Browsing Category

Food

Food

IL CUORE DEL CACAO ……. UN RACCONTO LUNGO 500 ANNI DA CRISTOFORO COLOMBO A MICHELE FERRERO

Napoleone Neri con il suo libro "Il cuore del cacao" edito da Pendragon racconta la storia del cioccolato, a partire dalla pianta del cacao e dai suoi frutti, dai pionieri fino alla nascita delle fabbriche del cioccolato del XIX secolo e poi delle grandi industrie moderne. Descrive in dettaglio la lavorazione e la trasformazione delle fave di cacao, le loro proprietà benefiche, le caratteristiche sensoriali del prodotto finito e condisce il tutto con mille aneddoti e curiosità che solo chi vive e lavora da così tanto tempo in questo mondo può conoscere.

Il risultato? Un omaggio ai golosi, un approfondimento a 360° del settore cacao/cioccolato, un viaggio lungo 500 anni da Cristoforo Colombo a Michele Ferrero.
Il libro è dedicato a Michele Ferrero, Neri racconta come i Ferrero partiti da una piccola pasticceria di Alba abbiano dato vita ad una delle più importanti multinazionali dolciarie al mondo, ed è orgoglioso di dire che Michele è l’uomo conosciuto in tutto il mondo che ha fatto grande il cioccolato italiano.
Un libro senz’altro interessante per gli amanti del cibo degli dei ma anche per: i professionisti pasticceri/cioccolatieri, per gli addetti ai lavori del marketing e per gli studenti che desiderano approfondire l'appassionante argomento.

Chi è Napoleone Neri: Figlio di agricoltori della Bassa bolognese, classe 1948, Napoleone Neri ha vissuto intensamente le tradizioni rurali della sua famiglia e della sua terra. Professionista esperto cioccolatiere e del food marketing, è conoscitore delle filiere agroalimentari e studioso della cultura gastronomica bolognese.
È autore del libro Come il cioccolato sui maccheroni (Mondadori 2006), che ha contribuito a diffondere l’uso del cacao come ingrediente nei piatti salati. Per Pendragon ha pubblicato il compendio di cucina bolognese A tavola con il dottor Balanzone (2018), gettando le basi per la candidatura UNESCO della Cultura gastronomica bolognese.
Food Startup e innovazione

Aumenta il tuo volume di affari con le recensioni Google per battere la concorrenza con Reviews101.app

Una recensione online vale molto, sia in termini qualitativi sia in termini quantitativi. E più delle parole valgono le stelle che una persona lascia dopo aver ricevuto una qualsiasi prestazione. Che si tratti di ristoranti, negozi, professionisti e aziende, una valutazione positiva non solamente può migliorare la propria reputazione, ma sicuramente influenza le scelte di chi verrà dopo: più di otto persone su dieci infatti scelgono tra quanti hanno almeno 4,5 stelle e centinaia di recensioni sui loro profili. 

Kitsune, full service digital agency con sedi negli USA e a Dubai e attiva da anni sul mercato europeo, ha sviluppato reviews101.app, un particolare software che permette di gestire le recensioni, stimolando il cliente a lasciarne e, soprattutto, intercettando quelle non del tutto positive. «La recensione è diventata uno dei principali metri di valutazione nella scelta di un’azienda o un professionista», spiega Paolo Maria Luino, general manager di Kitsune.

«Secondo The World Financial Review, l’82% dei clienti si fida solo delle realtà con almeno 4,5 stelle e centinaia di recensioni su Google. Questo significa che una recensione impatta necessariamente anche sul proprio fatturato: è stimato che un’azienda con queste caratteristiche aumenti i ricavi del 18%. Non è solamente una questione di qualità, ma anche di quantità: più recensioni ci sono, più visitatori avrà il nostro sito». Ma come fare? «Il difficile è fare in modo che il cliente lasci una recensione e, nel caso questa non fosse del tutto positiva, riuscire a intercettarla perché bastano poche valutazioni da una o due stelle ad abbassare irrimediabilmente la media e a danneggiare anche mesi di attività di posizionamento SEO», prosegue.

«Innanzitutto, con reviews101.app andiamo a stimolare la recensione: utilizzando Whatsapp, mail, sms o qr-code, si può raggiungere il cliente e invitarlo a lasciare una valutazione della prestazione o servizio. In questo modo, si potrà controllarne anche l’esito: in caso positivo, il cliente potrà lasciarla direttamente su Google o sulla piattaforma prescelta; in caso negativo, si aprirà un canale di dialogo privato per capire le motivazioni che hanno spinto a dare meno di quattro stelle».

Inoltre, il tool di Kitsune permette facilmente di condividere le esperienze positive. «La condivisione delle recensioni è un moltiplicatore delle visite sul proprio sito. Secondo The World Financial Review, il condividere le parole dei propri clienti sul sito aumenta la fiducia e le visite della propria attività locale». La base di tutto è il Profilo dell’attività su Google (prima Google My Business). «Partendo da questa piattaforma è possibile con il nostro software arrivare a gestire le recensioni, ottenendo anche l’andamento reputazionale nel tempo», aggiunge Luino.

«Lo strumento che abbiamo sviluppato diventa uno spazio di aggregazione delle recensioni dove valutarle, gestirle e soprattutto poter aprire un canale diretto con il cliente: innanzitutto ringraziandolo, che è sempre buona abitudine oltre che sintomo di educazione, ma anche interloquendo con lui così da capire cosa non ha funzionato». Occorre non dimenticare che, statisticamente, il valore di una recensione non viene determinato solamente dalla qualità del prodotto o del servizio erogato, ma dipende anche dai fattori più diversi come possono essere i tempi di attesa, il costo, la cortesia, la presenza di elementi di disturbo, atmosfera e, da non sottovalutare, il personale gusto. Conclude Luino: «Reviews101.app, stimolando la recensione, ha anche il vantaggio di aumentarne il numero. E questo è un fattore determinante nel posizionamento Google che, insieme al numero delle stelline lasciate, influisce sulla scelta finale del cliente».
Food Salute e benessere

“Crescere in qualità” due giornate di formazione con rilascio crediti formativi per le professioni sanitarie

Dopo il grande successo del precedente corso, Labcam ripropone “Crescere in qualità” ! Il tema del corso riguarda la gestione delle crisi nel settore delle attività agroalimentari. Quest’anno, grazie alla collaborazione con il provider “Centro e formazioni & servizi le querciole”, verranno rilasciatati al termine del corso, 10 crediti formativi ECM validi per tutte le professioni sanitarie

Il Corso si focalizza su due argomenti chiave per le aziende del settore: la corretta gestione delle crisi ed emergenze relative alla produzione e distribuzione degli alimenti, e l’importanza della qualità e della sua certificazione come elemento di crescita aziendale, oltre che sugli strumenti più efficaci e innovativi per promuovere la propria attività. Il corso “Crescere in qualità”, che si svilupperà in due giornate, il 04 e il 11 novembre , si svolgerà in live streaming, dalle 9 alle 13, ed è aperto a un massimo di 50 partecipanti.

Nella prima giornata, quella del 04 novembre, si affronterà la spinosa questione della corretta gestione di una crisi o emergenza. Nella seconda giornata invece, in data 11 novembre , i riflettori saranno puntati sul concetto di come crescere puntando sulla qualità.  “Crescere in qualità”: docenti e programma del corso A fare lezione, si alterneranno tre docenti, esperti autorevoli, ognuno nel proprio campo di riferimento. Luca Medini, chimico e direttore del laboratorio LabCam nella prima giornata affronterà il tema di emergenze e crisi in cui possono incorrere le aziende del settore alimentare, con particolare attenzione sulla definizione dei possibili rischi e su ciò che ne consegue, quindi su come gestire reclami, ritiri e richiami. Nella seconda giornata del corso invece, ci si concentrerà sulla qualità come elemento essenziale per la crescita di un’azienda nel comparto agroalimentare. La lezione verterà su come accrescere la qualità in azienda, attraverso schemi di certificazioni e scelte premianti. Alessandro Masolini,  direttore vendite, consulente formatore e business coach, si concentrerà, sulla gestione delle crisi da parte di chi opera nel settore commerciale delle aziende alimentari, fornendo preziosi e concreti strumenti operativi per chi si trovi a gestire le conseguenze di un’emergenza nel quotidiano rapporto con i clienti. Nella seconda giornata del corso invece, si rivolgerà ai commerciali spiegando l’importanza della qualità per un’azienda del settore e illustrando tutte le opportunità per la crescita del fatturato, legate all’utilizzo delle certificazioni di qualità. Rosella Scalone, esperta in comunicazione e strategie digitali, illustrerà invece come proteggere l’immagine del brand e, anzi, potenziarla attraverso i canali digitali, grazie a una corretta gestione della comunicazione anche in un contesto di crisi. Il focus sarà in particolare sulla gestione delle recensioni online e su come gestirle correttamente per aumentare la brand awarness. Nella seconda giornata invece, spiegherà quanto sia fondamentale e strategico per qualsiasi azienda del settore, promuovere e comunicare in modo corretto e impattante la qualità del proprio prodotto, attraverso il web e i suoi più efficaci strumenti di comunicazione.

Per informazioni : formazione@labcam.it
info: https://www.labcam.it/crescere-in-qualita-2/
Economia e finanza Food Scienza e tecnologia Startup e innovazione

LAB: il Prosciutto di San Daniele approda nel metaverso

LAB è il nuovo portale online del Consorzio del Prosciutto di San Daniele che funge da laboratorio digitale e raccoglitore di contenuti multimediali che, attraverso la totale immersione nel metaverso, permette di esplorare il mondo del Prosciutto di San Daniele DOP.

Il metaverso nasce dalla volontà di innovare e rivoluzionare il modo di raccontare il processo produttivo del San Daniele DOP, coniugando il sapere tradizionale che si cela dietro la lavorazione delle cosce di suino alla tecnologia più avanzata. L’obiettivo dello spazio del Consorzio è quello di esprimere i valori dell’eccellenza e della sostenibilità, raccontando, all’interno di un’ambientazione virtuale che riproduce fedelmente alcuni spazi di un prosciuttificio, il processo di produzione del San Daniele DOP, portando l’utente a vivere il brand in un modo totalmente nuovo, immersivo e coinvolgente.

L’utente, attraverso un avatar, può visitare un salone di stagionatura, interagire con l’ambiente circostante e accedere a una serie di video e slide che illustrano le varie fasi di produzione del Prosciutto di San Daniele DOP. Il portale sarà costantemente implementato con nuovi contenuti e lo spazio creato nel metaverso sarà continuamente aggiornato con nuove aree esplorabili: a breve, ad esempio, sarà possibile visitare una ricostruzione di “Vento”, l’installazione immersiva multisensoriale che il Consorzio ha presentato alla scorsa edizione del Fuorisalone, svoltasi a giugno a Milano.

Infine, durante gli eventi itineranti organizzati dal Consorzio sarà possibile provare l’esperienza del metaverso per mezzo di un visore di realtà virtuale. Il metaverso è il risultato del lavoro congiunto tra il Consorzio del Prosciutto di San Daniele e TechStar, azienda friulana fondata nel 2021 che sviluppa soluzioni e progetti basati su tecnologie di realtà aumentata e intelligenza artificiale per offrire servizi a supporto del business in differenti industry. Con questo nuovo progetto il Consorzio riconferma la propria volontà a dialogare concretamente con le giovani realtà del territorio.

LAB è fruibile all’indirizzo web https://lab.prosciuttosandaniele.it/. Video di presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=IkFKnCMoFIs
Food

Italian Cheese Awards 2022. Al caseificio siciliano “I Sapori del Latte” il premio speciale miglior derivato del latte

Assegnati il 15 Ottobre scorso, presso il Centro Congressi FICO di Bologna, gli Italian Cheese Awards 2022,sesta edizione del premio dedicato ai migliori formaggi nazionali prodotti con latte totalmente italiano.

Una giuria composta da esperti assaggiatori titolari di gastronomia specializzate in formaggio, giornalisti gastronomici e appassionati, ha giudicato e classificato vari tipi di formaggi italiani.

Tra i premi consegnati, ci sono stati anche i Premi Speciali, assegnati dalla redazione di Guru Comunicazione per meriti nel settore caseario. Tra questi, il premio speciale Miglior derivato del latte è andato al caseificio siciliano "I Sapori del Latte" di Chiusa Sclafani, paesino medioevale situato nel centro dei Monti Sicani, in provincia di Palermo. Hanno ritirato il premio la titolare dell’Azienda, Marisa Pollichino, e sua figlia Giusy Coscino.

Il formaggio premiato è la ricotta di pecora de "I Sapori del Latte", caseificio a conduzione familiare, che parte dall’allevamento delle pecore, passa alla mungitura effettuata rigorosamente a mano, e termina con la caseificazione del latte e la vendita diretta dei prodotti. Tra questi spicca la ricotta, uno degli ingredienti base della cucina siciliana, sia per piatti salati che dolci. Quella del caseificio I Sapori del Latte esprime tutto il gusto e le emozioni della campagna siciliana.

Nella foto allegata, il premio ritirato dalla titolare dell’azienda Marisa Pollichino e sua figlia Giusy Coscino
Food Salute e benessere

GUANTI IN NITRILE: LA SOLUZIONE GIUSTA PER TUTTI

Il broadcast britannico CNN ha calcolato che da inizio pandemia la produzione mondiale di guanti monouso, sia in lattice sia in nitrile, ha subito un balzo del 60% annuo, raggiungendo, nel solo 2020, un volume di affari di oltre 2,5 miliardi di euro. In Italia, l’utilizzo di questi dispositivi, ha stimolato il commercio on-line registrando un aumento di oltre il 70% annuo delle transazioni economiche sul web e, in particolare, un aumento di oltre il 170% delle vendite di prodotti per la cura della persona. Ma, avvertono gli esperti, accanto a questi stimolanti non sempre è coincisa una qualità dei prodotti soddisfacente. Ecco perché è necessario oltre a verificare che le direttive europee e nazionali siano soddisfatte, anche saper scegliere i DPI (dispositivi di protezione individuali) corretti.

A soddisfare le esigenze di piccoli imprenditori e professionisti, l’azienda FMC-Tradings (italianissima, nonostante il nome), ha messo in commercio una linea di guanti monouso dal prezzo adeguato e dalle prestazioni ottimali. «I guanti della nostra linea sono tutti anallergici e possono essere utilizzati da chiunque senza nessuna limitazione -spiega Daniele Aquilanti, titolare di FMG-Tradings- Hanno un comfort unico e sono perfetti per tutte le attività: tatuatori medici, dentisti, farmacisti, estetisti, parrucchieri, barbieri. La nostra linea di guanti monouso -tutti in nitrile e senza polvere- rappresenta la soluzione ottimale per chi è alla ricerca di maneggevolezza, versatilità, resistenza e sicurezza».

La nuova linea: i prodotti più richiesti FMG-Tradings ha messo in commercio tre nuovi modelli che, come detto, rappresentano l’eccellenza e hanno un rapporto qualità-prezzo che garantisce un deciso risparmio per chi, ogni giorno, si trova nella necessità di dover utilizzare protezioni per il proprio lavoro.
Nel dettaglio:
-Guanti in nitrile nero da 3,5 gr. o 4,6 gr. Questi guanti hanno la particolarità di essere dotati di una “manichetta” capace di aderire ai polsini della camicia evitando l’arrotolamento del guanto sul polso. Non presentano polvere, ma sono trattati con uno speciale rivestimento anallergico che permette di indossarli comodamente. Non presentano saldature, fori o sbavature e hanno uno spessore capace di garantire sensibilità al tatto e un’ottimale destrezza. Possono essere utilizzati sia come Dispositivi Medici (per uso ambulatoriale medico e dentistico) sia come Dispositivi di Protezione Individuale (rischio chimico e biologico). Sono disponibili in due grammature per ogni tipo di esigenza, anche quelle assistenziali e professionali.
-Guanti in nitrile blu da 3,5 gr. Come i precedenti, anche questi guanti sono dotati di una “manichetta” capace di aderire ai polsini della camicia evitando l’arrotolamento del guanto sul polso. Non presentano polvere, ma sono trattati con uno speciale rivestimento anallergico che permette di indossarli comodamente. Non presentano saldature, fori o sbavature e hanno uno spessore capace di garantire sensibilità al tatto e un’ottimale destrezza. Possono essere utilizzati sia come Dispositivi Medici (per uso ambulatoriale medico e dentistico) sia come Dispositivi di Protezione Individuale (rischio chimico e biologico). Sono disponibili solo nella grammatura da 3,5 gr.
-Guanti in nitrile Diamond extra-grip Il guanto perfetto per chi ha necessità di avere uno strumento resistente alle sollecitazioni. Il Diamond Extra-Grip, infatti, è perfetto per tutti quei lavori che richiedono un’elevata manualità: agricoltori, assemblatori, meccanici, addetti alla pulizia e alla manutenzione, carrozzieri. Un guanto ambidestro senza polvere e latex free, presenta una lucente colorazione arancione per garantire un’alta visibilità. La finitura esterna è a spina di pesce per assicurare una presa perfetta; hanno un’ottima sensibilità e sono estremamente resistenti a tutti i tipo di olio (meccanico, industriale, alimentare).

Per tutte le informazioni: info@fmcgtradings.com o via WhatsApp 371 595 4462.
Food Natura e ambiente Sport Startup e innovazione

IL SASSUOLO CALCIO SCEGLIE AQUALY

Economia Circolare

La partnership fra Sassuolo calcio e Aqualy prevede l’effettivo riciclo degli imballaggi dopo il consumo, un progetto unico in serie A. I cartoni per bevande usati saranno, infatti, raccolti in appositi contenitori ubicati all’interno e all’esterno dello stadio durante gli eventi sportivi e tramite COMIECO, il consorzio per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in carta e cartone, saranno selezionati e inviati agli impianti della multinazionale cartaria del Gruppo LUCART dove le fibre di carta contenute nei cartoni per bevande saranno riciclate per diventare nuova carta, asciugamani e fazzoletti ecologici che potranno poi essere utilizzati anche negli impianti sportivi del Sassuolo Calcio, chiudendo così il ciclo del riciclo e riducendo ulteriormente gli impatti sull’ambiente.  

"Lo sport e il Calcio in particolare hanno una grande influenza nella societa' ma anche una grande responsabilità - dichiara Giovanni Carnevali AD Sassuolo Calcio - Per questo il Sassuolo Calcio ha gia' iniziato ad impegnarsi da tempo con progetti di carattere sociale come Generazione S e grazie alla consulenza del nostro “ Eco Partner” Ambiente e Salute società Benefits, partner di Legambiente impegnata nella diffusione di una cultura sostenibile nel mondo dello sport abbiamo dato vita insieme ad Aqualy a questo bellissimo progetto di economia circolare pensato nei minimi dettagli che ci permetterà anche di eliminare 300.000 bottiglie di plastica. Anche gli stessi giocatori diventeranno testimonials per la diffusione di buone pratiche comunicate nell'involucro di cartone personalizzato con la maglia neroverde del Sassuolo."  

“Sin dagli albori il nostro progetto ha trovato sempre un forte connubio con lo sport, crediamo sia la miglior rappresentazione di uno stile di vita sano e attento all’ambiente e quindi poter approdare nella massima serie di calcio attraverso una partnership con una società tra le più attente in termini di sostenibilità è per noi fonte di grande orgoglio - commenta Christian Creati CEO di Ly Company Itali - sostenibilità, riciclo, rispetto per l'ambiente e innovazione sono tra i valori che rendono le aziende uniche, siamo di fronte ad una nuova era e a nuove sfide, poter supportare una società come SASSUOLO CALCIO è una grande passo in avanti in questa direzione".   

Qualità e sicurezza protetta

Aqualy è un acqua leggera, ottima e povera di sodio. Il brick è la confezione che protegge al meglio la bontà dell'acqua. Ogni strato del packaging svolge infatti un ruolo specifico per una protezione ottimale della qualità proteggendo l’acqua dai raggi solari, dai batteri e dalle microplastiche. La totale assenza di contaminazioni, garantita da un innovativo processo tecnologico, e la customizzazione del packaging fanno di Aqualy un partner perfetto sia in termini di qualità che di comunicazione.

Eventi e spettacolo Food

Una settimana al via di Aria di Friuli Venezia Giulia ed è già sold-out

Prenderà il via tra una settimana la 36^ festa del Prosciutto di San Daniele nella formula “Aria di Friuli Venezia Giulia”: la kermesse enogastronomica è in programma dal 26 al 29 agosto nella città di San Daniele del Friuli. Aria di Festa, la storica manifestazione che da oltre 35 anni celebra il Prosciutto di San Daniele DOP nel suo luogo d’origine, ritorna - solo per quest’anno e dopo quasi vent’anni - a fine agosto per un’edizione speciale che promuove, oltre all’eccellenza dell’enogastronomia friulana, anche sei itinerari turistici lungo un’ideale via dei Sapori e del prosciutto che si estende delle Alpi all’Adriatico, realizzata grazie alla stretta sinergia tra Consorzio e Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.  

Appuntamenti sold out e boom di prenotazioni
Già a partire dalle conferenze stampa di luglio svoltesi a Milano e Udine, “Aria di Friuli Venezia Giulia” ha suscitato grande interesse da parte del pubblico, subito confermato dal boom di prenotazioni sul sito web dell’evento. Oltre 2.600 le prenotazioni ricevute per i laboratori e le degustazioni. Le attività con prenotazione obbligatoria sono ormai quasi esaurite. Il 62% degli ospiti che si è prenotato proviene da fuori regione in prevalenza Veneto, Lombardia e centro Italia. Numerose le richieste di bus turistici dal Nord Italia e dall’Austria. 

La maggior parte dei posti per i laboratori di degustazione del San Daniele si è esaurita già nella prima settimana di agosto, rendendo necessaria l’implementazione degli appuntamenti per garantire le numerose richieste di approfondimento sul prosciutto DOP in abbinamento ai vini, alle birre e agli altri prodotti enogastronomici regionali. Anche le visite guidate organizzate nei “Prosciuttifici aperti” hanno stimolato gli ospiti: oltre 1.500 le persone che hanno già prenotato le visite per scoprire i segreti del San Daniele, subito attivati altri appuntamenti nei prosciuttifici proprio per assicurare ulteriori disponibilità. Grande interesse per le visite alla Biblioteca Guarneriana e per i pic nic organizzati sabato 27 e domenica 28 agosto con ancora pochi posti disponibili. Sold out anche per il treno storico ‘Arlecchino’ in partenza da Trieste programmato per la giornata di domenica 28 agosto, ultimi posti disponibili solo con partenza da Udine.   

L’inaugurazione
A dare il via alla prima serata di Aria di Friuli Venezia Giulia, venerdì 26 agosto alle ore 18.45, sarà l’esibizione della Banda dell’Aeronautica Militare Italiana sulla suggestiva scalinata del Duomo di San Daniele del Friuli. Alle 19.30 taglio della prima fetta del Prosciutto di San Daniele, l’atto simbolico inaugurale tenuto a battesimo dalla giornalista sportiva di Sport Mediaset Eleonora Boi e dal conduttore radiofonico di RDS Filippo Ferraro 

Il programma
Nella città del prosciutto, da venerdì 26 a lunedì 29 agosto, saranno presenti 15 stand enogastronomici lungo le vie del centrostorico che proporranno degustazioni di Prosciutto di San Daniele con proposte e ricette gourmet, abbinamenti con latticini e frutta e molto altro. Nella suggestiva Terrazza affianco alla Chiesa della Fratta sarà allestita l’enoteca dedicata ai vini del FVG e, dopo il successo del format itinerante, questa edizione prevederà i picnic nella splendida cornice di Villa Seravallo. Non mancheranno le visite guidate alla città di San Daniele a cui si aggiungono altrettante attività alla scoperta del Friuli Collinare e del fiume Tagliamento.

Confermati gli appuntamenti per i bambini e le famiglie con spazi dedicati in Piazza IV Novembre, dovesarà ospitato il mercato delle aziende aderenti al marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia”. Per tutta la durata della manifestazione, PromoTurismoFVG sarà presente anche con un’area istituzionale in via Umberto I dedicata alla promozione del comparto agroalimentare e vitivinicolo: una vetrina sui prodotti e le bellezze della regione a cui parteciperanno anche alcuni operatori del territorio per raccontare la loro offerta turistica e saranno a disposizione dei visitatori per presentare le diverse opportunità del Friuli Venezia Giulia. Inoltre, saranno organizzati dei laboratori per bambini a tema cibo, natura e sostenibilità nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 agosto.  

Gli eventi diffusi
Dal 22 al 25 e il 30 e 31 agosto nei sei percorsi lungo la Strada del Vino e dei Sapori si svolgeranno numerosi appuntamentiper vivere un’esperienza autentica tra cultura e tradizioni e conoscere i prodotti locali, immergersi nella natura incontaminata. Un palinsesto per scoprire la storia della regione attraverso laboratori per bambini, esperienze outdoor ed enogastronomiche serali, per ognuno dei sei itinerari che compongono la Strada. Lunedì 22 agosto eventi dedicati all’itinerario della montagna con tappe a Sappada per un’escursione alla scoperta del borgo, letture espressive a Tarvisio e picnic sul Monte Zoncolan. A seguire martedì 23 agosto le attività in pianura: Molin Nuovo, Sedegliano e Nespoledo ospiteranno escursioni ebike, trekking sul Tagliamento e picnic. Mercoledì 24 gli appuntamenti sul Carso a Duino con le passeggiate in fattoria, a Trieste per una degustazione carsica e il picnic a San Dorligo della Valle. Giovedì 25 gli appuntamenti nell’itinerario sul fiume partiranno dal soft rafting a Sacile e si concluderanno con la cooking class a Vivaro ed il picnic a Pinzano al Tagliamento. Dopo la pausa per i quattro giorni a San Daniele del Friuli, le attività itineranti riprenderanno lunedì 30 agosto in Riviera per un safari archeologico e picnic ad Aquileia ed escursione in canoa alla Riserva Naturale Foci dello Stella. Gli appuntamenti diffusi si concluderanno martedì 31 agosto con gli itinerari sui Colli: passeggiata ono-didattica a Gorizia, rafting sul Tagliamento e picnic in casale a Fagagna.   

Tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sul sito: eventi.prosciuttosandaniele.it
Eventi e spettacolo Food

Aria di Friuli Venezia Giulia: presentata la festa del Prosciutto di San Daniele

Presentata a Milano “Aria di Friuli Venezia Giulia”, la kermesse enogastronomica programmata dal 26 al 29 agostonella città di San Daniele del Friuli. Aria di Festa, la storica manifestazione che da oltre 35 anni celebra il Prosciutto di San Daniele DOP nel luogo d’origine, ritorna – solo per quest’anno – a fine agosto integrandosi con la promozione dei principali prodotti enogastronomici e del territorio regionale, in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia. 

La formula dell’evento non cambia nella sostanza e si arricchisce per promuovere, oltre al Prosciutto di San Daniele, anche gli altri principali prodotti dell’enogastronomia del territorio – tra cui il Formaggio Montasio DOP, i vini bianchi e i prodotti a marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia” – creando un evento con forte attrazione turistica. Durante la quattro giorni saranno organizzate le molteplici attività che hanno caratterizzato anche le precedenti edizioni: laboratori di degustazione, in cui il Prosciutto di San Daniele sarà abbinato durante delle masterclass guidate ai vini, alle birre e agli altri prodotti DOP del territorio, stand enogastronomici e pic-nic, per gustare i prodotti locali nell’atmosfera conviviale del paese, e, infine, visite guidate alla scoperta delle bellezze architettoniche di San Daniele del Friuli e del territorio del Friuli Collinare. “Aria di Friuli Venezia Giulia” racconterà l’intero territorio regionale non solo nella quattro giorni di kermesse a San Daniele del Friuli, ma anche attraverso una serie di appuntamenti organizzati lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia.

Dal 22 al 25 e il 30 e 31 agosto, i riflettori si accenderanno di volta in volta su un diverso territorio della regione che proporrà un programma con diverse attività. Gli eventi diffusi offriranno ai visitatori l’occasione di vivere un’esperienza autentica tra cultura e tradizioni, di conoscere i prodotti locali, immergersi nella natura incontaminata e scoprire la storia della regione attraverso laboratori per bambini, esperienze outdoor ed enogastronomiche nonché eventi serali, ad animare un palinsesto pensato per ognuno dei sei itinerari che compongono la Strada del Vino e dei Sapori. La manifestazione, solitamente calendarizzata nel mese di giugno, trova collocazione temporale, in via del tutto eccezionale ed esclusivamente per l’edizione 2022, a fine agosto così da superare le limitazioni legate alle capienze previste dai provvedimenti adottati per la gestione della situazione pandemica e per evitare sovrapposizioni con altre importanti iniziative promozionali del Consorzio.

«Aria di Friuli Venezia Giulia rappresenta un’importante occasione per il Consorzio e più in generale per la cittadina di San Daniele del Friuli di far conoscere e apprezzare la DOP friulana e il profondo legame con il suo territorio di origine e di produzione» ha affermato Mario Emilio Cichetti, Direttore Generale del Consorzio «Per il 2022 la storica manifestazione Aria di Festa viene arricchita dalla presenza della Regione Friuli-Venezia Giulia collocandosi eccezionalmente a fine agosto per promuovere in sinergia il comparto turistico ed enogastronomico regionale. L’evento, congiuntamente alle altre iniziative di comunicazione intraprese dal Consorzio, prosegue nell’obiettivo di rafforzare l’awareness del prodotto, avvicinando sempre più il consumatore al mondo del San Daniele, valorizzando tutte le componenti che lo rendono un importante rappresentante dell’agroalimentare italiano».

«Oggi portiamo nel cuore di Milano, in una piazza internazionale e una vetrina d’eccellenza, una delle nostre tipicità più internazionali, il prosciutto di San Daniele, un prodotto e un brand che sarà non solo protagonista della quattro giorni di kermesse, “Aria di FVG”, ma l’occasione attraverso la quale scoprire una terra ricchissima come il Friuli Venezia Giulia - sono le parole dell’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo Sergio Emidio Bini -. Dal 22 al 31 agosto la nostra regione aprirà le porte ai numerosi visitatori che vorranno venire a conoscerci e ritrovarci: tanti gli appuntamenti organizzati lungo la Strada del Vino e dei Sapori e il mercato di “Io sono Friuli Venezia Giulia” allestito nella località simbolo, a rimarcare l’importanza che l’enogastronomia riveste per la nostra terra. Con PromoTurismoFVG stiamo mettendo a punto un palinsesto di eventi dedicati tra laboratori, pic-nic, visite guidate ed escursioni per far scoprire l’autenticità di questa destinazione, tra storia, cultura e tradizioni, prodotti locali, una varietà ricchissima di paesaggi e la sua natura incontaminata».

Tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sul sito: eventi.prosciuttosandaniele.it
Food Scuola, istruzione e lavoro Startup e innovazione

Gli studenti dell’Unicattolica si sfidano al primo Loison Hackathon

Si è concluso con successo e grande partecipazione il primo Hackathon, tenutosi il 17 giugno nella sede di Loison Pasticceri a Costabissara (Vi), che ha coinvolto l'Università Cattolica di Milano, nello specifico il Corso di Strategic Digital Marketing del Master in Marketing Management tenuto dal Professor Giovanni Covassi che al termine della giornata ha così dichiarato: “Con questo Hackathon abbiamo messo in atto idee innovative sviluppate in poche ore, per la cui realizzazione servono grande concentrazione, tanti stimoli e soprattutto un’analisi attenta e dedicata”.

Che ci sia un oggettivo feeling tra il mondo accademico e Loison lo dimostrano tutti i progetti documentati sulla nuova piattaforma Job.Loison.com, l’ottavo spazio digitale nato per gestire in modo più performante e innovativo le opportunità professionali, ma anche col mondo scolastico e universitario grazie alle molteplici attività didattiche che permettono agli studenti di entrare in contatto e conoscere più da vicino la realtà aziendale Loison Pasticceri.

I numeri sull’Hackathon li racconta Dario Loison, titolare della pasticceria, colui che ha fortemente voluto il coinvolgimento delle giovani menti creative dell’Unicattolica: “In appena 8 ore senza interruzioni, 51 studenti hanno elaborato 10 progetti di comunicazione omnichannel per la promozione online dei prodotti e del brand Loison in 5 paesi stranieri (Francia - Germania - Paesi Bassi - Irlanda – Spagna); i ragazzi sono stati suddivisi in due aree (blu e giallo, i colori del logo dell'Unicattolica, ndr) in competizione fra loro: 5 squadre blu e 5 squadre gialle. Appena giunti in azienda gli allievi sono stati subito coinvolti nella presentazione aziendale incentrata sugli aspetti strategici e sui mercati; la visita è proseguita nei reparti di produzione e confezionamento, per iniziare finalmente i lavori suddivisi in squadre”.

Martedì 28 giugno la presentazione degli elaborati e dopo una full immersion intensiva finalmente sono stati selezionati i 3 progetti finalisti: Irlanda e Francia dell'area Blu, Paesi Bassi dell'area gialla.
Tutto il lavoro svolto in Loison prima e durante l'Hackathon è stato decisamente propedeutico per i ragazzi che hanno focalizzato in pieno le esigenze aziendali: la quasi totalità dei progetti, infatti, ha proposto spunti molto interessanti che saranno ripresi sia nelle idee sia nelle analisi.
Ora si lavorerà in Loison per la fattibilità e la concretizzazione dei 3 progetti selezionati.

Da sempre crediamo nel valore della formazione e del dialogo tra le imprese e il mondo dell’istruzione, per questo ogni anno apriamo le porte della nostra azienda a scuole e università anche per la concretizzazione di eventi come questo", conclude Dario Loison.

Su YouTube il video ufficiale https://bit.ly/hackathon-loison-unicattolica 

Appuntamento ora al prossimo anno con una nuova sfida digitale!