Browsing Category

Arte e cultura

Arte e cultura Eventi e spettacolo Moda e lifestyle Viaggi e tempo libero

Bronte, Sicilia: Pietre scartate diventano opere d’arte con “Le Pietre di San Giorgio” di Nicola Dell’Erba

Un viaggio tra filosofia, scultura e riflessione ambientale a partire dal 15 maggio

Bronte – Dopo il successo della mostra itinerante "Morfi", lo scultore siciliano Nicola Dell'Erba torna nella sua città natale con "Le Pietre di San Giorgio", la sua esposizione più ambiziosa e profonda. Un percorso artistico che non si limita a celebrare la bellezza, ma che attraverso la filosofia a cui si ispira l'artista, affronta temi cruciali come lo scarto, l'inclusione e la sostenibilità.

Un dialogo tra arte e pensiero
Le nove sculture di Dell'Erba, dislocate lungo il Corso Umberto, e le dodici all'interno della Pinacoteca Sciavarrello, non sono solo opere da ammirare, ma vere e proprie manifestazioni di un profondo dialogo tra forma, materia e pensiero filosofico. Ogni creazione riflette il dualismo di Eraclito, esplorando il concetto di cambiamento e permanenza, mentre l'ispirazione divina di Platone viene reinterpretata come forma di creatività superiore. L'artista trasforma elementi scartati dalla società, come pietre rifiutate dai costruttori, in opere d'arte che evocano profonde riflessioni sul riutilizzo e sul valore intrinseco dei materiali nel contesto sociale.  

Un ponte tra antico e contemporaneo
"Le Pietre di San Giorgio" invita il pubblico a riflettere sull'interconnessione tra arte, filosofia, società e ambiente. Dell'Erba stimola un dialogo su come l'arte possa fungere da ponte tra il pensiero antico e le questioni contemporanee e, promuovendo una comprensione più profonda del nostro rapporto con il mondo che ci circonda. La bellezza diventa così uno strumento per sensibilizzare su temi come l'inclusione e la sostenibilità, invitandoci a riconsiderare il nostro approccio al consumo e allo scarto.

Un'esperienza da non perdere
L'esposizione, aperta al pubblico dal 15 maggio 2024, si preannuncia come un punto di riferimento culturale per Bronte e un'esperienza imperdibile per tutti gli amanti dell'arte e della riflessione. Un'occasione per immergersi in un mondo di sculture evocative, lasciarsi ispirare dalla filosofia e riscoprire il valore dell'arte come strumento di cambiamento.

Oltre all'esposizione, imperdibili le attività collaterali:
Sessione di scultura per principianti:
Un'occasione unica per avvicinarsi al mondo della scultura guidati dal maestro in persona. Nicola Dell'Erba terrà un laboratorio dedicato ai principianti, insegnando loro le basi di questa affascinante arte.

Concorso di fotografia:
Per immortalare la bellezza delle sculture e la suggestione dell'atmosfera, viene organizzato un concorso di fotografia. I partecipanti potranno scattare le loro foto e la migliore verrà premiata.

Informazioni e contatti Per maggiori dettagli, inclusi orari di visita, eventi speciali e informazioni sulle attività collaterali, consultare il sito web www.nicola-dellerba.com.

Contatti: Nicola Dell'Erba tel: 3298110374 
nicoladellerbamarmi@gmail.com
Arte e cultura Musica

Nuovo singolo per il cantante friulano Angelo Seretti scritto insieme a Bobby Solo

I crooner sono quei cantanti che si esibiscono usando uno stile di canto dolce ottenuto usando microfoni che mettono in risalto una gamma dinamica ampia  e che permettono di esprimere una  tonalità di  voce  più personale,degni rappresentati di questo stile sono stati Frank Sinatra,Nat King Cole e Dean Martin,e più recentemente anche Tony Hadley e Michael Bublè. Seretti ha iniziato la sua carriera con esibizioni in Italia e all'estero, dalle quali ha ottenuto un buon riscontro di pubblico. Sono seguite apparizioni televisive, cantando sullo stesso palco di artisti di fama internazionale, come Amedeo Minghi, Mariella Nava, Bobby Solo e molti altri. Nel 2015 esce Let it be me, il duetto in inglese con la star della Italo-Disco George Aaron. Nel 2017 arriva a piazzare il suo brano '' Bye Bye City'' nella TOP 20 della classifica Europea Euro Indie Music. Il 2019 arriva addirittura al PRIMO posto della stessa classifica con la canzone visionaria ''Fuga dal pianeta terra''. Dopo la parentesi Covid Angelo ha deciso di prendersi una piccola pausa dalle scene anche se ha continuato ad esibirsi in diversi locali. Esce ora la sua nuova canzone ''Zuccheré''. Un brano davvero romantico, interpretato in Inglese, in uno stile tipicamente da cantante confidenziale. La parte musicale è opera del grande Bobby Solo,mentre il testo è stato scritto da Angelo. Ci ha confidato '' mi ritengo solo un'interprete anche se ho voluto provare a scrivere questo brano,una storia d'amore vissuta,purtroppo a distanza''. La registrazione e l'arrangiamento sono ad opera di Massimo Passon del Master Studio di Udine e dove Angelo registrerà nelle prossime settimane altri brani alcuni dei quali inediti. Questo singolo è già disponibile su You Tube e sarà presentato alle radio sia nazionali che internazionali. Sono inoltre in progetto altre novità musicali ed alcuni eventi anche a scopo benefico per aiutare le persone con disabilità. Vi invitiamo a seguire Angelo Seretti sui vari social network .
Arte e cultura

Uscita del libro ‘La Danza di Medea’ Alberto Kofi, il poeta nomade

Alberto Kofi nome d'arte di Alberto La Prova ritorna con una nuova raccolta dal titolo 'La Danza di Medea' Amazon edizioni.  Il libro in uscita il 6 maggio 2024 in 3 versioni; copertina flessibile, copertina rigida e un e-book. Un vero seguito, pieno di curiosità per il poeta reggiano di adozione e nomade per via dei suoi continui spostamenti. Questa raccolta è determinata dalla musicalità delle parole e la ricerca di una poetica sensoriale è caratterizzata da un elenco temporale di componimenti accompagnate da disegni alternati 'tenuti sotto chiave fino ad oggi' . La giornalista e scrittrice Mariella Minnucci ha curato la prefazione, postuma. Elisabetta Sabellico nella postfazione conclude; il poeta vuole resuscitare la poesia e ci sta riuscendo.. Non ci resta che leggerlo.
Arte e cultura

V2C presenta in Italia Trydan, il caricatore che gestisce in modo intelligente l’energia per ricaricare la macchina elettrica

V2C, azienda specializzata nella progettazione e produzione di caricatori per veicoli elettrici, ha annunciato l'arrivo del suo caricatore Trydan sul mercato italiano. Con un'esperienza di successo in altri mercati europei, V2C rafforza la sua presenza in Italia con questo e-Charger intelligente, in un momento in cui la domanda di soluzioni di ricarica innovative è in costante aumento.

Con un approccio innovativo alla gestione intelligente dell'energia, Trydan è pronto a elevare l'esperienza di ricarica a un nuovo livello in Italia. Il caricatore di  V2C si distingue per la sua integrazione con fonti di energia rinnovabile per ottimizzare la ricarica dei veicoli elettrici in modo efficiente e sostenibile.

"Siamo entusiasti dell'accoglienza positiva di Trydan sul mercato italiano, con esperti di mobilità elettrica, tecnologia ed energie rinnovabili che fanno già parte della nostra Community", afferma Víctor Sanchis, CEO di V2C. "Questo caricatore rappresenta il meglio della nostra tecnologia. È stato progettato con cura per ottimizzare le risorse energetiche e massimizzare il risparmio".

V2C ha già stretto relazioni strategiche con partner locali, tra cui installatori e distributori specializzati in mobilità elettrica. Queste collaborazioni consentono all'azienda di offrire i suoi e-Chargers su tutto il territorio nazionale, garantendo un'esperienza di acquisto e di servizio eccezionale agli utenti.

Tryconnessione: al cellulare, agli assistenti vocali e ai pannelli solari

L’e-Charger Trydan è sinonimo di Tryconnessione. In primo luogo, è connesso al cellulare: con WiFi e Bluetooth integrati, è possibile sfruttare tutti i vantaggi dell'app gratuita V2C Cloud, con la quale è possibile controllare la ricarica, consultare tutte le statistiche e programmare la ricarica durante le fasce orarie più convenienti. In secondo luogo, Trydan può essere collegato ad Alexa o Google Home, il che significa che è possibile impartire comandi vocali sulla ricarica e l'assistente virtuale li eseguirà in tempo reale. E, in terzo luogo, questo e-Charger incorpora il miglior sistema di integrazione fotovoltaica, collegandosi in modalità wireless all'inverter solare per regolare automaticamente la sua carica con energia solare grazie al controllo dinamico della potenza incluso gratuitamente.

Il CEO di V2C, Víctor Sanchis, ha sottolineato che "questa caratteristica consente di sfruttare al massimo l'energia solare per caricare i veicoli, contribuendo così alla riduzione dell'impronta di carbonio". "Inoltre, Trydan si adatta alle tendenze emergenti della tecnologia per la casa connessa e intelligente, essendo compatibile con gli assistenti vocali Alexa e Google Home, e con il sistema domotico Home Assistant", ha aggiunto, sottolineando che "a queste caratteristiche tecnologiche avanzate si aggiunge un design elegante che si integra perfettamente in diversi ambienti".

Arte e cultura Cronaca Economia e finanza Scuola, istruzione e lavoro Startup e innovazione Viaggi e tempo libero

“12 BUONI MOTIVI PER INVESTIRE IN ASSET DIGITALI” LA GUIDA DEFINITIVA PER LE CRIPTOVALUTE SPIEGATA DA CHI LE CONOSCE DAVVERO

Tutti ne parlano, ma non tutti hanno le giuste competenze per spiegare il mondo delle criptovalute e degli asset digitali. A farlo oggi in un libro che promette di essere una guida semplice e pratica per chi sceglie di investire in questo settore sono Daniele Bernardi, imprenditore seriale con una grande esperienza nello sviluppo di modelli matematici per semplificare i processi decisionali degli investitori e dei family office, e Damiano Bonazzi, una laurea in Economia in Bocconi, manager nei settori di Investimenti, Private Banking e Consulenza Finanziaria di banche italiane e internazionali, con il loro “12 buoni motivi per investire in Asset digitali” (Engage Editore. Bologna).

“Con l’aumentare delle incertezze e delle complessità legate all’andamento dei mercati finanziari, sia obbligazionari che azionari - spiegano gli autori - l’esigenza di diversificare le possibili fonti di rendimento all'interno di un portafoglio di investimento diventa sempre più stringente. Ma senza una buona dose di consapevolezza e conoscenza, muoversi in questo mondo potrebbe portare ad una perdita di capitale. Ecco perché abbiamo voluto scrivere questo libro, che ha l’obiettivo di rispondere al crescente bisogno di chiarimenti e spiegazioni che siano pratiche e trasparenti al tempo stesso. Un bisogno che non riguarda soltanto i non addetti ai lavori, ma anche consulenti finanziari e investitori che ad oggi hanno ancora molti dubbi a riguardo”.

In "12 Buoni Motivi Per Investire In Asset Digitali”, Beranrdi e Bonazzi spiegano, tra l’atro quali sono e come funzionano gli asset digitali presenti sul mercato finanziario oggi; quali sono le caratteristiche peculiari degli asset digitali; quali sono le differenze tra investimenti tradizionali e asset digitali; quali sono le principali buone ragioni (12) per inserire asset digitali in un tuo portafoglio di investimento e, ovviamente raccontano la storia di di Bitcoin, la criptovaluta più famosa e diffusa al mondo.
Arte e cultura Eventi e spettacolo

Lucca Bimbi – la festa dei bambini e delle famiglie

Manca poco all’ottava edizione di Lucca Bimbi, la festa dei bambini e delle famiglie che promette, come ogni anno, di trasportare il pubblico in un mondo incantato. Tantissime le occasioni di scoperta, gioco e divertimento che accoglieranno i più piccoli nell’ormai tradizionale location del Real Collegio.
L’appuntamento è sabato 11 e domenica 12 maggio (dalle 10 alle 20), a Lucca.

Più di 10 aree e altrettante occasioni per inventare, scoprire, approfondire, divertirsi e stupirsi. Ci saranno l’Area Spettacoli, con live show, musical e spettacoli teatrali come "La Foresta Incantata" un viaggio immersivo e canoro tra le fiabe più belle e  "Lo Chiamerò Pinocchio", un omaggio teatrale alla storia più amata e conosciuta in tutto il mondo. All’interno dell’Area Scientifica, invece, sarà possibile mettersi alla prova con esperimenti di biologia chimica. E ancora: l’Area Preistorica, dove imparare tutto sull’evoluzione dell’uomo e della Terra, e quella del Museo, realizzata in collaborazione con il Museo di Storia Naturale di Pisa con un vero e proprio viaggio alla scoperta della natura. Immancabile l’Area Lego, ricca di mattoncini colorati, l’Area Arte, per entrare letteralmente nei quadri, l’Area Kung-Fu e l’Area Pirati.

Ad arricchire il programma, tante occasioni per incontrare i beniamini dei bambini: Minnie e Topolino, le Principesse Disney come Elsa, Biancaneve e Rapunzel, ma anche Spider Man e Steve di Minecraft. E poi ancora la meraviglia di 2 mostre a tema fiabe e favole, il kamishibai: l’antica arte del teatro giapponese, laboratori per i più piccoli, ma anche per i genitori, i giochi in legno di una volta, bolle giganti e tanto altro.
Presenti, inoltre, artigiani ed espositori legati al mondo dell’editoria, come Mondadori, e dell’istruzione, come My EDU e l"Il Salotto della Musica", dove grandi e piccoli potranno avvicinarsi alla musica e assistere a un omaggio a Giacomo Puccini nel centenario della sua morte. All’interno della manifestazione sarà disponibile un'area food con panini, pizza, primi piatti, una caffetteria e diversi punti ristoro con gelati, crepes e altre golosità per spuntini e merende.

L’evento è ideato da Vitalba Scalia, Carmelo e Manuél Arena, e organizzata e promossa da Conexo APS, con il gratuito patrocinio del Comune di Lucca, Provincia di Lucca, Regione Toscana e Real Collegio di Lucca.
Il costo del biglietto di ingresso è di 15 euro (abbonamento per i due giorni: 25 euro), ingresso gratuito per i bambini al di sotto dei 2 anni di età, e per i diversamente abili in carrozzina e bambini con 104 certificata.
I biglietti potranno essere acquistati all’ingresso della manifestazione, ma anche online sul sito luccabimbi.com.

Programma completo e scaricabile: https://www.luccabimbi.com/programma/
Infoline: Vitalba Scalia: 348 7695994 - info@luccabimbi.com
Arte e cultura

Esce “La Sindrome dell’Eternità” il nuovo romanzo dell’Armando Editore un’innovativa storia sentimentale tra passato, presente e un incredibile futuro

La celebre Casa Editrice romana Armando Editore, il cui marchio editoriale vanta una storia che data dal 1949, sulle cui pagine dei loro volumi hanno impresso la firma autorevoli personalità del mondo accademico e culturale italiano, pubblica quest’anno un innovativo e quanto mai originale romanzo dal suggestivo titolo: ”La Sindrome dell’Eternità”, edito nella Collana “Narrare” di Armando Editore, anno 2024.

Il romanzo “La Sindrome dell’Eternità” è uscito dalla penna del Prof. Vincenzo Lusa, già conosciuto autore d’importanti saggi scientifici editi dalle più prestigiose case editrici del paese e autore di narrativa pluripremiata in vari concorsi di letteratura nazionale e internazionale.
La trama del romanzo trascina il lettore in un prossimo futuro ove le meraviglie tecnologie che accompagnano le azioni dei personaggi, così come il contesto politico che vede il potere economico giapponese dominare gran parte del mondo occidentale, fanno da sfondo alle tormentate vicende dei protagonisti ove amore, esoterismo e mistero si fondono e si confondono tra di loro.
Sebbene, “La Sindrome dell’Eternità” possa essere considerato come un romanzo Urban fantasy, esso diviene estremamente realistico quando ci descrive l’intensa e drammatica storia sentimentale che si dispiega tra i tre protagonisti, in particolare tra il personaggio principale e la donna che costui cerca disperatamente di riconquistare e con la quale diviene impossibile anche il semplice comunicare.

La trama tiene il lettore avvinto al romanzo sino all’ultima pagina del libro conducendolo alla sua scioccante conclusione. La Sindrome dell’Eternità usa il futuro come presente alternativo; tuttavia le emozioni sono le stesse che si agitano in ogni animo umano, così come la domanda attorno a cui tutto il romanzo ruota: cosa spinge un uomo oltre i limiti di se stesso, se non la battaglia per il proprio oggetto d’amore?
Arte e cultura Esteri Natura e ambiente

La Sardegna si conferma meta di eccellenza nel mercato immobiliare estero

Con un patrimonio culturale unico, paesaggi mozzafiato e un clima invidiabile, la Sardegna continua a essere una delle destinazioni più ambite nel panorama immobiliare internazionale.
Grazie alla sua posizione strategica nel Mediterraneo e alla sua rinomata ospitalità, la regione continua ad attirare investitori provenienti da tutto il mondo.   Anedda si distingue per la sua profonda conoscenza del mercato e la sua capacità di offrire un servizio personalizzato ai clienti internazionali. Grazie a una vasta rete di contatti e partnership globali, il Gruppo Anedda è in grado di soddisfare le esigenze più esigenti e guidare gli investitori attraverso ogni fase dell'acquisto immobiliare, garantendo trasparenza, sicurezza e affidabilità.  

"La Sardegna è un gioiello del Mediterraneo, e siamo orgogliosi di poter offrire ai nostri clienti l'opportunità di vivere e investire in questa meravigliosa isola", afferma Andrea Anedda CEO&Founder della società. "Con il nostro team di professionisti altamente qualificati e la nostra dedizione al servizio clienti, ci impegniamo a superare le aspettative e a creare esperienze indimenticabili per i nostri clienti.”  

“È fantastico sentire che la Sardegna è stata nominata la migliore meta da visitare nel 2024 da Forbes! Questo sicuramente aumenterà l'interesse dei turisti verso l'isola. È comune che i visitatori si innamorino della bellezza naturale e della cultura unica della Sardegna, spingendoli ad acquistare una proprietà nell'isola. Gli investimenti immobiliari possono essere una scelta eccellente per coloro che desiderano godere a lungo termine di tutto ciò che la Sardegna ha da offrire sia lungo le coste che nell’entroterra”, conclude Anedda.  

Per ulteriori informazioni su come proporre il tuo immobile nel mercato internazionale aumentando drasticamente le possibilità di vendita con Anedda Real Estate Group, visita https://andreaanedda.it e richiedi una contatto.
Arte e cultura

Azia Maria Sammartano è ad (un)fair – Monat Gallery, 01-03 marzo 2024. Superstudio MAXI. Milano

L'artista torinese Azia Maria Sammartano si distingue per la sua capacità di sfidare le convenzioni artistiche tradizionali. La sua arte si caratterizza per una combinazione unica di forme, colori e tecniche che rompono gli schemi predefiniti. Sammartano si spinge oltre i confini della norma, esplorando nuovi territori creativi e sperimentando con materiali non convenzionali. La sua audacia nel rompere le convenzioni e la sua capacità di trasmettere emozioni forti attraverso la sua opera hanno attirato l'attenzione del pubblico e degli esperti d'arte. Con il suo stile innovativo e provocatorio, Azia Maria Sammartano continua a sfidare le aspettative e ad ispirare altri artisti ad abbracciare la libertà espressiva senza limiti.

La fruttuosa collaborazione con la Monat Gallery di Madrid ha aperto nuove porte per l'artista torinese Azia Maria Sammartano. Grazie a questa partnership, Sammartano ha avuto l'opportunità di esporre le sue opere in una delle gallerie d'arte più prestigiose della capitale spagnola. La Monat Gallery è nota per promuovere artisti emergenti e innovativi, offrendo loro una piattaforma per far conoscere il proprio talento a un pubblico internazionale. Attraverso questa collaborazione, Sammartano ha potuto presentare le sue creazioni poliedriche e audaci ad un pubblico nuovo e diversificato, contribuendo così alla sua crescita artistica e alla sua visibilità nel panorama dell'arte contemporanea. Emergente e innovativa, Azia Maria Sammartano si sta facendo strada nel mondo dell'arte contemporanea.

La sua ultima mostra alla Ribalta è stata un vero e proprio trionfo, attirando l'attenzione di critici d'arte e appassionati del settore. Le sue opere sono caratterizzate da una combinazione unica di tecniche tradizionali e sperimentazioni innovative, che conferiscono loro un fascino unico. L'artista torinese ha saputo creare uno stile personale e riconoscibile, che si distingue per la sua audacia e originalità. La sua capacità di trasmettere emozioni attraverso l'uso del colore e delle forme è davvero straordinaria. Con la sua visione fresca e rivoluzionaria, Azia Maria Sammartano promette di essere una delle figure emergenti più interessanti nel panorama artistico contemporaneo. 

L'arte di Azia Maria Sammartano si è rivelata poliedrica e innovativa, sfidando le convenzioni artistiche tradizionali. La sua collaborazione fruttuosa con la Monat Gallery di Madrid ha contribuito a far emergere il suo talento e a portarlo alla ribalta internazionale. Questa mostra alla (un)fair di Milano ci invita a riflettere sulle possibilità infinite dell'arte contemporanea e sulla sua capacità di sorprenderci sempre.
Arte e cultura

COVIGRAFIA Mostra Fotografica – Inaugurazione mercoledì 31 gennaio, Spazio Espositivo Multidisciplinare BLVE Projects (Bologna)

L'inaugrazione della mostra fotografica Covigrafia si terrà mercoledi 31 gennaio 2024 dalle ore 18
presso lo Spazio Espositivo Multidisciplinare BLVE Projects Srls, via Cavazzoni 2/h Bologna tel. 051 0224342.

Le opere di Manuela Mazza saranno in mostra sino al 15 Febbraio 2024 secondo i seguenti orari:
lun 9:30-12:30 /15:30-19:30
mar 9:30-12:30 /15:30-19:30
mer 9:30-12:30 /15:30-19:30
gio 15:30-19:30
ven 9:30-12:30 /15:30-19:30
sab 9:30-12:30 /15:30-19:30
dom 9:30-12:30/15:30-19.30
ingresso libero

In un’epoca massicciamente invasa dalle immagini figurative, dai video, dalla televisione, dalla pubblicità, dal cinema, cosa significa un ritorno all’astrazione?L’esperienza astratta è da intendere come una realtà «altra», diversa da quella dell’esperienza quotidiana, informata da tutta la tradizione figurativa e realistica ma spinta oltre, come una proiezione di una necessità interiore?
Ciò che percepiamo del reale è nella maggior parte dei casi una metafora della struttura della nostra esistenza e alcune volte è un contatto con la dimensione visionaria o psichedelica.  La deriva astratta nasce da un sentimento di inquietudine causato dalla realtà stessa. Manuela Mazza ha realizzato, durante il periodo di Covid-19, in un tempo che ha creato ansia e paura di soccombere, queste opere in cui le luci e i colori accesi, dinamizzati attraverso il brusco movimento, trascendono i soggetti reali fotografati.  Gli scatti spostano l’attimo privilegiato verso altre derive. E in questo gesto si apre la questione che conduce lo sguardo e la percezione in direzione di una visionarietà non completamente voluta.

Attingiamo allora dal potere enigmatico di questa serie visionaria, leggendola anche come sequenza di immagini polisemiche, aperte a ulteriori altre connotazioni, che non mirano a riprodurre fedelmente la realtà, ma cercano di esprimere idee e concetti che tendono alla dimensione astratta, a forme e a segni che in qualche modo trascendono anche la realtà quotidiana colpita da un virus pericoloso.

E' interessante riportare la testimonianza diretta dell'artista, volta a porre l'attenzione sul cambiamento da uno stato psichico a un altro, ovvero di un cambiamento dei colori negli scatti realizzati dopo il lockdown rispetto a quelli presenti nelle fotografie del periodo di forzato isolamento:“Nelle foto che sono state scattate dopo il lockdown non ho più ottenuto i medesimi colori, pur utilizzando sempre la stessa tecnica. Le foto risultano prive di rosso, di giallo e di blu, piattissime e caratterizzate da un indistinto color sabbia. Questo dipende da un inquinamento luminoso derivato dalle strade più illuminate e con più automobili in circolazione? O è spiegabile dal fatto che io non ho più bisogno di cercare di catturare i colori, così come, invece, sentivo la necessità in quei momenti grigi?"

In occasione della presente mostra verranno esposte alcune opere appartenenti ad un nuovo progetto ..Anche le stelle erano mosse dal vento.