incontro proprio per sensibilizzare gli albergatori sul tema della cybersecurity, visto da 3 punti di vista differenti, e far conoscere quali sono le loro responsabilita’, condividere i rischi e i pericoli per i propri ospiti, e ovviamente dare consigli utili e pratici su come affrontarli.” Alex Fenzl – Country Manager Wifirst Italia  

Il programma dell’evento è il seguente:  

17:30 - 18:00 Registrazione & Welcome coffee;   
18:00 - 19:00 Tavola Rotonda;   
19:00 - 19:30 Question & Answer;   
dalle 19:30 Aperitivo.   

L’evento è organizzato da Wifirst in collaborazione con Generali Assicurazioni, sponsorizzato da Cambium Network e patrocinato da ADA Lombardia. Special Guest l’Avvocato Alessandro Vercellotti di Legal for Digital.  

Fino ad esaurimento posti: max 40 persone

Approfondisci e iscriviti al seguente link:   https://www.wifirst.com/it/registrazione-il-tuo-hotel-non-e-al-sicuro
Salute e benessere Scienza e tecnologia Startup e innovazione

Chirurgia Plastica e Scienza: un italiano al primo posto in Europa per la Ricerca sul Lipofilling e le Cellule Vasculo Stromali

Doppio riconoscimento per il Prof Pietro Gentile dall’agenzia di ranking americana “Expertscape” che individua le personalità più influenti al mondo in medicina sulla base del numero e alla qualità delle pubblicazioni scientifiche degli ultimi dieci anni. La classifica “Worldwide Expert in Stromal Vascular Fraction” stilata dall’agenzia americana, posiziona il Prof Gentile al primo posto in Europa e al terzo posto nel mondo per gli studi fatti sulle cellule vasculo stromali e il lipofilling. Inoltre, la classifica “Worldwide Expert in Plastic Surgery” lo conferma – per la quarta volta consecutiva – miglior chirurgo plastico d’Italia, e lo posiziona al numero 2 in Europa e al numero 11 nel mondo.

Le sue pubblicazioni hanno contribuito allo sviluppo di una nuova branca della chirurgia plastica chiamata “Chirurgia Plastica Rigenerativa” basata su metodiche minimamente invasive che utilizzano il grasso autologo e le cellule vasculo stromali in esso contenute, con finalità sia ricostruttive che estetiche. Al Prof. Gentile, Professore Associato di Chirurgia Plastica presso l’Università Tor Vergata di Roma, va il merito di aver affermato la Chirurgia Plastica italiana nel panorama internazionale, con studi scientifici e ricerche di primissimo livello.

"La chirurgia plastica rigenerativa e gli studi scientifici che ne dimostrano la validità di impiego nel campo ricostruttivo ed estetico sono realtà che confermano l'eccellenza della ricerca italiana nel mondo" ha dichiarato il Prof. Pietro Gentil.


Di seguito i link delle classifiche expertscape:
https://expertscape.com/ex/stromal+vascular+fraction/c/eur (Classifica Europea - Stromal Vascular fraction)
https://expertscape.com/ex/stromal+vascular+fraction/p/earth (Classifica mondiale - Stromal Vascular fraction)
https://expertscape.com/ex/plastic+surgery/c/it (Classifica Italiana – Plastic Surgery)
https://expertscape.com/ex/plastic+surgery/c/eur (Classifica Europea – Plastic Surgery)
https://expertscape.com/ex/plastic+surgery/p/earth (Classifica Mondiale - Plastic Surgery)