Browsing Category

Viaggi e tempo libero

Moda e lifestyle Motori Viaggi e tempo libero

Il fenomeno “Therealgleidygram”, influencer con 3 lauree, 9 masters e 62 corsi di specializzazione, sfiora i 100.000 followers

Non di soli balletti e sciocchezze si nutrono i canali più seguiti sui social network. Lo dimostra “Therealgleidygram“, influencer italo-brasiliana con all'attivo 3 lauree, 9 master certificati, 62 corsi di specializzazioni e un quoziente intellettivo di 130. Decisamente una marcia in più che le ha permesso di scalare in poco tempo la classifica degli influencer più seguiti raggiungendo oggi l’ottavo posto nella classifica italiana delle donne Influencer in campo "Auto/moto". 

“Therealgleidygram” nasce come content Creator e Influencer; inizia il suo viaggio per gioco, per moda, con l’obiettivo di ottenere popolarità e visibilità su uno dei social fotografici più popolari. Il suo nome prende spunto da “therealhunzigram”, uno dei suoi personaggi televisivi più amati, più naturali e più divertenti.   

Nasce nel 2017 e in pochissimi mesi guadagna popolarità e copertura posts unica giungendo al conteggio di 10.000 followers. Appare come il profilo della ragazza della porta accanto, semplice, non famosa, ma esteta ed amante del bello, tra paesaggi mozzafiato, indossatrice di abiti dai brand nati a livello worldwide (Elisabetta Franchi, Versace, Pinko, Roberto Cavalli) nelle più splendide località di vacanza.   

Nel 2019 conta 40.000 followers e la sua scalata non si arresta fino a raggiungere gli attuali 85000 followers. La sua visibilità si muove anche su Tiktok con visualizzazioni fino a 100.000 utenti, considerandolo la nuova piattaforma con potenzialità enormi a sostegno del Customer journey con piani editoriali frizzanti ed emozionanti che spaziano anche fra i popolari di LinkedIn.   
Nel 2022 crede che il metodo “e4”, ideato dalla stessa founder di “therealgleidygram” possa essere utile.

“E4” è il metodo innovativo ideato dalla Dott. Ing. Gleide Maria Ottavis (Project Manager certificato con metodologie Agile e Quality System) che, a partire dalle analisi tecnico-ingegneristiche, coadiuvate da sofisticati algoritmi, gestisce gli schemi comportamentali della natura umana in ottica aziendale, con il supporto dei capisaldi del Quality System delle realtà manifatturiere.

Il brand “therealgleidygram” si fonde, quindi, con il brand “e4”, un matrimonio che ha sancito di fatto la nascita della prima influencer "nerd" e "secchiona" al servizio della creatività digitale.
Viaggi e tempo libero

L’origine del male: il nuovo classico atteso da tutti fans del genere fantasy

"Tanto ne lessi che ne scrissi" così spiega la sua passione per il Fantasy Gilbert V.Martin.

Un mezzo mago cacciato dalla scuola di magia, una ladra fuggita dalla sua città, un mezzelfo bandito dai suoi, un soldato ubriacone col suo somaro più intelligente di lui, affrontano un viaggio alla ricerca di una magia abbastanza potente da fermare l'inarrestabile avanzata degli orchi.

Lottano per salvare il mondo degli uomini, elfi e nani o per soddisfare i desideri di dei oscuri?
In realtà nulla è come sembra e la vittoria può invece essere una sconfitta.

Magia, amore, episodi comici, si intrecciano in un tutt’uno a definire un mondo immaginario ove il lettore viene catapultato e avvinto.
Un libro fantasy che può' scatenare molte polemiche ma i cui personaggi vincono il premio simpatia.

Il miglior romanzo di Gilbert V.Martin fino a ora, è acquistabile su tutte le piattaforme on line e ordinabile in libreria

www.gilbertvmartin.it
Su Instagram
Su Titter
Dove trovarlo
Eventi e spettacolo Food Viaggi e tempo libero

La festa del Prosciutto di San Daniele programmata per fine agosto 2022

Aria di Festa, la storica manifestazione che da oltre 35 anni celebra il Prosciutto di San Daniele DOP nel luogo d’origine, ritorna – solo per quest’anno – a fine agosto nella formula “Aria di Friuli Venezia Giulia” dopo due anni di stop obbligato a causa della pandemia.

La kermesse enogastronomica, programmata dal 26 al 29 agosto nella città di San Daniele del Friuli, sarà integrata dalla promozione dei principali prodotti enogastronomici e del territorio regionale, in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia.  La formula dell’evento non cambia nella sostanza e si arricchisce per promuovere, oltre al Prosciutto di San Daniele, anche gli altri principali prodotti dell’enogastronomia del territorio – tra cui il Formaggio Montasio DOP, i vini bianchi e i prodotti a marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia” – creando un evento con forte attrazione turistica. Durante la quattro giorni saranno organizzate le molteplici attività che hanno caratterizzato anche le precedenti edizioni: tra queste i laboratori di degustazione, le visite nei prosciuttifici e le iniziative dedicate alla scoperta del territorio

La manifestazione, solitamente calendarizzata nel mese di giugno, trova collocazione temporale, in via del tutto eccezionale ed esclusivamente per l’edizione 2022, a fine agosto così da superare le limitazioni legate alle capienzepreviste dai provvedimenti adottati per la gestione della situazione pandemica e per evitare sovrapposizioni con altre importanti iniziative promozionali del Consorzio.

“Aria di Friuli Venezia Giulia rappresenta un’importante occasione per il Consorzio e più in generale per la cittadina di San Daniele del Friuli di far conoscere e apprezzare la DOP friulana e il profondo legame con il suo territorio di origine e di produzione” afferma Mario Emilio Cichetti, Direttore Generale del Consorzio “Per il 2022 la storica manifestazione Aria di Festa viene arricchita dalla presenza della Regione Friuli-Venezia Giulia collocandosi eccezionalmente a fine agosto per promuovere in sinergia il comparto turistico ed enogastronomico regionale. L’evento, congiuntamente alle altre iniziative di comunicazione intraprese dal Consorzio, prosegue nell’obiettivo di rafforzare l’awareness del prodotto, avvicinando sempre più il consumatore al mondo del San Daniele, valorizzando tutte le componenti che lo rendono un importante rappresentante dell’agroalimentare italiano.”  

“Aria di Festa diventa Aria di FVG, una manifestazione che abbraccerà non più solo San Daniele, che rimane il fulcro dell’evento, ma anche altre località della regione” dichiara Sergio Emidio Bini, Assessore regionale attività produttive e turismo “L’evento cambia pelle e da una quattro giorni dedicata al re di questa terra, il Prosciutto di San Daniele, si trasforma in un appuntamento diffuso che sarà una vetrina d’eccezione e d’eccellenza per promuovere i tanti prodotti agroalimentari che offre il nostro territorio, dal Montasio ai grandi vini alle piccole produzioni territoriali, molte delle quali sotto il claim ‘Io sono Friuli Venezia Giulia’, che rendono unica l’enogastronomia del Friuli Venezia Giulia.”

Aria di Friuli Venezia Giulia racconterà l’intero territorio regionale non solo nella quattro giorni di kermesse a San Daniele del Friuli, ma anche attraverso una serie di appuntamenti organizzati lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia. Dal 22 al 25 e il 30 e 31 agosto, i riflettori si accenderanno di volta in volta su un diverso territorio della regione che proporrà un programma di attività a breve disponibile. Gli eventi diffusi offriranno ai visitatori l’occasione di vivere un’esperienza autentica tra cultura e tradizioni, di conoscere i prodotti locali, immergersi nella natura incontaminata e scoprire la storia della regione attraverso laboratori per bambini, esperienze outdoor ed enogastronomiche nonché eventi serali, ad animare un palinsesto pensato per ognuno dei sei itinerari che compongono la Strada del Vino e dei Sapori. L’evento si inserisce nel già fitto calendario di promozione che il Consorzio ha predisposto per il 2022.

A marzo ha infatti preso il via da Roma Aria di San Daniele, il tour itinerante che coinvolge selezionati ristoranti, enoteche o osterie nelle città di Torino, Bergamo, Milano e Verona. Il tour riprenderà, dopo gli appuntamenti estivi, il presidio dei locali nel Centro-sud Italia, facendo tappa nelle principali città, tra cui Bari, Napoli e Palermo.
Food Moda e lifestyle Motori Viaggi e tempo libero

Giacobazzi Vini rende omaggio a Gilles Villeneuve- Museo Cantina Giacobazzi Nonantola (Mo)

Sono passati 40 anni, ma il mito di Gilles Villenueve, l’aviatore, non muore mai e il ricordo della sua scomparsa, avvenuta l’8 maggio del 1982, riempie ancora tutti di emozione. Per rendere omaggio al grande pilota, i comuni di Maranello e Nonantola, grazie al contributo della Fondazione di Modena e al sostegno del Comune di Modena, promuovono un grande ciclo di eventi intitolato “OMAGGIO A GILLES VILLENEUVE, ICONA SENZA TEMPO”, che fino al 31 luglio 2022 proporrà mostre, presentazioni di filmati, libri, menu a tema, performance artistiche e installazioni.

All’interno di questo ciclo, una ricca ed unica al mondo esposizione di auto, cimeli di valore affettivo inestimabile, immagini sulla carriera e la vita del pilota, saranno visibile all’interno dell'imperdibile mostra GILLES 40, SULLE ALI DEL VENTO che Giacobazzi Vini, sponsor dal 1977 al 1982 del pilota canadese, ha il piacere di ospitare presso il museo della Cantina Giacobazzi, in via Provinciale Ovest 55 a Nonantola.

La famiglia Giacobazzi possiede infatti la più ampia collezione al mondo di preziosi e rari oggetti appartenuti a Villenueve. Saranno esposte carrozzerie di Ferrari 126C2, T3, T5, e poi l’unico esemplare al mondo della monoposto 312 T4 guidata dall’aviatore, i guanti indossati nel circuito di Zolder, il contagiri della Ferrari 126 C2 che era montato sulla rossa di Villeneuve in quel tragico 8 maggio di 40 anni fa, e molto altro.

“È un grande piacere per noi rendere omaggio ad un grande campione come Gilles - sottolinea Antonio Giacobazzi, sponsor e amico personale del canadese -. Ricordo ancora quando Enzo Ferrari mi chiamò perché non riusciva a coprire il budget necessario a pagare lo stipendio per Villeneuve. Trovammo un accordo, ma trovai anche un amico e ne rimasi affascinato. Per me Gilles era un esploratore che andava oltre i propri limiti.”

La mostra progettata da Matteo Brusa e Vision Up, è stata realizzata anche grazie al contributo di ACI, main sponsor dell’evento, e col supporto di Bper Banca e di B.I.G. Ciaccio Arte sarà visibile fino al 31 luglio, dal martedì alla domenica 9-13 e 15-19. Costo biglietto: € 8,00 intero, € 6,00 ridotto per i possessori carta di credito o bancomat BPER Banca e tesserati ACI Automobile Club d’Italia e Club ACI Storico.

Situata nel territorio di Modena, Giacobazzi Vini dal 1958 ha fatto la storia del Lambrusco e dei grandi Spumanti Italiani con spirito pionieristico e audacia, ma sempre prestando massima attenzione alla tradizione modenese. La casa vinicola, da sempre è legata al mondo dei motori e dello sport, con le celebri sponsorizzazioni a Gilles Villeneuve, Walter Villa e Marco Pantani, campioni capaci di osare proprio come Giacobazzi. Oggi l’azienda di Nonantola è proiettata verso il futuro e si presenta con uno stile comunicativo all’avanguardia, esprimendo ilpiù eclettico DNA modenese attraverso la proposta di momenti di consumo fuori dal comune e dalle convenzioni, con accostamenti originali e un’immagine accattivante.


Per info: www.giacobazzivini.com


Eventi e spettacolo Food Politica Viaggi e tempo libero

Installazione San Daniele al Fuorisalone, Bini (Assessore FVG): “Occasione per promuovere il nuovo claim turistico ‘Io sono Friuli Venezia Giulia’ ”

Per Sergio Emidio Bini, Assessore regionale alle attività produttive e turismo «Dal 7 al 12 giugno, in occasione del Salone del Mobile, a Milano si riunisce il meglio del design italiano. Non poteva mancare il Friuli Venezia Giulia, che quest’anno saprà stupire i visitatori unendo due delle sue eccellenze, quella artigiana e quella enogastronomica. Chi passeggerà per le vie di Milano, potrà improvvisamente ritrovarsi in riva al fiume Tagliamento e assaporare le delizie del Friuli collinare. Merito di un’installazione curata dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele, che si conferma un partner importante per promuovere la ricchezza agroalimentare e culturale del territorio. Sarà anche l’occasione per promuovere il nuovo claim turistico “Io sono Friuli Venezia Giulia” di fronte ad un pubblico internazionale».

L’esperienza narra il forte legame tra il Prosciutto di San Daniele ed il luogo in cui viene prodotto: il fondamentale apporto del microclima unico e irripetibile alla stagionatura del San Daniele DOP sarà al centro della presentazione che il Consorzio predisporrà in Via Tortona. Il legame tra sapore e design viene raccontato attraverso l’installazione immersiva “Vento”, un viaggio multisensoriale che promette di portare i visitatori dal centro di Milano all’universo di San Daniele del Friuli, in un viaggio simbolico fra vento e tempo. Un percorso sensoriale lungo il fiume Tagliamento alla scoperta del forte legame con il territorio di produzione dove gli elementi naturali conferiscono al San Daniele DOP caratteristiche uniche.

Il Prosciutto di San Daniele si racconta alla Milano Design Week con una formula innovativa riproducendo in loco il territorio all’origine del San Daniele – spiega il Consorzio del Prosciutto di San Daniele –. Parlare del Prosciutto di San Daniele significa anche e soprattutto raccontare un luogo unico, sospeso fra mari e monti, con una tradizione secolare fatta di donne e uomini e di grande rispetto per l’ambiente. Questo progetto veicola in modo inedito i principali valori che da sempre contraddistinguono i produttori del San Daniele DOP”.

Il visitatore potrà dunque partecipare da martedì 7 a domenica 12 giugno all’interno di Opificio 31 a Milano, zona Tortona, il viaggio emozionale sarà fruibile gratuitamente dai visitatori. https://eventi.prosciuttosandaniele.it/fuorisalone
Startup e innovazione Viaggi e tempo libero

Le colline Bolognesi stanno per diventare uno dei luoghi più romantici d’Italia; L’Hotel “Il Nido d’Amore Butterfly”, apre anche in Emilia- Romagna

Il Nido d’Amore Butterfly, del franchising alberghiero “We Suite”, sbarca a Monzuno sulle colline Bolognesi lungo la Via degli Dei. 

Ormai è risaputo, la Via degli Dei è un antico percorso che collega Bologna a Firenze lungo gli appennini, attraversando paesaggi meravigliosi. Sempre più coppie di innamorati sono alla ricerca di luoghi da visitare per rilassarsi e godersi la natura, ed è per questo che la catena alberghiera numero uno Italiana del Wellness & Romantic (www.wesuite.it) sta per aprire la sua nuova struttura immersa nel verde delle colline Bolognesi. 

“Il valore del territorio è sempre stato al centro del nostro lavoro; a partire dalla Toscana abbiamo associato la cultura all’esperienza romantica all’interno delle nostre Suites”. A dirlo è l’amministratore delegato della catena, Lorenzo Valenti. “Il Nido d’Amore Butterfly, porterà nel territorio bolognese non solo il valore della cultura, ma anche un modo nuovo di rilassarsi in coppia nelle suites, tutte dotate di vasca idromassaggio e oltre a questo, posti di lavoro nei vari settori del turismo”.

Così ha risposto alla domanda “in che modo questa nuova struttura gioverà al territorio”. Continua Lorenzo Valenti: “In sette anni la catena We Suite ha realizzato oltre 5000 sorprese romantiche e centinaia proposte di matrimonio. Questo è il risultato del nostro lavoro che consiste nel trasformare il semplice soggiorno di coppie e sposi, in un’esperienza romantica indimenticabile”. Infatti, il franchising nasce nel 2015 con una mission unica: il benessere e il relax della coppia che ha il desiderio di evadere dalla routine giornaliera e regalarsi qualcosa di diverso. Nelle strutture a marchio We Suite il cliente potrà godersi una cena a lume di candela direttamente nella suite con vasca idromassaggio, oppure optare per un massaggio di coppia rilassante, organizzare con lo staff una sorpresa al proprio partener e molto altro. 

La nuova struttura appena inaugurata sulle colline bolognesi (www.ilnidodamorebutterfly.it) avrà 10 suites a tema da 40 mq con vasca idromassaggio privata, sauna e molto altro ancora. Inoltre, è presente e una piscina riscaldata e tutto l’occorrente per vivere un soggiorno romantico, circondati da una vista mozzafiato. La via degli Dei, un giorno potrebbe essere chiamata la via dell’Amore? Chi lo sa, quello che sappiamo ad oggi è che We Suite portarà il proprio stile anche su questa magica terra.
Motori Natura e ambiente Scienza e tecnologia Viaggi e tempo libero

Ricarica auto elettrica nei Camping e Village: Nasce una guida a cura di camping.it

Sempre più persone scelgono di optare per un veicolo ibrido o elettrico, anche per andare in Vacanza. Questo aspetto non è rimasto inosservato da molte strutture ricettive tra i quali, in particolare, Camping e Villaggi, tradizionalmente legati a politiche Green e di sostenibilità ambientale.

L’attenzione costante verso l’ampliamento e la qualità dei servizi offerti che ormai da anni contraddistingue gran parte del mondo delle vacanze all’aria aperta ha coinvolto anche la sfera dell’ “elettrico”, spingendo gli imprenditori di questo settore ad inserire all’interno delle proprie strutture Colonnine di Ricarica per Auto Elettriche. Un aspetto estremamente apprezzato dai molti ospiti interessati che hanno percepito un aumento del valore dei servizi offerti (d’altro canto la qualità emerge spesso dai dettagli e dall’attenta analisi delle esigenze dei propri ospiti).

Fino ad oggi non era per l’Utente “facile” fare una ricerca che permettesse di avere una panoramica completa e aggiornata di tutte quei Camping che offrissero questo servizio. L’esigenza di questa sorta di “filtro” per la ricerca dell’Utente è stata accolta da Camping.it, portale punto di riferimento per tutti gli utenti alla ricerca della struttura ideale nella quale trascorrere una vacanza plein air, che ha attuato un’attenta ricerca al fine di fornire un elenco dettagliato e costantemente aggiornato tramite il quale cercare e contattare tutte quelle strutture che forniscono il servizio di ricarica per auto elettriche.

https://www.camping.it/it/ricarica-auto-elettrica/

L’elenco fornisce inoltre per ogni struttura importanti dettagli come Tipologia, Potenza, Numero di Prese, Limitazioni, Possibilità di Ricarica nelle vicinanze.. utili per organizzare al meglio la propria Vacanza.

L’Auto Elettrica non è dunque un problema per la propria vacanza.. basta sapere dove andare!
Viaggi e tempo libero

Argentina, un paradiso per gli amanti dello sci e degli sport sulla neve

Piste per tutti i livelli, infrastrutture e attrezzature di livello internazionale, una gastronomia per palati esigenti, cartoline con incredibili viste sulle montagne e foreste centenarie sono alcune delle ragioni per cui l'Argentina diventa una destinazione irresistibile.

Le stazioni sciistiche sono concentrate sulla Cordigliera delle Ande, dove i principianti e gli sciatori esperti possono soddisfare la loro passione per la neve in queste terre mitiche la cui stagione va da giugno a ottobre.

Passione per lo sci a Las Leñas, Mendoza
Situata a 450 km da Mendoza, nel cuore della Cordigliera delle Ande, è una delle stazioni sciistiche più importanti del Sud America. Il complesso dispone di 30 piste, 14 impianti di risalita e una discesa ininterrotta di 7 km. Anche di notte le discese sono garantite con piste illuminate. Las Leñas ha una ampia offerta di hotel e una cucina d'autore per garantire una vacanza indimenticabile.

Cerro Chapelco, sciare tra foreste di lenga e panorami maestosi
Nel nord-ovest della Patagonia argentina, nella provincia di Neuquén e a 20 chilometri dalla città di San Martín de los Andes, si trova una delle stazioni sciistiche più importanti dell’Argentina, il Chapelco Ski Resort.

Un paesaggio da sogno è la caratteristica del Cerro Chapelco, il mitico vulcano Lanin domina la scena, mentre scendiamo attraverso sentieri con foreste di lenga e panorami sul lago Lacar. Con una superficie sciabile di 1.600 ettari, le 28 piste di diversi livelli di difficoltà fanno la gioia di esperti e principianti. Nel 2020 Chapelco è stata premiata, per la quinta volta, come la migliore stazione sciistica in Argentina dal World Ski Awards.

Cerro Bayo Ski Boutique
Nel mezzo della catena montuosa di Neuquén e a 9 chilometri dalla pittoresca Villa la Angostura, questa stazione sciistica offre un circuito con vista panoramica sul lago Nahuel Huapi, una superficie sciabile di 200 ettari di neve profonda, moderni impianti di risalita e 31 piste per diversi livelli. È la prima stazione sciistica in America Latina ad essere certificato ISO 14.001.

Caviahue, "luogo di incontro" in lingua Mapuche
Situato a 360 km a nord-ovest di Neuquén, immerso in un'area naturale protetta di araucarie millenarie e sull'alta Cordigliera delle Ande, Caviahue garantisce la migliore qualità e la maggiore quantità di neve. I suoi 325 ettari sciabili e gli zero ritardi degli impianti di risalita ne fanno una mecca dello sci.

Cerro Catedral nella città simbolo di Bariloche
Cerro Catedral, una delle stazioni sciistiche pioniere e più complete del Sud America, si trova a soli 19 km da San Carlos de Bariloche. Ha 600 ettari sciabili, 120 chilometri di piste e 32 impianti di risalita con una capacità di 29.000 sciatori all'ora. Per gli amanti dell'azione, lo snowpark pieno di dossi e rail è irresistibile. Oltre a questa offerta, ci sono locande gastronomiche con vista sui laghi e sulla Cordigliera.

La Hoya, una destinazione da scoprire
Situata a 13 chilometri da Esquel, nella provincia di Chubut. Una destinazione ideale per le famiglie e gli sciatori principianti, ma anche gli sciatori esperti troveranno stimolante il fuoripista.

Cerro Perito Moreno, la più giovane delle stazioni sciistiche
Questo centro di sport invernali situato a 24 km dalla città di El Bolsón e a 1 ora dall'aeroporto di Bariloche è una scelta ideale per le famiglie. Circondato dalla natura in un ambiente tranquillo, il colle dispone di 11 chilometri di piste da sci distribuite su 9 piste, sulle quali si possono praticare lo sci alpino, lo sci nordico, lo snowboard, lo slittino e le escursioni con le ciaspole.

Cerro Castor, sciare alla fine del mondo
Situata a 26 km da Ushuaia, nella Terra del Fuoco, è la stazione sciistica più meridionale del mondo, dove lo sci alpino è garantito in mezzo a foreste di lenga centenarie. Ha una pista di pattinaggio alla base e il più grande snowpark del Sud America.

Grazie all'eccellente qualità della neve e a una stagione più lunga, da giugno a ottobre compresi, è la stazione sciistica scelta da più di 25 squadre internazionali per allenarsi ogni anno.

L'Argentina ti aspetta per vivere l'avventura della neve.

Maggiori informazioni su: http://www.argentina.travel

Viaggi e tempo libero

Ritornano i voli da Roma a Buenos Aires

Aerolíneas Argentinas (AR) ha annunciato che il volo dalla capitale italiana partirà il lunedì, mercoledì e venerdì alle 19:15. In questo modo, la compagnia di bandiera, dopo aver ripristinato il volo da Madrid a Buenos Aires, fa un altro grande passo verso la riattivazione del turismo nel paese.

ITA, da parte sua, programma i voli dall'aeroporto di Fiumicino il martedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica alle 21:45. La compagnia ha preannunciato che, a partire da agosto, il volo sarà quotidiano.

"Come abbiamo già dichiarato, il nostro obiettivo non è solo quello di riconquistare il terreno pre-pandemico, ma di incrementarlo. Ecco perché i collegamenti sono una delle pietre miliari per raggiungere i nostri obiettivi il più presto possibile. Da giugno, l'Italia e l'Europa saranno più vicine all'Argentina e questa è una grande notizia", ha dichiarato il segretario esecutivo di INPROTUR, Ricardo Sosa, che ha anche evidenziato la decisione di Aerolíneas Argentinas di "rafforzare i collegamenti internazionali non solo con questo volo, ma anche con altri di notevole importanza, come, per esempio, il volo riaperto la scorsa settimana tra Brasilia e Buenos Aires".

Anche i requisiti di ingresso in Argentina sono stati resi meno rigidi e gli europei che desiderano visitare il paese devono compilare una dichiarazione giurata almeno 48 ore prima del viaggio e presentare l'assicurazione sanitaria COVID-19 (copertura delle spese di ospedalizzazione, isolamento e/o trasferimento sanitario).

Più di 20.000 turisti italiani hanno già visitato l'Argentina dalla riapertura delle frontiere nel novembre 2021, confermando che gli storici legami affettivo-culturali tra Argentina e Italia rimangono intatti nonostante la distanza imposta dalla pandemia.

Le aspettative del mercato italiano di conoscere l'offerta turistica argentina si sono respirate in ogni angolo della fiera BIT Milano 2022 e lo ha dimostrato la presentazione nello spazio ENIT del volo di Aerolíneas Argentinas che tra un mese collegherà nuovamente la capitale italiana con l'Argentina.

Durante la presentazione argentina alla BIT Milano 2022, il console argentino a Milano, Luis Niscovolos, ha sottolineato l'importanza del collegamento diretto tra Roma e Buenos Aires.

Oltre al collegamento diretto tra Roma e Buenos Aires, questi voli permettono ai viaggiatori provenienti da altre parti d'Italia e d'Europa di arrivare in Argentina per scoprire e godere delle diverse e incredibili attrazioni che il paese ha da offrire.

Con oltre 145.000 turisti accolti nel 2019, prima della pandemia, l'Italia era uno dei tre mercati più importanti in Europa per il turismo argentino, dietro solo a Spagna e Francia. Con il ritorno del volo Roma-Buenos Aires da giugno e la natura come una delle sue principali risorse per il turismo post-pandemia, si prevede di recuperare e aumentare queste cifre al più presto.

Per ulteriori informazioni: www.argentina.travel

Viaggi e tempo libero

Argentina: destinazione golfistica imperdibile

Dalle colline colorate del nord-ovest fino al sud e dalle Ande al fiume Paranà, i campi da golf dell'Argentina attirano giocatori da tutto il mondo.

Perché l'Argentina è una destinazione golfistica da visitare assolutamente?

Per l'eccellenza dei suoi campi da golf. Votata più volte come "Destinazione golfistica dell'anno" dai World Golf Awards, con più di 300 campi da golf, l'Argentina ha la metà dei campi del Sud America. Tra questi, la rivista Golf Digest ha incluso Olivos Golf Club, Jockey Club de San Isidro e Buenos Aires Golf Club nella Top 100 fuori dagli Stati Uniti. Alcuni campi da golf argentini sono stati progettati da giocatori famosi come Jack Nicklaus, Greg Norman e Gary Player e da architetti rinomati come Alister MacKenzie, Robert Trent Jones e Mark Adams.

Si può giocare tutto l'anno. La vasta geografia e la diversità naturale dell'Argentina permettono ai golfisti di scegliere diverse destinazioni e stagioni per giocare a golf. Anche se a Buenos Aires il periodo migliore per il golf è da agosto a maggio, e in Patagonia, da ottobre a marzo, nella maggior parte dell'Argentina si può giocare a golf tutto l'anno, con proposte per tutti i gusti, da quelli che viaggiano per affari e hanno mezza giornata per giocare a quei golfisti che cercano esperienze uniche.

Una combinazione imbattibile: gastronomia + vini + paesaggi.
La città di Buenos Aires e la parte settentrionale della provincia di Buenos Aires presentano la maggior parte dei campi da golf, alcuni dei quali sono stati costruiti alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo. Con il suo spirito cosmopolita, un'importante vita notturna e infinite proposte culturali, Buenos Aires offre un'esperienza affascinante per gli amanti del golf.

A poche ore dalla città, sulla costa atlantica, coloro che preferiscono abbinare golf e spiaggia, hanno campi da golf a Los Acantilados e Playa Grande, a Mar del Plata e nelle foreste di Pinamar e Cariló. Si possono trovare anche a Tandil e Sierra de la Ventana, dove si possono anche assaggiare i formaggi e gli insaccati locali.

Coloro che preferiscono abbinare una giornata di golf con i migliori vini troveranno il posto ideale a Mendoza. Con più di 900 cantine con offerte gourmet e circondato da paesaggi mozzafiato, Mendoza è un'esperienza perfetta per i golfisti.

Per i golfisti che amano le montagne, il golf e l'equitazione, Cordoba è la destinazione ideale. Qui, tradizione e modernità, cultura e storia convivono con un clima privilegiato e un paesaggio da sogno con estancias, chiese gesuite, bacini idrici e le sierre per le passeggiate a cavallo.

La Patagonia argentina è il paradiso del golf, dove si gioca tra laghi azzurri e cristallini, cime innevate, ghiacciai e meraviglie naturali uniche, compreso un campo da golf alla fine del mondo. Questa esperienza si completa con un'offerta alberghiera e gastronomica di prima classe. Tra i classici della gastronomia: trota, agnello e vini della Patagonia.

Se preferisci conoscere il nord dell'Argentina mentre giochi a golf, le Yungas di Tucumán sono l'opzione consigliata. Tra gole, foreste e cascate si trovano percorsi suggestivi. A Santiago del Estero, il campo da golf si abbina alla zona delle sorgenti termali.

Anche a Iguazú, con le sue cascate impressionanti, uniche al mondo, i campi da golf attirano i golfisti che cercano un momento di contatto con la natura mentre praticano questo sport che è in costante crescita nel mondo.

L'Argentina è una destinazione per il golf imperdibile per i suoi eccellenti campi da golf, per la qualità della sua gastronomia e dei suoi vini, per la diversità e l'immensità dei suoi paesaggi e per il calore della sua gente.

Per ulteriori informazioni: www.argentina.travel